Home > Il viaggio > Kanchanaburi

Kanchanaburi



Kanchanaburi
La provincia vanta cascate e grotte tra le più belle della Thailandia nei suoi parchi nazionali, così come il ponte storico che attraversa il fiume Kwai...
 
Kanchanaburi si trova a 130 chilometri a ovest di Bangkok, a solo due ore di auto. Questa piccola città, è il terzo capoluogo di provincia più esteso della Thailandia, copre quasi 20,000 km2. Si estende fino all’estremo ovest e fa da confine con il Myanmar. La provincia vanta cascate e grotte tra le più belle della Thailandia nei suoi parchi nazionali, così come il ponte storico che attraversa il fiume Kwai e sport eccitanti come il rafting. Inoltre, è un luogo ideale per esplorare la campagna thailandese senza allontanarsi troppo da Bangkok. Kanchanaburi ha molti aspetti caratteristici, uno di questi è rappresentato dalla possibilità di alloggiare nelle tipiche case-chiatte galleggianti sul fiume. Vi sono diversi posti che meritano d’essere visitati ma in cima alla classifica della popolarità stanno il ponte e il museo della guerra che testimoniano la costruzione dell’infame “Ferrovia della Morte”, la quale attraversa il fiume Kwai e il Myanmar, durante la Seconda Guerra Mondiale. Splendidi templi e siti storici sorgono tra le colline e le valli, e i paesaggi lussurreggianti sono ideali per la corsa in bicicletta, il trekking, le escursioni sul gommone o le gite sull’elefante.
 
Luoghi di interesse della città
Il Ponte sul fiume Kwai
Situato a nord della città, il ponte è reso famoso dal film “Il ponte sul fiume Kwai” del 1957 di David Lean. Nonostante il film abbia usato per le riprese un ponte di legno adiacente al primo che fu costruito precedentemente. Entrambi i ponti furono seriamente danneggiati dall’attacco aereo degli Alleati nel 1944 e nel 1945, ma diverse archate del ponte in ferro rimasero in buone condizioni, e per questa ragione, venne riparato dopo la guerra. Il ponte era il punto chiave della cosìdetta “Ferrovia della Morte” che collegava la Thailandia con il Myanmar, fu costruito con l’intenzione di fornire una linea di collegamento a disposizione per le truppe giapponesi nel Myanmar. La costruzione fu completata con la perdita di numerosi prigionieri di guerra e di operai locali, costretti al lavoro forzato sotto il controllo delle truppe giapponesi. La ferrovia fu usata soltanto un paio di volte prima della resa del Giappone. Successivamente il percorso venne distrutto dai britannici, facendo sì che diventasse inoperativo. Oggi è possibile oltrepassare il ponte a piedi o col treno che percorre circa 100 chilometri a nord-ovest sulla strada verso una cascata. I passeggeri, appasionati del treno a vapore, avranno il piacere di vedere qualche macchinario risalente all’epoca della Seconda Guerra Mondiale, esposto vicino al fiume. Coloro che hanno un particolare intreresse per la storia di questa zona, dovrebbero visitare la città durante il periodo del Festival del ponte sul fiume Kwai, verso la fine del mese di novembre di ogni anno.
 
Museo della guerra “JEATH”
“JEATH” è una sigla che si riferisce alle sei nazioni, coinvolte nella costruzione della Ferrovia: Giappone, England, America, Australia, Thailandia e Olanda. Il museo si trova a sud del centro della città, accanto al tempio Wat Chaichumphon, mostra una fotografia vivida delle terribili condizioni nelle quali vivevano i prigionieri Alleati durante la guerra. L’edificio del museo è una copia delle lunghe capanne di bamboo che venivano usate per alloggiarvi i prigionieri. Nell’esposizione si mostrano disegni, fotografie e articoli dei giornali dell’epoca che raccontano dettagliatamente i metodi crudeli di tortura adottati dai giapponesi. Il museo è aperto ogni giorno dalle 8.30 alle 18.00.
 
