La Thailandia è un luogo ideale per coloro che trascorrono le vacanze con la famiglia grazie alle numerose scelte di viaggio ed alle offerte adatte ai bambini. Verrete inoltre accompagnati durante il vostro soggiorno dalla calorosa e amichevole accoglienza tipica delle genti di questo paese: l’importanza che si da alla famiglia nella vita tradizionale thailandese vi farà sentire a casa. Qualsiasi genere di svago cerchiate – mare o montagna, natura o cultura, relax o avventura – la Thailandia garantirà alla vostra scelta una grande varietà di occasioni per realizzare la vostra vacanza da sogno.

Relax sul mare

In Thailandia troviamo un numero imprecisato di spiagge e isole. Potrete nuotare in un’acqua cristallina e tiepida, tuffarvi in un mare variopinto, scavare nella sabbia per costruire castelli oppure esplorare la costa in barca. Queste esperienze renderanno la vacanza indimenticabile per tutta la famiglia. Gli amanti delle attività balneari possono godersi la spiaggia, la sabbia ed il sole tutto l’anno, avendo cura di preferire per il periodo che va da febbraio a settembre la costa orientale del Golfo della Thailandia e per il periodo che va da ottobre ad aprile il Mare di Andaman, sulla costa occidentale, particolarmente bello in questo periodo.

Le spiagge nel Golfo della Thailandia hanno caratteristiche diverse rispetto a quelle del Mar di Andaman. Non lontano da Bangkok si trovano litorali tranquilli come a Cha-am, nella provincia di Petchaburi, e Hua Hin nella provincia di Prachuap Khiri Khan. Qui tutta la famiglia può trascorrere momenti rilassanti passeggiando sul lungomare, praticando il kite-boarding o andando a cavallo. Un’altra destinazione popolare è Pattaya nella provincia di Chon Buri. In questa località balneare famiglie e bambini possono svagarsi praticando sport acquatici e le più disparate attività ricreative. Koh Samet è un’isola rilassante, situata nella provincia di Rayong. E’ il luogo adatto per dimenticare i problemi e farsi cullare dalla brezza del mare. Il parco nazionale marino di Muko Chang più a sud nella provincia di Trat offre intrattenimenti per l’intera famiglia: che si voglia oziare sulla spiaggia, esplorare la jungla pluviale o uscire in barca per un’eccitante pesca notturna ai calamari. Per un viaggio ancora più vibrante e completo vi consigliamo di recarvi nella provincia di Surat Thani: l’isola di Samui è un famoso paradiso tropicale che propone attività emozionanti per soddisfare i desideri degli amanti della natura e delle escursioni all’aperto. Oltre ai giochi in spiaggia, i bambini possono facilmente vedere le scimmie ed altri animali selvatici mentre i genitori troveranno sicuramente il tempo di farsi coccolare in una delle fantastiche Spa presenti sull’isola. A solo 30 minuti di barca a nord di Koh Samui, incontrerete l’isola di Pha-ngan, ove potrete scegliere tra l’oziare su una magnifica spiaggia da cartolina o sfidare le vostre abilità avventurandovi nella foresta o facendo sport acquatici. Gli appassionati delle immersioni non devono lasciarsi sfuggire Koh Tao, una piccola isola a forma di tartaruga: la migliore destinazione per il diving nel Golfo. Anche i bambini ed i meno esperti indossando una maschera, uno snorkel e le pinne, potranno esplorare le trasparenti acque a ridosso della barriera corallina ed ammirare pesci di tutte le forme e colori.

Sulla costa occidentale della penisola si estende il Mare di Andaman, ecosistema che ospita varie splendide isole. La provincia di Phuket offre alle famiglie l’opportunità di svolgere diversi tipi di sport acquatici come surfing e snorkeling e gustare la bellezza di spiagge famose come Kamala, Kata e Patong. Così come la provincia di Krabi che offre esotiche lingue di sabbia e tantissime isole adatte anche ai più piccoli: Hat Nopparat Thara, il parco marino nazionale Phi Phi, la spiaggia di Ao Nang e il parco marino nazionale Muko Lanta. Le sabbie brillanti e le onde spumose del parco marino nazionale Muko Similan, Khao Lak e del parco marino nazionale Muko Surin nella provincia di Pang-nga attraggono bambini che trascorrono il loro tempo all’aperto creando sculture di sabbia o tuffandosi nell’acqua sempre tiepida. Qualsiasi lato della penisola scegliate, tutti i membri della famiglia avranno l’imbarazzo della scelta sulle infinite attività da praticare, adatte ad ogni età e gusto.

Esperienze nella natura lussureggiante

Un campeggio sotto le stelle, osservare gli uccelli, fare rafting e free climbing sono alcuni esempi d’attività all’aperto da praticare durante le vacanze in Thailandia.

