Simone Finetti

Un viaggio del gusto nella capitale thailandese tra esperienze innovative e l’incontro delle cucine del Bel Paese e della “Terra del Sorriso”. Dalla Thailandia al mondo. Parte tra i sapori e le atmosfere della grande megalopoli asiatica il tour di Bangkok promosso da Lufthansa con il patrocinio dell’Ente del Turismo Thailandese di Roma e del Well Hotel Bangkok.  Questa tappa fa parte del progetto della compagnia aerea Lufthansa #CityofTheMonth, nel quale sono protagoniste cinque città (Bangkok appunto, insieme a Francoforte, Cracovia, Rio de Janeiro e Berlino) alle quali sono associate cinque tematiche che verranno approfondite da testimonial d’eccezione. Il tema scelto per la tappa thailandese è il food. A scoprire i segreti della cucina di #TastyBangkok è stato il giovane chef Simone Finetti, partecipante alla 4° edizione di Masterchef Italia, secondo classificato nella prima edizione di Masterchef Italia All Stars e premiato anche come “primo master of pasta Italiano”.

In questo viaggio Simone ha visitato mete culturali, mercati, cucine di strada e ambienti di Bangkok che da sempre suscitano interesse nell’immaginario turistico, come il villaggio di Suan Sampran (Nakhon Pathom), il Coconut Garden e il centenario mercato di Chachoengsao, senza tralasciare la bellezza di Ayutthaya, del Grand Palace, China Town e il mercato di Chatuchak. Un vero e proprio tour della cultura Thai e del modo di mangiare di questo popolo, tra ricette tipiche del Sud-est asiatico e tradizioni del paese. #TastyBangkok non è stato solo un tour, ma una full immersion nel contrasto tra antico e moderno che caratterizza la capitale thailandese oggi. Il nostro Simone nel Sirocco SkyBar del Lebua Hotel, che gode di un’impareggiabile vista sulla città si è immerso nella vivace vita notturna della città, ma ha anche cucinato con le nonne thailandesi ricette popolari antiche, tramandate di generazione in generazione.

Bangkok ha mostrato la sua anima selvaggia a Suan Sampran, tra i frutti esotici e svelato luoghi come l’Hajime Robot Restaurant, nel quale si viene serviti da camerieri-robot immersi in un’atmosfera avveniristica. Quella del giovane chef romagnolo è una viscerale passione per la cucina. La sua grande curiosità, che lo ha guidato anche in queste esperienze, lo spinge a sperimentare e osare, creando nuovi sapori e affrontando ogni sfida con un coinvolgente entusiasmo. Un incontro ideale tra la cucina italiana, quella che appartiene al bagaglio professionale di Simone, e il mondo speziato delle tavole di Bangkok. Ma anche un “gemellaggio dei sapori” che si è avuto durante lo show-cooking al Well Hotel Bangkok, una struttura di lusso con tutti i comfort della compagnia Well Hotels & Resorts.

Grazie al patrocinio dell’Ente del Turismo Thailandese di Roma Simone ha collaborato con lo chef locale Ken Khayankai cimentandosi in un golosissimo show cooking che ha visto la creazione di una ricetta all’insegna dell’incontro tra Italia e Thailandia: il Liquid Egg Raviolo Thai Style. Gli avventori del ristorante Eat Well Café al Well Hotel Bangkok Sukhumvit potranno assaggiare la creazione di Simone dal 1 agosto fino al 31 ottobre. Il Marketing Director dell’hotel, Supa-arpha Itthikaiwan, si è dichiarata “molto soddisfatta del lavoro in sinergia con il talentuoso chef Simone Finetti finalizzatosi con una creazione di alta cucina realizzata appositamente per l’Eat Well Cafè”.

Category_news: Intrattenimento, Turismo