Thai Silk

La Thailandia rimane una paese di tessitori e telai di legno, di artigiani che lavorano a mano i tesori del Regno nonostante la produzione di massa e la manifattura industriale siano ormai dominanti nel settore dei materiali e della moda. 

Le tribù delle colline del nord

Chiang Mai offre una impressionante viaggio nei tessili thailandesi a partire dall'abito etnico. Ogni tribù che ha migrato dalle colline himalayane verso la Thailandia ha una tradizione propria. Ricami in argento e oro, ricami con i semi, applicazioni e cuciture con motivi animali e insetti sono tutti ornamenti popolari. Le donne delle sei tribù più diffuse; Karen, Lisu, Meo, Lahu, Yao e Akha si recano nei mercati di Chiang Mai per vendere i tessuti ricamati a mano.
Allo stesso modo, l'arte di Mo Hom si è sviluppata negli ultimi anni per soddisfare i desideri dei consumatori creativi alla ricerca di prodotti artigianali autentici. Mo Hom è un tessuto di cotone manipolato in varie forme usando la forza del colorante e il tempo di immersione nella soluzione per produrre sfumature di indaco spettacolari.

Il sud

I tessuti del sud della Thailandia esibiscono caratteristiche e influenze dalla Malesia e dell’isola indonesiana di Sumatra. Il Pha Yok è un raro tessuto delle province di Nakhon Si Thammarat e Trang, un tempo usato dai reali e dalle persone di nobile origine. È simile al malesiano Songket e richiede tessitori di elevate capacità per via delle tecniche complicate di realizzazione. Il filo d'oro e argento intrecciato in questo tipo di tessuto crea una struttura lucida. Hang Karok è una tecnica unica dell’area meridionale che utilizza due fili intrecciati di diversi colori.

Il magico Mudmee nordorientale

La diversità dei popoli etnici che si stabilirono nei villaggi sul Plateau di Khorat portò ad un'abbondanza di stili di tessitura, producendo una vasta gamma di tessuti in seta e cotone.
La seta di mudmee è un elemento fondamentale dell'industria tessile della regione nordorientale e Sua Maestà la Regina Sirikit ne è molto appassionata. Benché possa essere ricavata anche dai filati di cotone, Mudmee rimane la "Regina della seta thailandese" e viene lavorata in quasi tutte le province della regione nordorientale: Khon Kaen, Nakhon Ratchasima, Roi Et, Surin, Buri Ram e Si Sa Ket.

Le donne tessitrici

La tessitura nei villaggi è l’attività che ha dato da vivere a intere generazioni. I tessuti prodotti a livello locale fanno riferimento ad una storia ricca di materiali e abiti tradizionali, spesso realizzati utilizzando gli stessi metodi di molto tempo fa.

Oggi anche i visitatori hanno la possibilità di sperimentare personalmente l’arte autentica della tessitura grazie a programmi specifici ideati per sostenere i tessitori locali, sostenendo il commercio futuro. Nella regione di Isan, le donne trovano forza, affermazione personale e guadagno grazie alla produzione tessile tradizionale. L'acquisto diretto dai tessitori o nei mercati locali nei piccoli villaggi thailandesi consente alle donne di sostenere l'economia del posto e le piccole imprese.

Piccola guida all’acquisto di tessuti in Thailandia 

La trattativa è la parte più divertente dello shopping. Passeggiare nei mercatini esotici, scovare bei tessuti per comprarli al prezzo migliore è eccitante. Ma è importante avvicinarsi alla fase della compravendita con un atteggiamento leale, di comprensione profonda dell’economia locale.

Dimostrare sempe rispetto per i venditori mantenendo un atteggiamento corretto, vestendo e agendo in maniera appropriata al contesto. Sorridere e avere considerazione per il commerciante garantisce una interazione migliore, più autentica, e forse può facilitare il dialogo.

Quando si raggiunge un villaggio la cui economia si basa eclusivamente sull’artigianato tessile è importante ricordare che il prezzo migliore è quello in grado di supportare l’artigiano. E’ sempre meglio evitare di fare affari a discapito del prossimo. Soprattutto è fondamentale ricordare che ogni cifra “investita” dai turisti arriva direttamente alle donne tessitrici della Thailandia per dare sostegno anche alle loro numerose famiglie.

Per approfondimenti e dettagli https://tatnews.org/ - http://turismothailandese.it

Category_news: Arte, Cultura, Da visitare, Negozi
Tags: Villaggi