Home > News

News



Elenco news in archivio:
TripAdvisor inserisce tre luoghi iconici della Thailandia nella classifica Best in Asia 2017
23/06/2017 - Tre dei luoghi più iconici della Thailandia, tutti a Bangkok, sono stati inseriti da TripAdvisor tra i 25 principali siti turistici in Asia nei Travelers’ Choice 2017.

Il Tempio del Buddha sdraiato (Wat Pho), il Grand Palace e il Tempio del Buddha di Smeraldo (Wat Phra Kaeo), tutti nella storica isola di Rattanakosin a Bangkok, sono stati inclusi da TripAdvisor nella Top 25, rispettivamente al 4°, 9° e 14° posto.
Questi tre luoghi fortemente evocativi sono considerati tra i siti turistici più importanti della Thailandia e appaiono regolarmente nelle classifiche internazionali. Il Tempio del Buddha sdraiato ha guadagnato anche il 21° posto nella Top 25 mondiale 2017.

Gli annuali TripAdvisor Travelers’ Choice Awards vengono definiti sulla base della quantità e qualità delle recensioni e dei giudizi dei viaggiatori raccolti durante il precedente periodo di 12 mesi sul sito TripAdvisor.

TripAdvisor è il più grande sito di viaggi del mondo e raccoglie consigli e recensioni di milioni di viaggiatori in tutto il mondo, coprendo sette milioni di hotel e strutture ricettive, ristoranti e attrazioni. TripAdvisor raggiunge ogni mese 390 milioni di visitatori in 49 mercati mondiali. 
 
Per la lista completa delle destinazioni nel mondo, in Asia e Thailandia: TripAdvisor 2017 Traveler’s Choice Awards
 
Per approfondimenti e dettagli
http://www.tatnews.org/
 

Il Thailand Travel Mart 2017 chiude un biennio di successo a Chiang Mai e si trasferisce a Pattaya
23/06/2017 -

Il Thailand Travel Mart 2017 ha dato grande rilievo alla ricchezza culturale, alla cucina e al patrimonio della Thailandia del Nord e di tutta la regione in prossimità del Mekong.
 

Il tema "Delivering unique experiences" è stato ideato coerentemente con le strategie e gli obiettivi di marketing turistico globale del Paese. Tutti i pre e post-tour sono stati appositamente selezionati per includere alcuni dei più spettacolari progetti reali, i musei thailandesi del nord, i ristoranti, i prodotti delle comunità e i siti del patrimonio artistico.
 

Alla manifestazione hanno partecipato 423 buyer provenienti da 56 paesi. Cina, India, Russia, Europa e Regno Unito hanno dominato la lista dei partecipanti. 362 i seller presenti dalla Thailandia e dalle vicine regioni del Mekong, in maggioranza hotel e resort di piccole e medie dimensioni, visto che uno degli obiettivi principali del TTM è dare visibilità a PMI che di solito non possono permettersi di frequentare grandi eventi globali. L'evento ha inoltre fornito una migliore comprensione di alcune delle questioni chiave del turismo e delle tendenze del mercato globale.
 

Uno dei punti salienti della manifestazione è stata l’esposizione dei prodotti autoctoni che riflettono il meglio della cultura thailandese del nord, le arti e il suo patrimonio. Superbamente progettata, le mostra è stata accompagnata dagli artigiani che dal vivo hanno dato dimostrazione delle poprie capacità.
 

L'evento del prossimo anno si terrà a Pattaya, nota località balneare del Golfo di Thailandia a due ore d'auto dalla Capitale.
La 26ma edizione della maratona di Pattaya in programma il 16 luglio 2017
20/06/2017 - La 26a edizione della Maratona di Pattaya è prevista per domenica 16 luglio 2017.

Considerato uno dei più belli del mondo, il tracciato inizia e termina al Central Festival Pattaya Beach e include la spiaggia di Jomtien, e il Bali Hai Pier. Il percorso prevede anche una sfida in salita con il pendio di 2 km verso Khao Phra Tamnak, prima di tornare nuovamente sulla spiaggia per raggiungere il punto di partenza.

I partecipanti possono scegliere di correre in diverse categorie: la maratona di 42 chilometri con cinque gruppi maschili e quattro femminili divisi per fasce d’età; la mezza maratona di 21,10 chilometri con quattro fasce di età; la maratona di 10,55 chilometri per quattro fasce di età; la gara di sedia a rotelle di 10,55 chilometri; e, infine, una corsa meno impegnativa e più divertente da 3,70 chilometri. Le numerose categorie previste offrono a tutti la possibilità di partecipare indipendentemente dai livelli di preparazione.

I primi classificati di ciascun gruppo in ogni categoria saranno premiati con la King's Cup, i cinque secondi classificati di ciascuna fascia di età in ogni gara otterranno trofei e premi in denaro per un valore complessivo di oltre due milioni di Baht.
 
Per approfondimenti e dettagli
http://www.tatnews.org/event/
Maratona di Phuket 2018
20/06/2017 -

A seguito del grande successo della Laguna Phuket Marathon 2017 che si è svolta sabato 3 e domenica 4 giugno, sono già state annunciate le date per l'edizione 2018.

La gara internazionale si svolgerà nuovamente in Asia sempre nell’area nota come Laguna Phuket. La maratona "Sunset to Sunrise" di 2 giorni si terrà sabato 9 e domenica 10 giugno 2018.

Comprenderà tutte le distanze di gara: la “familiare” aperta a tutti include la Kids Run (2 Km), la Community Run (5 Km), la Mini-maratona (10,5 km), la Mezza maratona (21 Km) e la distanza classica di 42 Km.

E’ possibile registrarsi da subito sul sito www.phuketmarathon.com ed approfittare di super sconti con la formula Early Bird.


Sukhothai Mini Light and Sound 2017
20/06/2017 -

Le celebrazioni del Sukhothai Mini Light and Sound 2017 promosso dagli uffici locali di Tourism Authority of Thailand si svolgono tutti i primi venerdì del mese. L’evento si estenderà fino al prossimo settembre e avrà luogo nell’area del parco storico della città.

Le performance luminose e colorate raccontano la storia di Sukhothai, antica capitale della Thailandia oltre 700 anni fa, tra riferimenti a leggende e tradizioni.

Lo spettacolo si svolge al Wat Sa Si, all'interno del Parco Storico di Sukhothai, con inizio alle 19.30. Le prossime date per le rappresentazioni pubbliche sono: 7 luglio, 1 e 7 settembre. Ci sarà anche una speciale performance il 12 agosto per festeggiare la ricorrenza della Festa della mamma in Thailandia.

L'Ufficio di TAT Sukhothai consiglia ai turisti in zona di non perdere l’occasione per visitare il mercato di Rim Yom, nel quartiere Kong Krailat, aperto ogni primo venerdì e sabato del mese. Qui i visitatori possono assaggiare un'ampia varietà di piatti tradizionali e fare shopping acquistando prodotti locali.

 Per approfondimenti e dettagli

http://www.tatnews.org/event/sukhothai-mini-light-sound-2017/?instance_id=154


Phi Ta Khon Festival 2017
05/06/2017 -

Ogni anno, il distretto di Dan Sai, in provincia di Loei nel nord-est della Thailandia, mette in scena un coloratissimo evento conosciuto come Bun Luang (o "Bun Pawat") e il famoso Festival Phi Ta Khon. Si tratta di una celebrazione unica della provincia: processioni colorate e abitanti dei villaggi  mascherati assicurano sincero divertimento. Quest’anno l’evento conosciuto anche come Ghost Festival si terrà dal 24 al 26 di giugno e fa parte delle celebrazioni di preparazione alla Quaresima Buddista, periodo in cui i monaci restano chiusi nei templi tre mesi per studiare e rispettare rigorosamente gli insegnamenti dell’Illuminato. E’ un evento che presenta sfilate, giochi e momenti di ilarità dovuta in particolar modo alla parata delle grandi maschere colorate a base di noci di cocco e tronchi d’albero, decorate anche con l’utilizzo del riso glutinoso e latte di cocco.

