Sukhothai-Wat Sri Chum-Phra Achana
Sukhothai-Wat Sri Chum-Phra Achana
Wat Sri-Chum

Per raggiungere questo stupendo complesso templare si deve uscire dalle antiche mura che delimitavano il nucleo principale della citta’ e dirigersi verso nord. Il Wat Sri Chum risale ad un periodo piu’ tardo rispetto ai complessi principali del Parco Storico ed e’ relativo ad una fase di perdita di peso politico della citta’ in ambito regionale che coincide con una intesificazione a Sukhothai dell’attivita’ religiosa. Tutto questo avviene nel corso della seconda meta’ del XIV secolo, poco tempo prima della conquista della citta’ da parte del regno rivale di Ayuttaya che da li’ a breve riportera’ su tutta la pianura del Chao Praya lo stretto ordine gerarchico e dispotico tipico di Angkor.

Sono anni durante i quali e’ al trono Re Li Thai, un pio ed appassionato studioso del culto buddista che durante il suo regno realizzera’ un’opera letteraria di assoluto spessore internazionale: il Tribhumikata, attraverso il quale egli reinterpreta ed elabora la visione dell’universo Buddista e del suo evolversi. Li Thai chiude il suo trattato con la nefasta premonizione della completa distruzione del culto che avverra’ nell’anno Buddista 2000, cioe’ 99 anni dopo la stesura del trattato stesso.

Sono questi gli anni che vedono anche l’arrivo dallo Sri Lanka di celebri monaci i quali portano la stuttura tipicamente Singalese del culto Hinayana e definito come Buddismo Therawada. E’ ad uno di essi, l’abate Sri Sattha, che Re Li Thai concede la costruzione del Wat Sri Chum il quale diverra’ la dimora permanente dell’alto prelato. La gigantesca statua del Buddha in Bhumisparsa Mudra alta ben 15 metri e che troneggia all’interno delle strette mura che lo accerchiano, distoglie l’attenzione del visitatore dall’elemento architettonicamente piu’ imporante del complesso.

Questo elemento e’ costituito dalle mura stesse. Una loro attenta osservazione permettera’ di notarne l’inusuale spessore. Queste mura racchiudono infatti al loro interno uno stretto cunicolo che porta fino alla loro sommita’. Il soffitto di ogni gradino del cunicolo e’ rivestito con lastre di alabrastro, ognuna delle quali porta incisa la storia di una delle vite del futuro Buddha precedenti alla nascita di Siddarta. Queste storie sono note come Jatakas. Gli antichi scritti Buddisti ne hanno canonizzate ben 543. I gradini del cunicolo, e quindi le vite qui rappresentate, sono non piu’ di un centinaio. Da qui l’ipotesi che la costruzione sia incompleta e che il progetto originario prevedesse un innalzamento ulteriore atto a contenere tutte le storie. Questo avrebbe fatto del Sri Chum una delle costruzioni religione in assoluto piu’ grandi al mondo.

Perche’ celare le Jatakas all’interno delle mura e precluderle alla vista? Gli storici odierni non sono ancora giunti ad una interpretazione comune ma e’ possibile che Re Li Thai abbia voluto proteggere il messaggio buddista in esse contenuto contro la distruzione che egli stesso aveva da li’ a poco ipotizzato. Un ulteriore cunicolo che gli archeologi non hanno ancora potuto esplorare conduce con ogni probabilita’ ad una stanza sotterranea posta sotto la gigantesca statua in Bhumisparsa. Gli studiosi sono certi che in questa stanza Li Thai abbia celato la Sacra Reliquia che Sri Sattha aveva portato con se’ dallo Sri Lanka.

Orario: Tutti i giorni dalle 06:30 alle 21:00
Indirizzo: Mueang Kao, Mueang Sukhothai District, Provincia di Sukhothai 64210
Tel: +66 99 734 4921

Collocazione: Wat Si Chum si trova nell’area settentrionale del parco storico, poco al di fuori delle mura dell’antica città.