Doi Inthanon, in provincia di Chiang Mai, rappresenta il punto più alto del paese. Coperto gran parte dell’anno dalle nuvole, offre alle famiglie che pernotteranno nel campeggio, un risveglio avvolto in un mare di nebbia. Vale sicuramente la pena percorrere il sentiero naturale di Ang Ka per osservare durante il percorso numerose varietà di piante e alberi, mentre la foresta coperta dal muschio offrirà ai bambini un’atmosfera onirica di sicuro impatto. Doi Luang Chiang Dao, nella provincia di Chiang Mai, lancia una sfida a tutti coloro che vogliano cimentarsi nella conquista della cima del monte. La fatica profusa per arrivare in vetta sparirà improvvisamente quando vi troverete davanti uno degli spettacoli naturali più belli che il Regno possa offrire.

Le famiglie più coraggiose possono misurarsi in un’attività molto eccitante chiamata “Flight of the Gibbon” (http://www.segwaygibbon.com/) , ovvero il volo del gibbone praticata prevalentemente nella provincia di Chiang Mai. A questa esperienza di volo attraverso la foresta possono partecipare anche i bambini oltre 5 anni. Consiste nel lasciarsi scivolare appesi tutti insieme ad una corda tesa e sospesa tra gli alberi. A Nakon Nayok è possibile scegliere tra una vasta gamma di attività che coinvolgono le famiglie con ragazzi più grandi. Genitori e figli possono divertirsi a scendere giù in cordata per la cascata Than Rattana o dedicarsi al rafting sul fiume Nakon Nayok. Prachinburi è un’altra destinazione che riuscirà a soddisfare la vostra voglia di emozioni facendo rafting a Kaeng Hin Phoeng (https://khaoyaiguide.com/2011/02/02/rafting-khao-yai-kaeng-hin-phoeng-rapids/) o presso il Parco Nazionale Thap Lan. Un’esperienza più forte e per i più esperti è l’arrampicata su roccia che si effettua a Krabi presso la spiaggia di Railay lungo le pareti di granito perpendicolari alla battigia, con il mare sullo sfondo. Il Parco Nazionale Khao Yai, patrimonio mondiale dell’UNESCO, nella provincia di Nakhon Ratchasima e il Parco Nazionale Kaeng Krachan nella provincia di Phetchaburi sono posti ideali per invogliare i bambini a partecipare ad attività di osservazione degli uccelli e delle farfalle. In questi parchi i visitatori praticano normalmente il trekking o visitano le cascate circostanti. Con un po’fortuna si possono scorgere alcune specie di animali selvaggi come elefanti e scimmie.

Le meraviglie dell’arte e della cultura

Le pitture murali nei templi narrano di eventi salienti, della storia della Thailandia, della letteratura e/o delle credenze religiose buddiste. Quasi ogni tempio del paese offre ai visitatori l’opportunità di scoprire delle storie magnifiche rappresentate attraverso lavori artistici di indiscusso valore. Il complesso architettonico del tempio Wat Phra Kaeo (Tempio del Buddha di Smeraldo) nel Grand Palace a Bangkok è un must per coloro che desiderano esplorare le meraviglie dell’arte e della cultura Thailandese. Il Wat Po, un altro tempio famoso, è rinomato specialmente per la Scuola Tradizionale di Massaggio Thailandese ove gli avventori adulti possono farsi manipolare dalle sapienti mani dei terapisti del tempio mentre i bambini rimarranno sbalorditi di fronte all’enorme statua del Buddha sdraiato e delle guardie giganti che sorvegliano le entrate. Una visita al Museo delle Arti del Regno, presso la Sala del Trono Ananda Samakhom, vi stupirà con capolavori delle arti thailandesi mentre la Villa Vimanmek, un antico palazzo reale, rappresenta l’unico, meraviglioso esempio di palazzo costruito interamente in legno teak senza l’utilizzo di un solo chiodo o vite! Il Siam Museum offre alla vista particolari capolavori dell’arte e della cultura Thailandese attraverso rappresentazioni multimediali e giochi interattivi. Per ricevere più informazioni sulla storia, arte e cultura nazionale soprattutto durante il regno di Rattanakosin, visitate la Sala dell’Esposizione Nitasrattanakosin dove l’intera famiglia sarà coinvolta in attività interattive e autodidattiche, usando apparecchiature digitali e multimediali.