E’ un modo per esorcizzare ed allo stesso tempo rendere omaggio agli spiriti della comunità. I riti, le processioni e i costumi in mostra evocano anche la festa della fertilità e si rifanno a tempi in cui la gente tentava di placare gli dei e gli spiriti locali al fine di garantire un buon raccolto. In una regione come Loei, dove l'agricoltura è il pilastro dell'economia, la fertilità del suolo e il tempo favorevole sono fondamentali, soprattutto a giugno e luglio, quando inizia il programma di coltivazione del riso.

Il primo giorno delle celebrazioni è dedicato alle sfilate delle maschere, alle offerte ed alle preghiere al Dio del Fiume. Il secondo giorno è invece caratterizzato dallo spettacolo di migliaia di fuochi d’artificio e razzi che vengono sparati verso il cielo per chiedere pioggia ed un buon raccolto. L’ultimo giorno è invece impegnato dall’ascolto dei sermoni dei monaci. Per tutta la durata dell’evento non mancherà la possibilità di mangiare manicaretti locali e fare shopping nei tradizionali mercatini all’aperto.

Un’occasione per i turisti di connettersi con uno dei più particolari festival thailandesi ed immergersi in una realtà che non esiste altrove

Dove: Wat Phon Chai, Dan sai, Loei

Ufficio locale TAT: +66 (0) 4281 2812


PULLMAN BANGKOK KING POWER SPA: UNA NUOVA ESPERIENZA DI LUSSO E RELAX
26/05/2017 -

Pullman Bangkok King Power ha inaugurato un nuovo concetto di spa, relax e lusso da offrire ai propri ospiti migliorando gli standard salutistici per puntare al turismo leisure. Il restyling segna la fase finale di una estesa opera di rinnovamento dell’hotel che si trova a Rangnam Road a Bangkok.
 

La rinnovata Pullman Spa offre ora otto stanze per trattamenti privati inclusi il trattamento dimagrante LPG e la sala Hammam in stile marrocchino. Sono disponibili anche stanze per trattamenti con il vapore e vasche Jacuzzi.
 

La spa propone ancora tutti le tradizionali esperienze Thai associate alle spa di lusso ma anche gli ultimi ritrovati tecnologi in materia di benessere e cosmesi. Nell’offerta sono compresi il trattamento dimagrante non invasivo LPG per viso e corpo, i programmi anti-età dei  Laboratoires Filorga, la terapia a luci LED per la risoluzione dei problemi alla pelle.

I trattamenti sono affidati a terapisti esperti e certificati. Il trattamento Hammam consente agli ospiti di sperimentare lo scrub al sapone nero con maschere di fango e massaggi con olio. 

Web: http://www.accorhotels.com/it/hotel-6323-pullman-bangkok-king-power/index.shtml


NELLA CULTURA DEL CIBO THAI CONDIVIDERE SIGNIFICA DARE
25/05/2017 -

Il cibo thailandese sfida la maggior parte delle definizioni culinarie. Per i thailandesi è una passione. È un rapporto di amore con profonde radici sociologiche che lo legano alla cultura del paese e, soprattutto, alla famiglia. Ogni famiglia thailandese ne coltiva la tradizione andando al mercato, dedicando tempo alla cura dei pasti, omaggiando i padroni di casa con dolci e piatti ad ogni appuntamento di carattere sociale.

 

Negli ultimi decenni le scuole di cucina thailandese hanno promosso la cucina nazionale, sia in Thailandia che all'estero. E’ altrettanto probabile trovare corsi di cucina e mercati di specialità alimentari thailandesi a San Francisco e Londra, come a Bangkok. L’educazione alla cultura del cibo svolge un ruolo importante nell’aiutare gli stranieri ad apprezzare la cucina thailandese.

La condivisione di piatti è comune in tutta la cultura alimentare asiatica, in particolare in quella thailandese, che pone grande attenzione all’etichetta e richiede ai commensali raffinatezza e gentilezza nel modo di mangiare e condividere i piatti con amici e familiari. Nei ristoranti vengono ordinati diversi piatti, antipasti, insalate, patatine fritte, carne alla brace o pesce e zuppa. La minestra viene consegnata individualmente, ma il resto del pasto viene di solito condiviso prendendo piccole porzioni da una singola portata con la propria posata.

 

Visitare la Thailandia significa accedere a una varietà di piatti unici in tutto il paese, poiché le tradizioni variano notevolmente da regione a regione. Lo street food ha un'ampia gamma di gustose offerte e consente di apprezzare velocemente sapori nuovi. I visitatori devono però accertarsi di frequentare posti certificati da associazioni che ne garantiscano la qualità, e non scelti solo in base ai suggerimenti di altri turisti, che a Bangkok si trovano prevalentemente nelle aree di Yaowarat, Silom Road, Bangrak, Khao San Road e Banglumphu, per citare quelle più popolari.


LA CAMPAGNA WOMEN’S JOURNEY THAILAND CON GRANDI INIZIATIVE PER TUTTO IL MESE DI AGOSTO
24/05/2017 - Tourism Authority of Thailand (TAT) propone anche quest’anno la campagna Women’s Journey Thailand con promozioni e iniziative che favoriscono il viaggio al femminile da tutto il mondo nel mese di agosto alla scoperta del Paese del sorriso per partecipare ad attività, incontri speciali, sconti e privilegi.

Secondo le ultime statistiche relative agli arrivi internazionali nel Regno, la crescita del turismo al femminile è sempre più evidente negli ultimi anni. Questa è una delle motivazioni per cui TAT ha deciso di riproporre nel 2017 diverse attività lanciate nell’edizione dello scorso anno, quella inaugurale, inclusi il  Lady Golf Challenge, Lady Celebrities to Thailand, Thailand through Her Eyes, Lady in Thai Fabrics, e Lady Bloggers per rafforzare l’immagine della Thailandia come destinazione “in rosa” d’Asia.

TAT sta collaborando con realtà del settore turistico in tutto il Paese e, per una più facile lettura della manifestazione, ha classificato prodotti e servizi dedicati alle donne in categorie che comprendono: hotels e resort, salute, bellezza e spa, shopping, cibo e ristoranti, divertimento (voce che include parchi tematici, lifestyle, artigianato, fitness).

Tutti i prodotti e servizi saranno consultabili nell’applicazione mobile Women’s Journey Thailand” e sul minisito womensjourney che sarà ufficialmente operativo da giugno.
 
Per approfondimenti e dettagli www.tatnews.org
Facebook: TAT Newsroom 
Twitter: TAT Newsroom
Instagram: TAT Newsroom
PARK HYATT APRE A BANGKOK
23/05/2017 -

Park Hyatt ha recentemente inaugurato l’attività del primo Park Hyatt a Bangkok. Situato nel cuore del quartiere degli affari di Bangkok, l'hotel e l'adiacente centro commerciale di lusso Central Embassy sono legati architettonicamente da una struttura continua.
 

L'hotel dispone di 222 camere, tra cui 32 premier suite, tutte con finestre cielo-terra con vista sulla città. A partire da 48 mq, le sue stanze sono tra le più grandi della città. Tutte presentano un design moderno ed elegante combinato con accenti thailandesi senza tempo.

 

I ristoranti sono: il Living Room, l’Embassy Room, il The Bar ai livelli 9 e 10, e il Penthouse Bar + Grill ai piani 34-36 che ospitano anche una serie di altri locali tra cui The Grill, Cocktail Bar e Mezzanine con DJ fisso, Whisky Room e terrazza.

 

Per riunioni e manifestazioni, l'hotel dispone di 12 sale che coprono complessivamente 2.000 metri quadrati. Tra gli altri servizi figurano una piscina a sfioro, una spa e un centro fitness aperto 24 ore su 24.