Museo della Seconda Guerra Mondiale
Questo museo, posizionato a sud del Ponte, contiene cimeli di guerra sotto forma di involucri di bombe, fotografie e disegni di quel periodo, statue dei capi bellici più importanti, e più di 100 scheletri di operai asiatici, trovati in una fossa comune. In un altro edificio sono esposti le statue di Budda, l’armatura thailandese dall’epoca di Ayutthaya e i ritratti dei re della Thailandia. Il museo è aperto dalle 8.30 -alle 18.00.
 
Cimitero della Guerra di Kanchanaburi
Probabilmente ancora più toccanti del Ponte e dei musei sono le tombe di pietra el cimitero, vicino alla stazione del treno. I resti di quasi 7,000 prigionieri Alleati sono sepolti qui; molti epitaffi non sono identificati mentre numerosissimi danno informazioni dettagliate sui soldati, mostrando che gran parte di loro era veramente giovane. La cerimonia della memoria si svolge ogni anno nel giorno di Anzac ovvero il 25 aprile.
 
Wat Tham Mangkon Thong
Situato a 5 chilometri ad est della città, l’attrazione principale di questo tempio è “la monaca galleggiante”: una monaca buddista che regolarmente quando medita, galleggia in una vasca. Il tempio si trova nei pressi di una collina dove, più in alto si trovano delle grotte che offrono un panorama suggestivo della zona.
 
Museo nazionale di Ban Kao
Dista a 8 chilometri da Prasat Mueang Sing e 35 chilometri dalla città di Kanchanaburi, e si affaccia anche sul fiume Kwai Noi. Il museo è costruito vicino ad un sito archelogico del Neolitico, scoperto da un prigioniero Alleato di guerra durante la costruzione della Ferrovia della morte. Circa 4,000 anni fa, l’uomo neolitico viveva, si spostava e cacciava intorno ai fiumi Kwai e Kwai Noi, e si riparava sotto le rocce o dentro le grotte circostanti. Il museo di Ban Kao possiede i resti di scheletri, ciotole, punte di freccia, gioielli fatti da ossa di animale e altri manufatti risalenti a quell’epoca.
 
Luoghi di interesse della provincia
Parco nazionale di Erawan
La Thailandia ha più di 100 parchi nazionali, e uno dei più visitati tra questi è il parco di Erawan: si trova a 65 chilometri a nord-ovest di Kanchanaburi, quindi a un ora e mezzo di auto. Frotte di visitatori vengono ad ammirare le cascate di sette piani che danno anche il nome al parco di 550 km2. Il livello più alto, si dice che assomigli alle tre teste dell’elefante, di nome “Erawan” in Thai, guidato da Indra nella Mitologia indu. Acque color turchese torbido scendono nelle vasche naturali, formando così una scenografia spettacolare che, per molti rappresenta il complesso di cascate più bello di tutta la Thailandia. Varie piscine sotto le cascate sono ideali per fare il bagno, in particolare al secondo livello. Il posto è meno affollato durante la settimana. A 10 chilometri dalla sede principale del parco si trova Tham Phrathat, una grande grotta adornata con meravigliosi stalattiti.
Telefonare allo 0 2562 0760.
 
Parco nazionale di Srinagarindra
Situato appena a nord del parco di Erawan, copre più di 1,500 chilometri km2. Dato che è più difficile da raggiungere rispetto al parco di Erawan, esso è meno visitato, ma non per questo offre meno attrattive speciali. Namtok Mae Khamin è una cascata del parco che ha sette livelli come Namtok Erawan ed è la sua rivale più prossima per bellezza. Mentre le acque della cascata Erawan hanno un grazioso colore turchese chiaro, qui invece la corrente scorre sopra una superficie di rocce color caramello e scende verticalmente, creando un punto panoramico stupefacente. Per arrivare alla cascata, il modo più facile è percorrere il tragitto in barca, per due ore circa, attraversando la Diga di Srinagarindra, un paesaggio unico dove spuntano alberi dalle acque trasparenti. Telefonare allo 0 2562 0760.
 
Bo Phloi
Dista 40 chilometri verso nord da Kanchanaburi, nel piccolo paese di Bo Phloi c’è il Centro di lavorazione di gioielli artigianali dove le pietre di zaffiro blu vengono trasformate in preziosi anelli e pendenti.
 