Nella regione settentrionale, una visita al Museo dell’Oppio nella provincia di Chiang Rai è il modo migliore per vivere un’esperienza di sicuro impatto sull’uso di questa droga letale: è operativo, infatti, un percorso educativo e visivamente dinamico della storia e degli effetti letali dell’oppio. Nei siti storici di Sukhothai e Si Satchanalai nella provincia di Sukhothai e nel sito storico di Ayutthaya più a sud, le famiglie avranno la possibilità, seguendo un tragitto da fare in bicicletta, di ripercorrere le tracce della storia della Thailandia e dei suoi abitanti ammirando le rovine degli imponenti templi e dei palazzi antichi dichiarate patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Nella regione nord-orientale si trovano altri siti archeologici eccezionali, qui i visitatori noteranno l’influenza Khmer nell’architettura delle rovine antiche, stupendi esempi sono il sito storico di Phanom Rung nella provincia di Buri Ram ed il sito storico Phimai nella provincia di Nakhon Ratchasima. Per stimolare l’interesse dei più piccoli è consigliabile una gita nel Parco Nazionale di Phu Wiang nella provincia di Khon Kaen e una visita al museo Sirindhorn e del sito archeologico Phu Khum Khao nella provincia di Kalasin dove i bambini potranno ammirare estasiati i resti fossili di dinosauri che sicuramente sapranno catturare la loro attenzione. I ragazzi passeranno delle ore a curiosare tra gli scheletri delle varie specie di dinosauri a dimensione reale attratti dall’alone di mistero che da sempre circonda questi rettili primitivi. Il Sito Archeologico Baan Ciang nella provincia di Udon Thani è riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio mondiale dell’umanità per la scoperta in loco di vasi e oggetti di terracotta preistorici dipinti con motivi particolari. Questo sito offre alle famiglie la possibilità di ampliare le proprie conoscenze sui tesori storici della Thailandia.

Vivere ed imparare il modo di vivere thailandese

Ci sono numerosi luoghi dove le famiglie possono osservare la Thai way of life quotidiana. A Doi Mae Salong nella provincia di Chiang Mai nelle aree montuose del Nord, gli abitanti delle tribù sono amichevoli e gentili verso i turisti, con essi, le famiglie si potranno divertire a praticare le attività agricole tipiche del luogo nelle piantagioni di caffe’ e tè, imparando a conoscere alcune caratteristiche della cultura tribale. A Baan Mae Kampong (http://www.chiangmai-chiangrai.com/baan_mae_kampong.html) in provincia di Chiang Mai si insegna volentieri ai visitatori la tradizione locale mentre i bambini possono provare ad apprendere le basi della lingua autoctona insieme ai bimbi del posto. Gli appassionati di elefanti non perderanno certo l’occasione di stare vicino a questi superbi animali che da sempre hanno rivestito una parte importante nella vita e nel costume thailandese. Per coloro che volessero approfondire questo aspetto, c’è la possibilità di vivere l’esperienza dei “mahout”. I membri della famiglia potranno provare l’esperienza davvero unica di rivestire il ruolo di mahout ed imparare a guidare gli elefanti, usare il linguaggio dei comandi e prendersi cura dei pachidermi nutrendoli, lavandoli e strigliandoli. In effetti, una vacanza in Thailandia non sarà mai completa senza aver provato un’esperienza del genere. Praticamente in tutto il Paese è possibile trovare parchi ed elephant camp. Eccone alcuni: Maetaeng Elephant Park, Mae Sa Elephant Camp, Maetaman Elephant Camp e Chiang-Dao Elephant Training Centre. Mentre per coloro che desiderano vivere un’esperienza più intima con questi adorabili giganti consigliamo il Patara Elephant Farm e l’Elephant Life Experience nella provincia di Chiang Mai e il National Elephant Institute (Centro per la Conservazione degli Elefanti Thailandesi – (http://www.thailandelephant.org/en/ ) nella provincia di Lampang.

La regione centrale è il grande granaio di riso del paese, attraversata com’è da molti fiumi e canali. Le famiglie potrebbero godersi la vita tradizionale locale, pernottando in un home-stay sul fiume e facendo un giro in bicicletta per i frutteti di Amphawa nella provincia di Samut Songkram. Durante il fine settimana, Amphawa diventa un mercato galleggiante affollato in cui si possono assaggiare piatti gustosi, preparati e cucinati nelle barche mentre i bambini possono deliziarsi con vari tipi di dolci tradizionali e locali. Il mercato galleggiante Damnoen Saduak nella provincia di Ratchaburi è un’altro luogo in cui i viaggiatori possono tuffarsi nella folla e vivere esperienze indimenticabili oppure acquistare direttamente dalle barche cibo, frutta e verdura.