AMAZING THAILAND GRAND SALE 2017 DAL 1° GIUGNO AL 31 LUGLIO
17/05/2017 - Torna per il diciottesimo anno consecutivo Amazing Thailand Grand Sale con la nuova denominazione “Thailand Shopping & Dining Paradise 2017”. L’evento si terrà dal 1° giugno al 31 luglio 2017 in tutta la nazione.

La campagna 2017 assume un nuovo nome per riflettere il rafforzamento dell’immagine positiva della Thailandia come paradiso dello shopping per eccellenza in Asia, grazie anche allo sviluppo e all’apertura di nuove realtà dedicate agli acquisti e alla gastronomia. 
I partner che parteciperanno a Thailand Shopping & Dining Paradise 2017 offriranno promozioni speciali e sconti per incoraggiare i viaggiatori stranieri allo shopping, ad apprezzare la qualità della cucina locale, a lasciarsi coinvolgere nell’intrattenimento e a viaggiare attraverso il paese per tutti i due mesi della durata della manifestazione.  

La campagna è organizzata nel periodo della “Green Season”, il momento migliore per gli acquisti, in cui il paese offrirà prodotti turistici e servizi di viaggio in ogni regione parte del progetto.  

Tra i partner: Visa International, MasterCard, UnionPay, JCB, negozi e centri commerciali in tutta la Thailandia, compagnie aeree, Thai Hotels Associations, Thai Restaurants Association, Thai Spa Association, e molto di più.
Il progetto ha lo scopo di favorire anche il turismo regionale e rafforzare la posizione della Thailandia come principale “hub” di viaggio della regione.
 
Per approfondimenti e dettagli: Thailandshoppingparadise
 
BANGKOK RIMANE LA PIU’ VISITATA DELL’AREA ASIA-PACIFICO PER MASTERCARD INDEX 2017
16/05/2017 - Bangkok ha confermato il suo “titolo” di destinazione top per numero di visitatori tra le 171 destinazioni della regione Asia-Pacifico prese in considerazione da Mastercard Asia-Pacific Destinations Index 2017.

Bangkok ha registrato 19.3 milioni di pernottamenti derivanti da visite internazionali nel 2016 sui 339.2 milioni di arrivi nelle 171 destinazioni dell’area Asia-Pacifico della lista Mastercard. Al secondo posto Singapore che ha attratto 13.1 milioni di turisti. Altre due destinazioni, Phuket e Pattaya si sono guadagnate un posto nella classifica con rispettivamente 9.1 milioni e 8.1 milioni di visitatori.

Il Mastercard Asia-Pacific Destinations Index 2017 monitora 171 destinazioni in 22 paesi e comprende resort, paesi e città classificate sulla base del totale dei pernottamenti di turisti internazionali, spese transfrontaliere e numero totale di notti trascorse in ciascuna destinazione.  
 
 
Per approfondimenti e dettagli
www.tatnews.org

IL TTM+ 2017 DI CHIANG MAI SI AVVIA A STABILIRE UN RECORD
09/05/2017 - Il Thailand Travel Mart 2017 Plus Amazing Gateway to the Greater Mekong Subregion (TTM+ 2017), che si terrà tra il 14 e il 16 giugno 2017 al Chiang Mai International Exhibition and Convention Centre (CMECC), si avvia a stabilire un record.

La manifestazione si terrà per la seconda volta nella capitale del nord della Thailandia e alla chiusura delle registrazioni, lo scorso 23 marzo, ha confermato la presenza di 480 buyers da 64 paesi diversi e 354 sellers da Thailandia e nazioni vicine. Il contingente più numeroso di partecipanti arriva da Europa (182) seguito da Asia dell’est (137), area ASEAN (42), America (38), Oceania (29), Medio Oriente (11), Thailandia (41). I numeri finali saranno determinati più precisamente a breve, ma sono comunque oltre il dato dei 343 buyers del 2016 e dei 440 del 2008.
 
Anche il dato di 354 sellers è più alto dei 342 registrati nel 2016. L’elenco comprende hotel e resort (272), tour operator e agenti di viaggio (30), GMS (14), turismo sostenibile (8), associazioni (6).

Mr. Yuthasak Supasorn, Governatore del Tourism Authority of Thailand (TAT) ha detto, “Il trend delle registrazioni indica chiaramente l’alto livello di interesse per la Thailandia e il nord del paese in particolare. Attualmente stiamo finalizzando eventi molto interessanti, attività e tour dedicati ai buyer.”
 
 
Per approfondimenti e dettagli: www.thailandtravelmartplus.com
BANGKOK ART BIENNALE LANCIO A VENEZIA IL PROSSIMO 13 MAGGIO
03/05/2017 - Bangkok Art Biennale 2018 (BAB2018) è un nuovo festival di arte contemporanea che si terrà da novembre 2018 a febbraio 2019 in diversi siti di Bangkok.
 
Bangkok è una città di arte e cultura, ricca di tradizione, creatività e arte contemporanea. Conosciuta per il patrimonio artistico, l’ospitalità, la qualità dell’intrattenimento e la gastronomia, è un luogo ideale per l’arte internazionale.
 
Il lancio di BAB2018, che avverrà il prossimo 13 maggio all’Europa & Regina Hotel San Marco a Venezia, sarà l’occasione per Bangkok per l’esordio nel circuito internazionale della Biennale. Al centro dell’evento l’arte contemporanea e oltre 70 artisti da Asia, Europa e area Pacifica.
 
Seguendo il tema “Beyond Bliss” gli artisti si incontreranno a Bangkok per vivere il dinamismo e l’eredità culturale della città conosciuta come la Venezia d’Oriente. L’interpretazione della gioia, della felicità e dell’arricchimento da parte degli artisti cattura diverse varianti e intensità. La ricerca e il desiderio di beatitudine possono rappresentare un processo di nutrimento e escapismo. Gli artisti riflettono e condividono differenti punti di vista come la serenità e la ricerca del rifugio. Alcuni esprimono la ricerca di beatitudine e l’assenza di felicità dovuti al malessere sociale e alla distruzione dell’ambiente.
 
Per BAB2018, i templi lungo il fiume Chao Phraya famosi in tutto il mondo come il Wat Pho, il Wat Arun e il Wat Prayoon diventeranno siti di incontri di arte contemporanea. Insieme al palazzo dell’East Asiatic Company, al Bangkok Art and Cultural Center e a Suan Lumpini Park. 
 
Per approfondimenti e dettagli: www.bkkartibiennale.com

IL PROGETTO DI PROPAGAZIONE DELLA BARRIERA CORALLINA DI PIMALAI
06/04/2017 -

Il fondatore e direttore di Ocean Quest, Annuar Abdullah, ha lavorato a progetti di propagazione del corallo per oltre trent’anni in varie parti del mondo, ed è stato recentemente invitato a tornare nel resort di Pimalai  per esaminare l'evoluzione del vivaio della barriera corallina subacquea istituito presso il bellissimo arcipelago di Koh Haa nel dicembre dello scorso anno. Il progetto mira a generare interesse tra i partecipanti per migliorare la consapevolezza dell'importanza delle barriere coralline sostenibili.

La creazione di un habitat naturale e autosufficiente di crescita è una condizione favorevole per tutta la vita marina di cui può beneficiare anche la comunità locale, con il miglioramento delle zone di pesca, oltre all’incremento di posti di lavoro nel settore locale dei viaggi. Il Signor Annuar e il suo team sono impegnati nel resort per proseguire questo programma su base annua. La strategia di Pimalai è quello di coinvolgere nel programma anche le imprese e le comunità di immersione a Koh Lanta. L’attività non si limita a piantare i coralli, ma a contribuire ad una ispirazione consapevole per la preservazione dell'ambiente e della natura. Centinaia di volontari (molti di più di quelli che ci si aspettasse), amanti dello snorkeling e subacquei hanno preso parte a questa iniziativa subacquea, che sta diventando uno dei progetti di conservazione più noti nella zona. Annuar e il suo team hanno anche coordinato un programma di formazione di quattro giorni dedicato a maestri di immersione qualificati provenienti da diversi centri di Koh Lanta.