Parco Safari di Kanchanaburi
Vicino al villaggio di Bo Phloi, questo parco safari offre una vasta gamma di mammiferi africani ed asiatici come leoni, tigri, orsi, giraffe e zebre. È aperto dalle 9.00 alle 18.00. Telefonare allo 0 3462 8270-1
 
Parco nazionale di Chaloem Rattanakosin
Questo piccolo parco si trova a meno di 100 chilometri a nord di Kanchanaburi e si estende su un terreno di circa 59 km2 soltanto. Comunque, ha due grotte e diverse cascate, collegate da un sentiero che parte dalla sede centrale del parco. Alloggi sono disponibili. Telefonare allo 0 2562 0760
 
Gite in barca
Un altro modo rilassante per ammirare i dintorni di Kanchanaburi è partecipare ad una gita sulle chiatte, alla quale generalmente sono incluse visite ai luoghi d’interesse dei dintorni, un piacevole pranzo, e un pernottamento sui barconi. Per coloro che hanno poco tempo a disposizione, possono noleggiare una barca long-tail (a coda lunga) per visitare una grande varietà di luoghi lungo il fiume. Per ulteriori informazioni, contattare qualsiasi hotel o guest house oppure l’ufficio TAT a Kanchanaburi; telefonare allo 0 3451 1200
 
Parco nazionale di Sai Yok
Le grotte,le cascate e le foreste di teak fanno di questa area di 500 chilometri quadrati situata a circa 100 km a nord-ovest di Kanchanaburi una destinazione molto conosciuta che offre alloggi confortevoli nelle chiatte sul fiume. Uno dei luoghi più suggestivi del parco è la zona del Namtok Sai Yok Yai, le cui acque si riversano impetuosamente nel fiume Kwai Noi. Le cascate possono essere viste dal vicino ponte sospeso, oppure potete portarvi sotto di loro per una vigorosa doccia. Un’altra piccola curiosità è Tham Daowuadueng tutto disseminato di stalattiti. Sia le cascate che la grotta sono meglio raggiungibili con la barca che potete noleggiare al parco. Sebbene voi probabilmente non possiate coglierne la presenza, il parco è la residenza del più piccolo mammifero al mondo il “pipistrello dal naso di porco” il cui peso è inferiore ai 2 grammi. Tel: 0 2562 0760
 
Parco storico di Prasat Mueang Sing
Costruito intorno alla fine del dodicesimo secolo, questo luogo fù un tempo l’avamposto più occidentale dell’impero Kmer, strategicamente situato sulle rive del fiume Kwai Noi a 43 km ad ovest di Kanchanaburi. Il complesso del tempio al centro di questo sito è stato restaurato per dare l’idea della dimensione originale della struttura dove sono ancora visibili pochi resti di stucco ornamentale originario. Aperto dalle ore 09.00 del mattino alle ore 04.30 del pomeriggio.
 
Gite in treno alle Cascate
Uno dei modi migliori per visitare la campagna intorno alla città è quello di approfittare di un viaggio di due ore col treno che parte tre volte al giorno da Kanchanaburi fino alle cascate. I treno si ferma regolarmente alla stazione di ogni villaggio caratteristico, il colpo d’occhio sulla parte sinistra è particolarmente suggestivo quando il percorso si incunea in strette gole circondate da pareti di rupi scoscese. La più famosa attrazione è Namtok Sai Yok Noi, situato a pochi chilometri a nord della città, gli affitta barche offrono piccole escursioni su e giù per il fiume in attesa che il treno ritorni.
 
Sangkla Buri
Questa piccola città che dista 224 km direzione nord ovest da Kanchanaburi e molto vicina alla frontiera con il Myanmar è il territorio di un mix di etnie Thai, Mon e Karen. Situata all’estremo nord del Vajiralongkorn oppure Khao Laem Dam, una vasta distesa d’acqua che si protende per più di 70 km verso sud. A causa della sua lontananza riceve pochi turisti, coloro che vi si recano, qui, possono godere di rilassanti viaggi in barca attorno al lago, organizzati dai pochi ristoratori e locandieri della città.      
 