La regione meridionale possiede diversi stili di vita, tutti affascinanti. Ban Khiriwong nella provincia di Nakhon Si Thammarat è una comunità attiva dove i visitatori possono partecipare al lavoro nei frutteti, tingere le stoffe e trasformare la polpa del frutto di mangosteen in saponette. Ci sono altri villaggi come ad esempio la comunità eco-turistica Li Let nella provincia di Surat Thani, la comunità Ban Bang Rong nella provincia di Phuket e la comunità di Ban Thung Nang Dam nella provincia di Pang-nga ove si partecipa comunemente alle battute di pesca insieme agli abitanti locali. I genitori avranno l’opportunità di osservare come si lavora nelle piantagioni di alberi della gomma, i ragazzi, invece, saranno meravigliati dalle scimmie impegnate a staccare le noci dalle palme da cocco! Il Koh Yao Noi Community Based Eco-tourism Club (http://www.koh-yao-noi-eco-tourism-club.com/) sorge su una stupenda isoletta nella provincia di Pang-nga e mette a disposizione degli appassionati di pesca tutti gli attrezzi necessari per per lo svolgimento di questo sport. I turisti possono alloggiare presso le famiglie di pescatori con la formula home-stay. Con loro si imparano le tecniche tradizionali della pesca, si esplorano le piantagioni di alberi di cocco e della gomma, si imparano i rudimenti del processo di lavorazione del batik. Una visita a Ko Yao Noi è il modo migliore per insegnare ai bambini ad essere responsabili nei confronti della natura e della società in cui ci troviamo dato che lo stile di vita dei locali è semplice e basato sulla conservazione dell’ambiente e della cultura.

Attività eccitanti

E’ risaputo, in qualsiasi parte del mondo si trovino, i bambini non sono mai sazi di parchi, giochi e spettacoli teatrali. Dream World (www.dreamworld-th.com) è uno dei mega parchi-divertimento per ragazzi presenti a Bangkok. Il Parco Siam City (www.siamparkcity.com) con degli enormi scivoli spiraleggianti che terminano in una grande piscina, offre ai bambini l’opportunità di fare il bagno senza doversi recare fino al mare. Spettacoli adatti a tutta la famiglia sono senz’altro quello offerto dal Siam Niramit (www.siamniramit.com) a Bangkok e dal Rose Garden Riverside (www.rosegardenriverside.com) nella provincia di Nakhon Pathom. A Phuket non dovrete perdervi il Fantasea: un parco a tema che propone una bizzarra combinazione tra teatro, spettacoli culturali e illusionismo ad alta tecnologia.

Gli amanti degli animali sono nel luogo giusto in Thailandia. Nel paese numerosi sono gli zoo, gli acquari ed i parchi adatti ai giovani. Il Siam Ocean World (www.siamoceanworld.co.th) a Bangkok oppure Underwater World e Cartoon Network Park (www.cartoonnetworkamazone.com) a Pattaya sono modi divertenti per far conoscere ai vostri ragazzi varie specie di animali marini. Mentre a Safari World (www.safariworld.com) le famiglie si avventureranno in un parco all’aperto per osservare animali selvaggi provenienti da tutto il mondo, zebre e leoni inclusi. Una gita a Pattaya nel Sriracha Tiger Zoo permette ai bambini di farsi foto con le tigri e nutrirle. Al Khao Kheow Open Zoo la famiglia può incontrare una grande varietà di animali esotici ed anche tigri, leopardi, rettili, uccelli e persino i pinguini in un ambiente naturale (www.kkopenzoo.com). Non molto lontano da Bangkok troverete il Crocodile Farm and Zoo nella provincia di Samut Prakan in cui vivono migliaia di coccodrilli, elefanti e serpenti. Così come al Samphran Elephant Ground and Zoo (www.elephantshow.com) nella provincia di Nakhon Pathom dove si puo’ assistere a spettacoli con elefanti e coccodrilli. La provincia di Chiang Mai è una destinazione popolare per i bambini che amano i panda. Qui è possibile far visita a Lin Ping, una cucciola di panda nata in cattività. Chiang Mai Night Safari (www.chiangmainightsafari.com) infine, regala l’esperienza insolita ed eccitante di osservare gli animali selvatici di notte. La Muai Thai, ormai famosa in tutto il mondo, è un’attività sportiva che può intrattenere l’intera famiglia. Ci sono diverse, ottime scuole di Muai Thai che offrono corsi per chi desidera iniziarsi a questa forma di autodifesa in tutto il Regno. Ci si può dedicare anche ad altre attività sportive come go-karting, quad, bungee jumping, il kite-surf, equitazione. La vacanza non sarà completa senza lo shopping e la Thailandia offre enormi opportunità in questo campo ovunque ed a tutte le ore della giornata. Bangkok è un vero paradiso degli acquisti e garantisce la soddisfazione dei genitori e dei ragazzi con infinite proposte. Le aree più gettonate sono Ratchaprasong, Siam Square, Khao San, Silom, Pratunam, Sukhumvit e Chatuchak. Le altre città turistiche come Chiang Mai, Pattaya, Hua Hin, Samui e Phuket con i loro centri commerciali, strade e mercati notturni riescono a saziare le voglie d’acquisto più sfrenate.