Il progetto è stato gestito congiuntamente da Pimalai Resort and Spa e dal centro immersioni 5 ***** PADI Scubafish@Pimalai con la sponsorizzazione del gruppo thailandese B.GRIMM. Personalità di Phi Phi Islands, Phang Gna e Koh Lanta sono stati invitate per testimoniare e comprendere il progetto. Il Pimalai Resort & Spa ha ottenuto numerosi premi ed è un pioniere dell'ospitalità di lusso sull'isola di Lanta nella provincia di Krabi. La struttura, costruita su cento acri di lussureggiante terreno tropicale, con accesso diretto a novecento metri di spiaggia, ha camere deluxe, suite e ville con piscina, sei tra ristoranti e bar, sala ricevimenti, una spa ultrapremitata, un centro immersioni e una vasta gamma di strutture ricreative.

 

Per maggiori informazioni visita www.pimalai.com


TASTE OF THAILAND, IL NUOVO NUMERO DEL MAGAZINE UFFICIALE DEL TAT CON VALENTINA LODOVINI IN COPERTINA E QATAR AIRWAYS MAIN PARTNER
29/03/2017 -

L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese presenterà il prossimo aprile alla BIT il nuovo  numero di Taste of Thailand, il magazine di Tourism Authority of Thailand nato come strumento di formazione rivolto agli operatori e agli agenti di viaggio.

 

Arrivato ormai al suo quinto numero in poco più di due anni di pubblicazioni, Taste of Thailand vedrà in questa occasione il supporto di Qatar Airways come partner principale e presenterà tante novità e notizie dedicate alla destinazione.

 

Il personaggio femminile della copertina sarà Valentina Lodovini. L’attrice toscana, protagonista di recente della prima puntata della nuova serie de Il Commissario Montalbano, nota al grande pubblico per il fortunato Benvenuti al Sud e il suo sequel Benvenuti al Nord, è una delle interpreti più apprezzate del cinema d’autore italiano. Può vantare nel suo curriculum collaborazioni con alcuni fra i più importanti registi del nostro cinema: Paolo Sorrentino, Francesca Comencini, il compianto Carlo Mazzacurati, Daniele Vicari. Per la sua interpretazione in Benvenuti al Sud si è aggiudicata nel 2011 il David di Donatello come migliore attrice non protagonista.

 

Saranno 15.000 le copie totali di Taste of Thailand: 5.000 in edicola e 2.500 nell'agenzie di viaggio del Lazio e della Lombardia. La parte restante sarà disponibile nel corso del prossimo semestre, in occasione di eventi e di attività organizzate da TAT.


AL NONGNOOCH PATTAYA GARDEN ARRIVA LA NUOVA VALLE DEI DINOSAURI
29/03/2017 -

La popolare attrazione turistica NongNooch Pattaya Garden & Resort offre ai visitatori una possibilità in più di fare un passo indietro a quando i dinosauri erano i padroni della terra. La nuova attrazione denominata “Dinosaur Valley” propone stupefacenti ricostruzioni a grandezza naturale di alcuni fra i più famosi dinosauri dal Cretaceo e dall’era Giurassica, inclusi il Triceratopo e il Tirannosauro Rex.

Queste enormi creature sembrano serene come fossero a casa loro tra le piante tropicali e le formazioni rocciose dei giardini … e ai visitatori è consentito avvicinarsi per scattare foto e selfie con loro!

Aperto nel 1980, ispirato dal concept “Un giardino per tutti”, il NongNooch Pattaya Garden & Resort offre 272 ettari di terra, fiori selvatici, piante, esibizioni di cultura thai e rappresentazioni di creature preistoriche dal regno animale.

Negli ultimi anni, l’attrazione ha aggiunto strutture di accoglienza come ville, spa e ristoranti. I giardini attraggono oltre 5.000 visitatori al giorno e hanno vinto molti riconoscimenti internazionali.


TRIPADVISOR INSERISCE CINQUE SPIAGGE THAILANDESI TRA LE 25 MIGLIORI DI ASIA
28/03/2017 -

Cinque tra le migliori 25 spiagge d’Asia sono in Thailandia secondo l’ultimo sondaggio del popolare sito di viaggi TripAdvisor reso noto nel contesto degli annuali riconoscimenti attribuiti dagli utenti.

Nai Han Beach, Kata Noi Beach e Freedom Beach a Patong sono state classificate al quarto, ottavo e undicesimo posto, mentre Phra Nang Cave Beach e Railay Beach a Krabi hanno preso rispettivamente il settimo e il quattordicesimo posto nella Top 25 delle spiagge asiatiche determinata dai voti e dalle recensioni degli utenti nel 2016.

Nai Harn Beach è stata premiata da TripAdvisor per le acque limpide, i pesci dai colori vivi e la sua condizione di luogo inesplorato, mentre Kata Noi ha meritato il riconoscimento per lo scenario, la pace e la quiete che riesce a infondere nei turisti. A Krabi, Pra Nang Cave Beach sulla baia di Ao Nang è amata dai recensori di TripAdvisor per le aree ricoperte dalla giungla e la possibilità di escursioni in kayak.

Freedom Beach, all’estremità sud di Patong Beach a Phuket, è stata descritta come il luogo dove isolarsi dalla folla e per questo meraviglioso. Mentre Railay Beach a Krabi è popolare per le sue grotte e gli splendidi tour di arrampicata su roccia.

Per la lista completa delle spiagge asiatiche così come per le recensioni dei viaggiatori e le foto: www.tripadvisor.com/TravelersChoice-Beaches-cTop-g2
PARTNERSHIP TRA TAT E FIUMICINO EXPRESS LA RIVISTA TASTE OF THAILAND DISPONIBILE SUI PULLMAN DELLA FLOTTA
07/03/2017 -

L’Ente Nazionale del Turismo Thailandese firma una nuova partnership che segnerà tutto il prossimo anno.

Taste of Thailand, la rivista dell’Ente nata due anni fa come strumento di formazione rivolto agli operatori e agli agenti di viaggio, sarà disponibile su tutti i pullman della flotta Fiumicino Express.
 

Fiumicino Express è una nuova realtà di trasporto bus, che opera tutti i giorni dodici collegamenti diretti no-stop dal centro di Napoli e Firenze da e per l’Aeroporto di Fiumicino con pullman di lusso e autisti professionisti. Le corse, che partono alle 4.00 di mattina per terminare alle 23.30, sono state studiate per permettere le coincidenze con tutti i voli europei ed intercontinentali nel rispetto delle ore necessarie per il check in e i controlli di sicurezza.
 

Già 20.000 i passeggeri che hanno scelto FiumicinoExpress.com per raggiungere l’aeroporto di Fiumicino da Napoli e da Firenze. Il nuovo collegamento in bus è operativo dal 16 ottobre ed è gestito dalla Autoservizi Meridionali srl storica azienda partenopea.


NOVE RISTORANTI DI BANGKOK FRA I 50 MIGLIORI DI ASIA
28/02/2017 -

La Thailandia si è assicurata il numero record di nove ristoranti nella classifica degli Asia’s 50 Best Restaurants 2017.

Il ristorante Gaggan, famoso per la cucina indiana, ha guadagnato il primo posto della classifica per il terzo anno consecutivo vincendo due titoli: Best Restaurant in Asia e Best Restaurant in Thailand.


Il risultato garantisce alla Thailandia la stessa presenza numerica di Cina, Giappone e Singapore nella classifica Asia’s 50 Best Restaurants sponsorizzata da S.Pellegrino & Acqua Panna. La cerimonia di consegna dei premi del 2017 ha avuto luogo presso il W Hotel Bangkok lo scorso 21 febbraio alla presenza dei più influenti chef, giornalisti e Vip del settore provenienti da tutta l’Asia.