Museo del “Passo del Fuoco infernale”
A circa 80 km a nord ovest di Kanchanaburi, il terreno più duro e difficile incontrato nella costruzione della “Ferrovia della Morte”. fù soprannominato da quelli che vi stavano lavorando, strappando via a colpi di piccone la solida roccia, “Passo del Fuoco infernale”. Qui il Museo della Memoria aperto dalle ore 09.00 del mattino alle ore 04.00 del pomeriggio, è forse il migliore di quelli esistenti nella regione, combina un insieme di mappe, cimeli di guerra, modelli, foto e ricordi dei sopravvissuti. Un tratto di quattro chilometri dal museo porta lungo una parte di percorso della vecchia ferrovia che attualmente e stata ristrutturata.
 
Wat Wang Wiwekaram
Questo grande tempio situato nella periferia sud di Sangkhla Buri costeggia Vajiralongkorn o Khao Laem Dam. Il complesso è costruito in un inusuale stile architettonico Buddista, misto di Thai, Indiano e Birmano. Il primate di questo luogo “Luangpho Uttama” è molto riverito tra la popolazione locale, incluse le tribù ed i birmani residenti.
 
Il Ponte di Mon
Un altro nome del ponte è “Uttamanuson”. Unisce Sangkhla Buri con un villaggio Mon, lungo 850 metri costruito in legno attraversa il fiume Songkaria ed è un famoso luogo panoramico che domina il punto di incontro di tre fiumi: Songkaria, Bikhli e Ranti.
 
Passo delle Tre Pagode
Luogo di frontiera tra la Thailandia ed il Myanmar riceve il nome da tre piccole ma importanti, dal punto di vista storico, pagode. Costruite nel diciottesimo secolo come gesto di pace tra queste popolazioni vicine molto bellicose. Il passo è a circa 1.400 metri s.l.m., ed è spesso avvolto dalla foschia.
 
Eventi Speciali
Festival del Ponte sul fiume Kwai
Ultimi di Novembre-Primi di Dicembre
Il Ponte sul fiume Kwai a Kanchanaburi è tutte le sere, la scena di una spettacolare rappresentazione continua di luci e suoni che rappresentano il ruolo svolto da questa regione durante la guerra.
Questo festival è molto popolare, quindi è consigliabile prenotare gli hotels ed i mezzi di trasporto un bel po’ di tempo prima.
 
Interessi particolari
Golf
A Kanchanaburi ci sono molti splendidi circoli di golf; in alcuni casi si trovano in un’area riservata dei resort o dei clubs sportivi i quali offrono inoltre molte comodità come piscina, centri di fitness e lussuosi appartamenti. Mentre nei giorni feriali questi luoghi non sono molto frequentati, per i fine settimana invece è consigliabile prenotare in anticipo. Qui di seguito i riferimenti per le prenotazioni:
- Evergreen Hill Golf Club, 152 Mu 5, Amphoe Tha Muang Tel: 0 2941 2801-5, 0 1928 1992, 01829 7512, Fax: 0 1210 3828, 0 2941 2810.
 
- Grand Garden Resort and Golf Club, Kanchanaburi-Ban Kao Road, Amphoe Mueang, Prenotazioni Tel: 0 2243 0742-3, 02241 5562 Fax: 02243 5819
 
- Green World Hot Spring Hotel Resort and Golf Club, Route 323, Km. 107 Amphoe Thong Pha Phum Tel: 0 3453 1382-3 Prenotazioni Tel: 0 2539 4613-6, 0 2539 2865-6, Fax: 0 2539 1946
 
- Home Phu Toey, 118 Mu 8, Ban Phu Toei, Amphoe Sai Yok, Tel: 0 2955 1425, Prenotazioni Tel: 0 2621 1510-3, Fax: 0 2621 1514
 
- Khao Laem Golf Course, Amphoe Thong Pha Phum, Tel: 0 3459 9077 (EGAT)
 
- MilfordGolf and Country Club, Ban Wang Mai, Amphoe Sai Yok, Tel: 0 3457 2441
 
- Mission Hills Golf Club and Resort, 27/7 Mu 7, Tambon Phang Tru, Amphoe Tha Muang, Tel: 0 3464 4147-8 Prenotazioni Tel: 0 2226 3390-3
 
- Nichigo Resort and Country Club, 106 Mu 4, Tambon Wan Dong, Amphoe Mueang Tel & Fax: 0 3458 4000-16, 0 3451 8518, Prenotazioni Tel: 0 2231 2681-3 Fax: 0 2231 2320
 
- Srinagarinda Golf Course, Amphoe Si Sawat, Tel: 0 3451 3000, 0 3451 3001 Ext. 2455, 2511 Fax. 0 3451 3001 Ext. 2453.
 
