Upcycling the Oceans

Dopo il successo di Upcycling the Oceans, Tourism Authority of Thailand (TAT), nei giorni scorsi, ha ufficialmente lanciato l’iniziativa SAVE the Ocean & SAVE for Your Next Dive offrendo agli appassionati di immersioni sconti su viaggi in cambio di aiuto nel progetto di pulizia dell’ecosistema marino. 

I subacquei interessati sono incoraggiati a partecipare nel corso della loro permanenza in Thailandia seguendo tre semplici passaggi. In primo luogo, rivolgersi a uno degli operatori che prendono parte al programma. L'operatore di immersioni fornirà quindi una speciale borsa per la raccolta dei rifiuti da utilizzare nel corso delle immersioni. La borsa sarà restituita a fine attività in cambio di un timbro sul "Passaporto sub" per avere accesso a sconti speciali sul prossimo viaggio in Thailandia.

Gli operatori coinvolti si trovano tutti a breve distanza da Bangkok, sulla pittoresca costa orientale della Thailandia - da Ao Sattahip e Ao Samae San a Chon Buri, fino alla magica isola di Ko Samet e alla gemma nascosta di Hin Phloeng nella provincia di Rayong.

La campagna fa parte di "Upcycling the Oceans, Thailand" - un progetto nato dalla collaborazione tra TAT, PTT Global Chemical (PTTGC) e la Fondazione Ecoalf - che mira non solo a trasformare i detriti di plastica trovati nell'oceano in fili per fabbricare tessuti, ma anche a preservare il mare cristallino del Regno e le aree costiere incontaminate.

Per ulteriori informazioni e per l’elenco degli operatori partecipanti, visitare www.utodive.com

Category_news: Turismo
Tags: Mare