Arrivata al suo quinto anno, la classifica Asia’s 50 Best Restaurants è stata stilata sulla base dei voti dell’Asia’s 50 Best Restaurants Academy, composta da 300 personalità del settore in Asia tra cui troviamo food writers, critici, chef e ristoratori che segnalano le proprie scelte in ordine di preferenza basandosi sull’esperienza dei diciotto mesi precedenti.


TOURISM AUTHORITY OF THAILAND E ETIHAD FIRMANO UN ACCORDO PER PROMUOVERE LA DESTINAZIONE
27/02/2017 -

Tourism Authority of Thailand e Etihad Airways hanno firmato un accordo per promuovere la destinazione su mercati importanti quali Emirati Arabi, Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Egitto e Kuwait.
 

Questa partnership con Etihad Airways rappresenta una grande opportunità. L'Europa è stata a lungo un mercato privilegiato per la Thailandia, mentre il Medio Oriente e l'Africa sono in crescita negli ultimi anni, quindi l’accordo strategico contribuirà certamente a rafforzare i flussi di turisti verso Thailandia. Etihad, d'altra parte, ne beneficerà in termini di promozione rispetto alla sua vasta rete internazionale.

 

Bangkok continua ad essere una delle rotte di maggior successo per Etihad Airways - circa 800.000 passeggeri hanno viaggiato da e per la capitale thailandese nel 2016. La compagnia aerea ha lanciato la rotta su Bangkok con voli giornalieri nel mese di aprile del 2004, ha aggiunto un secondo servizio giornaliero nel giugno 2006, un terzo volo giornaliero nel mese di aprile 2012, ed un quarto nel luglio del 2015. Etihad Airways ha aggiunto Phuket alla sua rete ad ottobre 2014. Dal 2007 più di sei milioni di passeggeri hanno volato verso le destinazioni thai della compagnia e si prevede una ulteriore crescita.

 

Attraverso innovative campagne congiunte di marketing, TAT e Etihad si pongono l’obiettivo di portare in Thailandia centinaia di migliaia di nuovi visitatori e di repeaters dall’Europa e dal Medio Oriente.


WTTC Global Summit 2017 per presentare le offerte uniche della Thailandia e attrarre investimenti
24/02/2017 -

La Thailandia si presenta al World Travel and Tourism Global Summit (WTTC) 2017, una delle maggiori manifestazioni dell’area asiatica, con lo scopo di presentare al mondo il ventaglio unico di esperienze locali che è in grado di proporre, e per attrarre investimenti. Il WTTC si terrà il 26 e 27 aprile prossimi a Bangkok. E’ la prima volta che questo evento è ospitato nel sud-est asiatico, e David Cameron, ex primo ministro del Regno Unito, sarà presente alla conferenza insieme ad altri oratori influenti delle più importanti organizzazioni turistiche mondiali.

Il WTTC 2017 si terrà presso il Centara Grand e Bangkok Convention Centre at CentralWorld, e ospiterà i leader del settore che insieme affronteranno una serie di tematiche, tra cui il futuro dei viaggi e del turismo, la messa in discussione della globalizzazione, l'impatto delle minacce alla sicurezza, i vincoli per una maggiore connettività e lo sviluppo delle infrastrutture nella regione ASEAN, le innovazioni che consentano la crescita dei viaggi nel corso dei prossimi decenni.

 

Le sessioni comprenderanno anche discussioni sui confini digitali, su come bilanciare la sicurezza con l'accesso al viaggio, la crescente internazionalizzazione del turismo cinese, come il settore sia in grado di bilanciare la crescita e le tendenze future dei viaggio d'affari e di lusso.

 

Tra i relatori il professor Ian Goldin, Oxford Martin School; Taleb Rifai, Segretario Generale World Tourism Organization; Kobkarn Wattanavrangkul, Ministro del Turismo e dello Sport della Thailandia; Tony Fernandes, CEO di AirAsia; Yuthasak Supasorn, Governatore Tourism Authority of  Thailand (TAT).


BANGKOK NOMINATA BEST CITY 2017 DAI LETTORI DI DESTINASIAN
23/02/2017 -

Bangkok è stata eletta "Best City" in Asia dai lettori di DestinAsian, rivista di viaggi e stili di vita della regione Asia-Pacifico, con una tiratura di 33.414 copie e un numero di lettori per numero pari a 100.242.

Quello del 2017 è il 12° Choice Awards di DestinAsian e Bangkok ha ottenuto il primo posto nella categoria dedicata alle città con Singapore e Hong Kong rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio. Un'altra città thailandese, Chiang Mai, è stata inserita in classifica al nono posto.

 

Questo sondaggio dimostra come Bangkok stia rapidamente diventando una meta popolare anche tra i viaggi a corto raggio in tutta la regione asiatica. La città offre tanto in termini di offerta commerciale e di intrattenimento, dal punto di vista storico e culturale.

 

I Reader’s Choice Awards di DestinAsian si occupano di definire il gradimento delle mete più ambite, di terme, città e isole della regione Asia-Pacifico e chiede ai lettori di votare le loro preferenze.

DestinAsian è stata fondata nel 2001 ed è diventata in poco tempo una rivista di viaggi leader per la regione Asia-Pacifico distribuita a Singapore, Hong Kong, in Indonesia, Malesia, Thailandia e Filippine.


LA THAILANDIA SI AFFERMA COME DESTINAZIONE PER I MATRIMONI CON “THAILAND WEDDING DESTINY”
22/02/2017 -

La vocazione della Thailandia come destinazione per i viaggi di nozze è sempre più forte anche grazie al progetto "Thailand Wedding Destiny". Tourism Authority of Thailand ha invitato nove coppie provenienti da paesi diversi a sposarsi nel corso di cerimonie organizzate sia sulla spiaggia che nel centro di alcune delle antiche capitali thai. Gli eventi speciali si sono tenuti nei giorni scorsi a partire da Bangkok con una romantica crociera dalla penisola lungo il fiume Chao Phraya. Ogni coppia è poi volata verso i rispettivi luoghi previsti per le nozze.

 

Il progetto "Thailand Wedding Destiny" è parte della campagna “Amazing Romance in Thailand" lanciata a novembre 2016 da TAT in collaborazione con Bangkok Airways e i principali organizzatori di nozze del paese. L’iniziativa si pone l’obiettivo di mostrare al mondo l’enorme potenziale della Thailandia come destinazione di nozze di classe mondiale. Le coppie invitate sono arrivate da Repubblica Popolare Cinese, Hong Kong, Giappone, Regno Unito, Francia, Repubblica Ceca, Australia, Stati Uniti e Brasile e si sono unite in matrimonio in quattro città thailandesi - Ko Samui, Phuket, Krabi, e Sukhothai – con cerimonie sia tradizionalmente thailandese che occidentali, a seconda del luogo e dei desideri della coppia.

 

La Thailandia è sempre stata una destinazione di rango per i matrimoni e dal 2 al 4 maggio 2017 ospiterà a Phuket la quarta edizione dell’Annual Destination Wedding Planners Congress 2017 (DWP Congress 2017). TAT prevede di ospitare in quell’occasione 450 wedding planners da Asia, Africa, America, Australasia ed Europa.

 


BANGKOK SINONIMO DI CULTURA GASTRONOMICA
31/01/2017 - Una nuova era, alimentata da una nuova cultura gastronomica, sta scuotendo la Thailandia. Una visione condivisa tanto dai thailandesi che dagli chef “espatriati” che trovano ispirazione nelle tradizioni locali affiancandole ad ardite soluzioni innovative: qualità ed originalità sono i fari che illuminano la strada da perseguire.