Come arrivare
In auto
Seguire l’Autostrada 4 direzione Ovest da Bangkok, quindi subito dopo Nakhon Pathom, deviare a destra sull’Autostrada 323, che porta a Kanchanaburi.
 
In autobus
Sia con Autobus normali che con aria condizionata si parte dalla stazione dei Bus di Bangkok da Kamphaeng Phet II Road con collegamenti giornalieri per Kanchanaburi.
Tel: 0 2936 2852-66 Sito Web: www.transport.co.th .
 
In treno
I treni partono giornalmente dalla Stazione Hua Lamphong, un tragitto di tre ore fino a Kanchanaburi. Tel: 0 2220 4334 oppure Hotline 1690. Sito Web: www.railway.co.th..
 
 
 
Nakhon Pathom
Oltre all’attrazione esercitata dal grande Stupa, la provincia ha anche alcuni interessanti musei, una residenza reale di campagna......
 
Luogo dove si trova il più famoso stupa presente in Thailandia, il Phra Pathom Chedi, Nakhon Pathom è situato a 56 km ad ovest di Bangkok ed è il capoluogo di una piccola provincia che porta lo stesso nome. E’ considerato da molti la città più vecchia del paese. Oltre all’attrazione esercitata dal grande stupa, la provincia ha anche alcuni interessanti musei, una residenza reale di campagna, un delizioso giardino di rose e spettacoli di elefanti.
 
Luoghi di interesse della Città
Phra Pathom Chedi
Si innalza per 120 metri dal suolo e si espande per più di 230 metri in larghezza, è sia il più ampio stupa del mondo che il più sacro monumento buddista della Thailandia. Per questo motivo attrae visitatori provenienti da ogni parte per stupirsi delle magnifiche proporzioni e di quell’aura di riverenza che lo pervade. Fu costruito intorno al sesto secolo e a poco a poco crebbe nei secoli successivi, fino a che Re Mongkut trovò la struttura ricoperta di vegetazione durante il suo girovagare da monaco nel 1850. Egli diede il via ai progetti per la costruzione di quella magnifica struttura che vediamo oggi, la quale è stata completata da poco, nel ventesimo secolo. Il torreggiante stupa, che protegge al suo interno una statua molto alta di Budda in piedi, è ricoperta con mattonelle color arancio smaltate ed è circondata da sale cerimoniali, immagini di Budda, alberi sacri e stanze per la meditazione.
 
Giardino delle rose
I tappeti erbosi impeccabili e letti di fiori al Rose Garden Country Resort, situato tra Bangkok e Nakhon Pathom, attirano ogni giorno folle di visitatori, non solo per ammirare i fiori ma anche per assistere ad alcuni migliori spettacoli del paese. Lo spettacolo che inizia ogni pomeriggio, comprende danze Thai, antiche lotte con le spade, Thai boxing ecc... Vi è anche un modello di villaggio dove i visitatori possono vedere come vengono fatti gli oggetti di artigianato.
Il giardino è aperto dalle 8 del mattino fino alle 6 del pomeriggio.
 
Samphran Elephant Ground e lo zoo
Questo luogo è situato appena a nord del Rose Garden e si caratterizza sia per le lotte dei coccodrilli che per le passeggiate sull’elefante.
Aperto dalle 8 e 30 del mattino fino alle 5 del pomeriggio.
 
Escursioni in barca sul Khlong Mahasawat
Un simpatico modo per passare il tempo in questa regione e quello di noleggiare una imbarcazione e fare una escursione lungo il Khlong Mahasawat, osservando i contadini al lavoro nelle coltivazioni di pummelo e guava, di mango e jackfruit. Il viaggio dura circa due ore.
Chiamare lo 0 2889 2601-7 per ulteriori informazioni.
 