Al centro di questo movimento troviamo due quartieri di Bangkok- South Sathorn e Sukhumvit - in cui audaci imprenditori e chef stellati hanno collocato in via definitiva Bangkok sulla mappa dei paradisi per i buongustai.
L'arteria principale del quartiere finanziario di Bangkok, Sathorn Road, ha cominciato a cambiare il suo aspetto un po’ “inamidato” in seguito all’apertura di nuovi ristoranti. In effetti il cambiamento è palpabile e lo chef David Thompson ha sicuramente giocato un ruolo fondamentale con l’apertura del Nahm (www.comohotels.com/metropolitanbangkok/dining/nahm)  il suo ristorante al Metropolitan Hotel. Il locale è stato nominato S. Pellegrino Asian Best Restaurant  e Best Restaurant in Thailandia per l’anno 2014. Certamente ricevere una stella Michelin aiuta, ma sono il talento, la creatività ed il profondo apprezzamento del cibo a fare la differenza. Al Nahm le ricette tradizionali vengono reinterpretate attraverso la lente di Thompson, ma rimangono fedeli al principio secolare della cucina thailandese…davvero difficile ricordare i nomi dei piatti ma i colori ed i raffinati sapori, decisamente si!

Ci dirigiamo nella direzione opposta, in direzione South Sathorn. Qui ci imbattiamo in una delle più grandi storie di successo gastronomiche asiatiche: il Ku Dé Ta (http://kudeta.com) Il locale oltre a vantare una vista panoramica mozzafiato ed un’ambientazione spettacolare ospita ben due ristoranti giapponesi di influenza. Gli autori in cucina sono tre cuochi americani - Jonathan Maza, Chet Adkins e Jason Licker. Fautori di un’esperienza culinaria moderna che affonda, però, le sue radici nella cucina tradizionale giapponese con l’utilizzo di ingredienti e tecniche provenienti da diverse regioni dell’Asia. Ricchissima la lista dei vini, questo ristorante offre davvero un’esperienza unica.
Un altro segno evidente che South Sathorn (o SOSA come è popolarmente noto) sta rapidamente diventando uno dei luoghi più trendy in città è l'arrivo di Lady Brett (www.ladybrett.com). La taverna prende il nome da Lady Brett Ashley, la più famosa “flapper” della letteratura, il personaggio femminile dallo spirito libero del romanzo di Ernest Hemingway “Il sole sorgerà ancora”. Ingredienti di primordine, ottimo barbeque ed alcuni fra i migliori drink in città: un sofisticato cocktail bar ove continuare la serata in modo enigmatico: Lady Brett sicuramente  approverebbe.

Guardando al futuro, c’è una parola che sempre più frequentemente a Bangkok ne è sinonimo: MahaNakhon. Parliamo di un avveniristico grattacielo con una magnifica ed insolita torre a spirale alta 77 piani che sta nascendo nel cuore del Central Business District. Il “grattacielo pixel” sarà il più alto in città e si propone di esserne la sua nuova icona contemporanea. L’idea alla base è quella di costruire piani in vetro che proteggano e mettano al contempo “a nudo” la privacy di chi vi soggiorna. Naturalmente Mahanakorn ospiterà residenze di lusso, un esclusivo mall, il prestigioso hotel Ritz-Carlton e un ristorante, l’Atelier(http://robuchon-bangkok.com),  all’interno dello spazio Cube. Lo chef, Joël Robuchon è tra i più premiati al mondo!
Thong Lorè una delle zone più vivaci di Bangkok. Sedersi in un bar del quartiere è quasi come andare ad un party: si incontrano attori, stilisti, designer. Ed è soprattutto un luogo ove si mangia bene. Questo è il motivo per cui Jarrett Wrisley e Paolo Vitaletti hanno pensato a Thong-Lor quando hanno deciso di aprire un ristorante insieme. Quando Wrisley ha cominciato a collaborare con Vitaletti (romano di nascita), ha spostato la sua attenzione culinaria dalla Thailandia verso l'Italia, ispirato dalla voglia di reinventare le ricette popolari romane. Il ristorante Appia (www.appia-bangkok.com) è diventato un enorme successo, tanto da convincerli a proseguire la loro avventura. E’ nato così il ristorante Peppina (www.peppinabkk.com): aperitivi italiani, favolosa pizza napoletana e succulenti piatti di carne quasi a ribadire l’ecletticità dell’offerta culinaria di Bangkok.

A dimostrazione del richiamo perenne di Sukhumvit c'è il WTF (http://wtfbangkok.com)  uno spazio d'arte e un ristorante aperto da Christopher Wise e Somrak Sila qualche anno fa. Lo chef è l’australiano Jess Barnes, Semplice ma elegante, propone piatti provenienti un po’ da tutta l’Asia ma non solo. E’ un multi-tasking bistrot-bar -galleria d’arte distribuita sudue piani in un piccolo vicolo (soi, in thailandese) a pochi minuti dalla zona più movimentata della Capitale. Il concept è quello di rendere accessibile ed avvicinare la grande arte alla gente di Bangkok ma questo è anche il tipico luogo ove altri chef vanno a mangiare. In poche parole: impressionante buon cibo.

Bo.Lan(www.bolan.co.th) è stato per molti anni uno dei migliori ristoranti thailandesi a Bangkok. Famoso per aver avviato in città il concetto di cucina raffinata. I suoi affezionati clienti sanno di poter gustare qui antiche ricette realizzate con i migliori ingredienti disponibili e presentati con il fascino della Haute Cuisine europea. Gli chef di punta 'Bo' (Duangporn Songvisava) e 'Dylan Jones' hanno deciso di spostare il i locali del ristorante a metà 2014 in Sukhumvit Soi 53, a poche centinaia di metri dalla stazione BTS Thong Lor. La nuova “casa” è più grande della vecchia sede ed ha la chiara ambizione di mantenere l’ambiente rustico e intrinsecamente thai: un vero marchio di fabbrica di Bo.Lan. L’incrollabile dedizione alla cucina Thai pura è rimasta intatta, forse ancora più pronunciata. Viene proposta una selezione di menù fissi per la cena ed un’offerta a la carte solo per il pranzo. Con ricette ispirate alla cucina tradizionale Thai, Bo.Lan non può essere considerato in alcun modo un ristorante “fusion” ed in realtà, a causa – talvolta - della difficoltà di approvvigionamento e preparazione degli ingredienti, alcuni dei piatti offerti sono rari, anche per la gente del posto. Bo.Lan non è il classico ristorante local, buono per tutti i giorni. E’ invece il posto per invitare gli amici più esigenti o quando si vuole stupire i visitatori che pensano di avere provato già tutto. I piatti sono elaborati sia nella presentazione che nel gusto: ogni boccone è una piacevole esperienza gustativa con il perfetto mix di consistenza, sapore e spezie.

E’ noto, Bangkok offre una incredibile selezione di centri commerciali, alcuni davvero spettacolari. L’ultimo in ordine di arrivo occupa l’area dell’ex ambasciata britannica ed è già un punto di riferimento: il Central Embassy Department Store. Il quinto piano di questo luxury mall ospita alcuni ristoranti di lusso, tra cui il Water Library (www.waterlibrary.com) dal design particolarmente accattivante. Ma dove il mangiare diventa davvero emozionante, soprattutto per chi sta visitando la città, si trova al piano terra. Si tratta di un modo divertente e conveniente di degustare specialità provenienti dalle 4 regioni principali del paese. Le stazioni di cottura sono separate: nord, sud, I-saan e nord della Thailandia. Ed inoltre vegetariano, frutti di mare e percorsi tematici dedicati al cibo. EatThai (www.centralembassy.com/eathai)potrebbe essere la food court con l’offerta di cibo più squisita che il mondo abbia mai visto. Tutto da Eathai, dagli ingredienti al servizio al tavolo (e il prezzo), è un taglio sopra quello che troverete nella maggior parte dei food court a Bangkok, ed anche se non ci si può permettere una borsa di Prada o un Rolex - venduti al piano di sopra - il posto vale sicuramente la visita.

Bangkok è stata ed è una destinazione popolare, nota per la sua ricca cultura le tradizioni culinarie e lo shopping. Ora, la nascita di una nuova cultura gastronomica, plasmata da un gruppo selezionato di Thais e di espatriati profondamente innamorati del cibo, non sta solo trasformando due dei quartieri più “caldi” di Bangkok, ma sta cambiando anche il modo in cui si mangia città.
 
Marriott International apre un secondo hotel a Phuket
24/01/2017 -

Marriott International apre la sua seconda proprietà a Phuket. Il Phuket Marriott Resort & Spa Merlin Beach ha inaugurato la sua attività lo scorso 8 dicembre 2016. Il resort ha come target il turismo per famiglie, grazie anche al bellissimo tratto di spiaggia bianca appartata su cui si affaccia. Incastonato tra montagne boscose e lussureggianti giardini tropicali, si trova su un bellissimo tratto appartato di Tri-Trang Beach. La proprietà vanta una barriera corallina e sistemazioni eleganti, dispone di 414 camere e 11 opzioni di alloggio tra cui: Deluxe Lagoon Pool View, Superior Lagoon Poll View, Deluxe Garden Terrace, Deluxe Andaman Sea View, Premier Lagoon Pool View, Premier Lagoon Pool Access, Premier Andaman Sea View, Premier Beach Access, Merlin Suite, 2 Bedroom Suite e Royal Suite.

Il romantico isolamento e il divertimento per famiglie, tre piscine, moderne strutture per il fitness, club per bambini, Spa e una grande varietà di cibi e bevande, rappresentano un programma di attività eccezionale per tutte le età e anche per i viaggiatori più esigenti. Il resort è la destinazione ideale per viaggiatori singoli, famiglie, e neo sposi.

Il Phuket Marriott Resort & Spa Merlin Beach offre esperienze gastronomiche uniche che seguono le nuove tendenze di Phuket con i suoi 4 ristoranti e 4 bar:

D.O.C.G è un ristorante italiano che trasmette appieno lo stile della dolce vita. I prodotti importati arrivano direttamente dall’Italia con una selezione unica di vini e salumi pregiati.

Merchant kitchen è una cucina aperta sulla piscina.

Phuket Coffee Co. è una Coffee House sul lato della spiaggia. Vibrante, moderno e chic serve pane e dolci artigianali appena sfornati, caffè appena tostato e altre delizie.

Beach Grill, il Casual Grill Restaurant, è situato accanto alla piscina per famiglie con aree salotto. Pizza, panini, hamburger di classe mondiale.

Thai Pantry è l'autentica esperienza thailandese con prodotti provenienti da tutti gli angoli del Regno. Tenta i sensi con uno squisito equilibrio di sapori locali e artigianali.

The Lounge cattura l'immaginazione degli ospiti sin dal loro arrivo in hotel. Offre agli ospiti bevande e menù a tutte le ore del giorno e della notte.

Il Pool Bar è il posto migliore per godersi bevande rinfrescanti e la piscina/laguna allo stesso tempo.
Wellness è un rifugio di benessere a bordo piscina, in un ambiente rustico, tranquillo, circondato da una lussureggiante vegetazione tropicale e un albero "Pong Pong" molto antico.

 

 


Il Continent Hotel di Bangkok si aggiudica tre premi internazionali
20/01/2017 -

Il Continent, boutique hotel di Bangkok, è stato recentemente votato Leading Boutique Hotel 2016 della capitale thailandese. L’albergo ha ricevuto il riconoscimento nel quadro dei World Luxury Hotel Awards che celebrano l’eccellenza in tutti i settori dell’industria del turismo. Il Continent ha ricevuto anche altri due premi, per il suo ristorante italiano e per il design moderno.

Il Continent è un famoso hotel di Bangkok, conosciuto per il suo design unico, per il noto bar e la splendida location dell’area di Asoke. I suoi ristoranti sono molto rinomati e si sono meritati nel corso del tempo diversi premi e riconoscimenti. Il ristorante italiano Medinii è stato votato come Best Italian Cuisine in Asia ai World Luxury Restaurant Awards. Medinii serve cucina italiana contemporanea con un pizzico di Asia e gode di una bellissima vista sul centro della città. 

 

Al design del Continent è stato riconosciuto l’Asia’s Top Design Hotel for 2016 assegnato da Now Travel Asia alle architetture incentrate sul design contemporaneo. Gli ospiti amano le camere a tema dell’albergo e il fatto che molte strutture del Continent siano concentrate all’ultimo piano del palazzo. Il concetto “Stay in the Sky” conferisce infatti all’hotel una atmosfera incredibile.


Shanghai Mansion Bangkok vince il World Luxury Hotel Awards
10/01/2017 -

Shanghai Mansion, un lussuoso boutique hotel situato nella storica Chinatown di Bangkok, è stato eletto Best Luxury Cultural Hotel 2016 della regione Asia-Pacifico nel corso dei World Luxury Hotel Awards tenutisi a Dubai nella parte finale dello scorso anno. Shanghai Mansion Bangkok fa parte del Burasari Group, una compagnia di management alberghiero con sede a Bangkok.

Ospitato nell’edificio storico che fu la prima Opera House cinese di Bangkok, Shanghai Mansion è stato riportato ai suoi antichi fulgori, rinnovando l'eleganza e il fascino della Shanghai del 1930 e dello storico quartiere Chinatown di Bangkok. Un grande atrio interno con un bel giardino d'acqua assomiglia ai grandi cortili delle case tradizionali cinesi, gli alloggi sono pieni di oggetti d’arte cinesi e corredi d'epoca che connotano la cultura di riferimento dell'hotel.

Il World Luxury Awards è un'organizzazione globale che assegna ogni anno riconoscimenti agli alberghi di lusso a livello internazionale per l'eccellenza del servizio. Gli alberghi sono scelti dagli ospiti, dalle agenzie di viaggio e dai tour operator, mentre gli ospiti e un gruppo indipendente di esperti determinano le categorie dei premi. I riconoscimenti sono assegnati sulla base dell’erogazione dei servizi, dei servizi di lusso e sulla presentazione complessiva.


La Thailandia promuove “Village to the world”
30/12/2016 - TourismAuthority of Thailand (TAT) ha unito le forze con il settore pubblico e privato per mostrare il potenziale di dieci comunità thailandesi come sede di attività connesse alla responsabilità sociale d’impresa. Il programma “Village to the World” inviterà le aziende a prendere parte ad attività di volontariato che potrebbero generare almeno un milione di baht di entrate per ciascun villaggio nel 2017.

La prima fase del programma introdurrà i gruppi di attività in comunità rurali appositamente selezionate. Per essere inserite in questo schema, le comunità devono offrire attività a cui i volontari possano prendere parte e, allo stesso, tempo, garantire esperienze di vita rurale che le rendano uniche. Ciascuna di queste comunità sarà parte di una campagna online denominata “MEET IN THE VILLAGE” e #BestCSROutingEver.
 
TAT ha finora selezionato dieci comunità, ciascuna con un fatturato annuo inferiore a un milione di baht. Molte di queste non sono familiari ai turisti, ma vantano affascinanti culture e stili di vita. Tre di queste si trovano a nord; due nel nord-est; tre in Thailandia centrale e due al sud. Ecco l’elenco completo:
 
·         Ban Rai Kong Khing, Chiang Mai
·         Mueang Kao, Sukhothai
·         Phra Baht Huai Tom, Lamphun
·         Koo Ka Canta, Roi Et
·         Baan Khok Kong, Kalasin
·         Ban Dong Yen, Suphan Buri
·         Ban Tham Sua Homestay, Petchburi
·         Ban Rim Klong Homestay, Samut Songkram
·         Leelet, Surat Thani
·         Rawai, Phuket
 
“Village to the World”è organizzato da TAT, Thailand Convention and Exhibition Bureau (TCEB), Association of Thai Tour Operators.
 
TTM+ 2017 per scoprire nuove meravigliose storie sulle esprienze da vivere in Thailandia
28/12/2016 - Per il sedicesimo anno consecutivo torna Thailand Travel Mart Plus Amazing Gateway to the Greater Mekong Subregion (TTM+), l’evento organizzato da Tourism Authority of Thailandche si svolge ormai tradizionalmente a Chiang Mai, e che nelle passate edizioni si è affermato come la più grande manifestazione B2B in Thailandia.