Mercato di Don Wai
Situato in Tambon Bang Kratuck, dietro Wat Don Wai è un mercato che ancora oggi sembra appartenga al passato, al regno di Re Rama VI. La vecchia costruzione è fatta di legno e situata sulle rive del Tha Chin River. I prodotti agricoli sono venduti tutti i giorni dalle ore 7 del mattino alle 6 del pomeriggio. E’ possibile noleggiare le imbarcazioni per una gita panoramica sul fiume.
 
Eventi speciali
Fiera del cibo e della frutta
Gennaio/Febbraio
La fiera si svolge annualmente durante il Capodanno cinese, nei pressi di Phra Pathom Chedi per celebrare l’abbondanza dei prodotti agricoli della provincia. Un evidenza particolare è rivolta ai frutti tipici della zona come pummelo (pomelo), cocco, guava e banana. Ci sono le gare per premiare i migliori esemplari dei prodotti e vari tipi di divertimento.
 
Concorso di Miss Elefante
Primo Maggio
Questa bizzarra competizione è diventata uno degli eventi annuali più popolari del paese. Lo scopo del concorso è trovare una vincitrice tra le signore sovrappeso che interpreti bene i caratteri gentili dell’elefante.
 
Come arrivare
In auto
Nakhon Pathom si trova sulla’autostrada numero 4 in direzione ovest di Bangkok.
 
In autobus
Sono frequenti le partenze dell’autobus per Nakhon Pathom dalla stazione dell’autobus di Bangkok  in via Kamphaeng Phet II.
Tel: 0 2936 2852-66 Sito internet: www.transport.co.th
 
In treno
Diversi treni partono giornalmente dalla Stazione Hua Lamphong per Nakhon Pathom.
Tel: 0 2220 4334 o numero verde 1690
 
Samut Sakhon
“Sakhon Buri”, la città di Samut Sakhon è un porto commerciale che si trova a una trentina di chilometri a sud-ovest di Bangkok.
 
Fondata nel 1548 con il nome “Sakhon Buri”, la città di Samut Sakhon è un porto commerciale che si trova a una trentina di chilometri a sud-ovest di Bangkok. È il capo luogo di una piccola provincia (872 km2) che un tempo giocava un ruolo importante per difendere Bangkok la capitale della nazione come testimonia il forte che rimane ancora oggi.
 
Luoghi di interesse della città
Mercato di Mahachai
È uno dei mercati di pesce fresco più grandi del paese, ma se preferite oggetti da collezionare qui ci sono le ceramiche, sarong e mobili in vimini in saldo. Il tragitto per attraversare il fiume parte dal mercato per Tha Chalom, un villaggio di pescatori.
 
Forte Wichian Chadok
Costruito nel 1827 per difendere la foce del fiume Chao Phraya degli invasori stranieri, questo forte è una specie di rovina che ricorda un’era passata. Un cannone sul forte può essere visto anche dal vicino santuario della città e dal palazzo comunale.
 
Luoghi di interesse nei dintorni
Aziende agricole del sale
È possibile organizzare un’escursione nelle aziende agricole del sale che si trovano lungo la strada in tutta la provincia le piramidi di sale nell’acqua luccicano e creano strani riflessi. Cosi la scena fa da suggestivo sfondo per le foto.
 
Shopping
Le ceramiche di Bencharong
L’area attorno a Samut Sakhon è famosa per gli oggetti in ceramica di Bencharong, i quali vengono dipinti con disegni smaltati a mano usando solo cinque colori: rosso, nero, blu, giallo e verde. Questi manufatti erano tradizionalmente usati per le apparecchiature dell’aristocrazia, oggigiorno le ceramiche Bencharong sono accessibili a tutti e vengono prodotte nei villaggi come Krathum Baen
 
Come arrivare
In auto
Seguire l’autostrada numero 35 a sud ovest di Bangkok, passando per la via Thon Buri-Pak Tho, i viaggiatori raggiungeranno Samut Sakhon.
 
In autobus
Molti autobus con o senza aria condizionata, partono per Samut Sakhon giornalmente dalla stazione degli autobus di Bangkok che si trova in Kamphaeng Phet II Road. Per informazioni sui vari servizi Contattare 0 2936 2852-66 oppure www.transport.co.th.
 
In treno
Molti treni viaggiano giornalmente tra la stazione di Hua Lamphong di Bangkok e la stazione di Mahachai a Samut Sakhon.
Tel:0 2220 4334 oppure Numero verde 1690
Website: www.railway.co.th .
 
Samut Songkhram
La provincia più piccola della Thailandia con i suoi 416 chilometri quadrati, è famosa per la frutta, verdura e frutti di mare.
 
Circa 40 km a ovest lungo la costa del Golfo da Samut Sakhon e 72 km da Bangkok, è la provincia più piccola della Thailandia con i suoi 416 chilometri quadrati, è famosa per la frutta, verdura e frutti di mare. In città vi sono alcuni templi molto antichi ed interessanti e nei dintorni, il parco costruito in memoria di Rama II.
 
Luoghi di interesse della città
Wat Ban Laem
Gli originari abitanti di Samut Songkhram scappando da un attacco dei Birmani nelle vicinanze di Phetchaburi. Si salvarono arrivando qui dove vi si stabilirono ristrutturando le rovine del tempio chiamato Wat Si Champa, e gli dettero un nuovo nome, Wat Ban Laem. La maggior parte dei locali vive di pesca e fu così che a seguito di una pesca i pescatori tirarono sul’immagine di un Budda in piedi chiamato Luang Pho Ban Laem che attualmente risiede nel tempio. La storia narra che mentre la stavano issando a bordo, il suo rottondo contenitore del cibo si staccò ma è stato sostituito da uno nuovo. Si pensa che il budda porti fortuna, e questo tempio è attualmente il più importante della provincia. Nei paraggi c’è un piccolo museo, dove si possono ammirare amuleti, statue di Budda, antichità ed un pulpito del periodo di Ayutthaya.
 
Wat Sattha Tham
Costruito nel 1982, la sala della consacrazione è fatta di legno teak, e le pareti interiori sono decorate con intarsi di madre perla, creando delle scene che raccontano la vita di Budda e il racconto epico Ramakian.
 
Don Hoi Lot
L’attrazione più interessante della provincia consiste nei cumuli di conchiglie fossilizzate che fanno da margine stupenda alle sponde dell’acqua e che si vedono molto bene nei mesi di aprile e maggio quando il livello dell’acqua è bassa. Molti ristoranti sono spuntati per offrire la cucina specialità mare ai curiosi visitatori.
 
Aziende agricole del sale
Percorrendo la strada lungo la città, i visitatori possono vedere i paramidi di sale che producono gli agricoltori della zona.
 
Luoghi di interesse nei dintorni
Il parco memorabile del re Rama II
Il re Rama II nacque in comune di Amphawa, appena a nord di Samut Songkhram, perciò il museo e il parco sono costruiti in onore della sua città natale. Un abate diede in donazione un terreno di circa 4 acri dove adesso si trovano delle villette tradizionali thailandesi, nelle quali sono esposti oggetti della prima metà del 800, come ad esempio delle marionette che rappresentano la produzione teatrale del re Rama II. Dietro alle villette vi è un giardino botanico e una sala per allenare le arti drammatiche. Il parco è aperto giornalmente dalle 9.00-16.00.
 
Eventi speciali
Festival in memoria del re Rama II
All’inizio di febbraio
Il parco si ravviva per il questo festival annuale. Ballerini in maschera, bancarelle di prodotti artigianali e la dimostrazione della preparazione dei dolci tipici thailandesi attirano la folla dei visitatori.
 
Come arrivare
In auto
Percorrere l’autostrada numero 35, passando da Thon Buri e Samut Sakhon per Samut Songkhram.
 
In autobus
Gli autobus per Samut Songkhram partono frequentamente dalla Stazione in via Kam Phaeng Phet II.
 
In treno
I treni per Samut Songkhram partono dalla Stazione Hua Lamphong.
Tel: 0 2220 4334 o numero verde 1690
Sito internet: www.railway.co.th