TTM+ 2017 si terrà dal 14 al 16 giugno presso Chiang Mai International Exhibition and Convention Centre (CMECC), e avrà come tema principale la scoperta delle esperienze locali più originali. Le registrazioni per i buyer e i seller si sono aperte il 15 dicembre scorso e possono essere completate attraverso il sito www.thailandtravelmartplus.com.

Il TTM+ è diventato nel tempo uno degli eventi più attesi dall’industria del turismo nazionale e internazionale. Popolarità ottenuta grazie ai prodotti innovativi che emergono ogni anno grazie agli espositori.
 
Il TTM+ 2017 fornirà una piattaforma eccellente a tutti i partecipanti per garantire la possibilità di numerosi incontri nel corso dell’evento e per introdurre, aggiornare, ed espandere il proprio giro di affari e conoscenze. L’evento è una grande opportunità, in particolare per la piccola e media impresa dell’industria turistica, per presentare ed incrementare il proprio profilo internazionale.  

Si attendono 350 buyer di qualità da 60 paesi diversi, una presenza in linea per penetrare i mercati emergenti, e circa 400 seller da tutte le regioni della Thailandia.
ZEAVOLA…LA QUINT’ESSENZA DEL LUSSO A PIEDI NUDI
28/12/2016 - Lo Zeavola Resort, nell’arcipelago delle Phi Phi Island, ha partecipato alla sesta edizione del World Boutique Hotel Awards a Londra ed è stato premiato come il resort più romantico del sud-est asiatico.

Situato sulla bella e tranquilla spiaggia di Laem Tong Beach, il resort è raggiungibile in un’ora di motoscafo da Phuket e le sue 33 ville immerse nel verde ricordano un’epoca passata.

Lo Zeavola (il cui nome significa “amore per il mare”) ospita ogni anno innumerevoli coppie di sposi che apprezzano la romantica atmosfera che aleggia tra le ville private, i rigogliosi giardini ed il mare.

Le villette-chalet indipendenti vanno da 40 a 120 mq. e sono ombreggiate da grandi alberi. Le lussuose ville con piscina si trovano invece in posizione elevata e vantano una vista panoramica a 180° sullo scintillante Mar delle Andamane e sul sottostante bosco tropicale, che si estende a formare un labirinto tra le ville.

Il servizio è attento e professionale. Tanti gradevoli elementi come la calorosa accoglienza all’arrivo, i sentieri di sabbia soffice e le speciali decorazioni della camera per le coppie in viaggio di nozze contribuiscono a creare tutti i presupposti per un’esperienza unica e gioiosa.

Questo luogo rappresenta davvero la quint’essenza del lusso “a piedi nudi”

Lo Zeavola è membro della catena Small Luxury Hotels of the World ed è l’unico resort a 5 stelle dell’isola.
Il turismo nel sud della Thailandia potenziato dal nuovo volo Qatar Airways per Krabi
20/12/2016 - Tourism Authority of Thailand (TAT) è lieta di accogliere il lancio dei nuovi voli diretti Qatar Airways per Krabi, nel sud della Thailandia. L’intera area, famosa per i suoi paesaggi costieri e le isole, ospiterà quattro voli settimanali diretti da Doha operati con Airbus A330-200. La nuova rotta testimonia la crescente popolarità di Krabi e del suo aeroporto, servito da voli diretti proveniente da Europa e Asia.

Il volo inaugurale del 6 dicembre scorso ha visto la partecipazione di Marwan Koleilat, Qatar Airways Senior Vice President Asia Pacific, e di Sua Eccellenza il Signor Soonthorn Chaiyindeepum, Ambaciatore thailandese in Qatar, che hanno volato insieme fino a Krabi con altri passeggeri: Chalermsak Suranant, Direttore di TAT Dubai e Medio Oriente; Nob Kongpun, Vice Governatore di Krabi; e Attaporn Nuang-Udom, Direttore dell’Aeroporto Internazionale di Krabi.

I nuovi voli, lanciati prima delle feste di Natale e Capodanno 2016-17, aiuteranno l'industria del turismo di Krabi a migliorare la qualità dei propri prodotti e servizi per soddisfare la nuova domanda.

Krabi diventa così la terza destinazione Qatar Airways in Thailandia dopo Bangkok e Phuket.

Krabi è una delle destinazioni della Thailandia in rapida crescita; da gennaio a ottobre 2016, gli arrivi di passeggeri nazionali e internazionali presso l'aeroporto internazionale sono stati pari a 1.701.454, in crescita del 19,7% dai 1.366.554 passeggeri dello stesso periodo dello scorso anno.
Shangri-La Bangkok tra i top hotel del Sud-est asiatico per i lettori di Conde Nast Traveller
20/12/2016 - Shangri-La Bangkok è stato inserito al nono posto nella classifica annuale “Top Hotels in Southern Asia”, graduatoria di Conde Nast Traveller USA stilata in base alle opinioni dei lettori del prestigioso magazine.
 
I premi Readers’ Choice 2016 si occupano di definire ogni anno le classifiche dei migliori alberghi del mondo, e delle migliori compagnie di crociera, tenendo conto del parere degli abbonati e di oltre 300.000 viaggiatori che hanno partecipato al sondaggio di quest'anno. Nella competizione con molti altri alberghi della regione, l'hotel ha raggiunto il punteggio di 94.05, classificandosi nono in Asia meridionale e secondo in Thailandia.
 
Phillip Couvaras, Area Manager dell'hotel e Direttore Generale ha dichiarato: “I candidati contro cui ci siamo misurati si trovano in diversi paesi dell'Asia del Sud. Shangri-La Bangkok ha letteralmente stracciato i competitor grazie agli alti livelli di professionalità e competenza del nostro staff”.
 
I Conde Nast Traveller Choice Awards US sono talmente influenti da definire gli standard internazionali degli hotel a cinque stelle. I vincitori del premio “sono riconosciuti come simboli di eccellenza per tutto il settore dell'ospitalità”.
 
“Il nostro hotel ha dimostrato la sua capacità di superare alcuni contendenti estremamente competitivi in Asia meridionale. Con questo ultimo riconoscimento a cinque stelle, che si aggiunge ad una ricca lista, l'hotel continua a incrementare il suo prestigio internazionale”, ha aggiunto Couvaras
Phuket Panwa Beachfront Resort
22/11/2016 - Phuket Panwa Beachfront Resort è un idilliaco e lussuoso resort, posizionato direttamente di fronte alla spiaggia privata di Makham Bay, Cape Panwa.

Il resort è stato progettato per garantire la privacy e la tranquillità degli ospiti. Offre una spettacolare vista sul Mare delle Andamane ed è completamente circondato da una natura rigogliosa.
Tutte le camere e le suite sono spaziose, caratterizzate da un design moderno ed un arredamento elegante, ispirato allo stile sino-portoghese.

Ciascuna delle 227 camere di cui dispone il resort assicura un impareggiabile comfort con una metratura minima di 42 mq, ampio bagno con doccia separata e vasca da bagno, docking station per l’iPod, LED TV e lettore DVD e Wi-Fi. Le pareti insonorizzate sono un’ulteriore garanzia di tranquillità.

Impeccabile l’esperienza culinaria di cui gli ospiti potranno godere con ben 5 ristoranti: dal Mosaic che propone celebri piatti tradizionali Thai al Patio, che serve invece cucina mediterranea a pochi passi dalla spiaggia. Ed ancora barbecue e brunch da consumare sempre in riva al mare ed il Surf and Turf buffet, disponibile il sabato. Non ultimi il Biscotto, un bakery-cafè ove gustare bevande rinfrescanti ed ottimi caffè e lo Splash, un rinfresco aperto tutto il giorno, situato a bordo piscina.

Anche le facilities proposte dal resort sono di primissima categoria: due piscine fronte mare, piscina per bambini, centro per sport acquatici, Spa, centro fitness, baby club, biblioteca ed un servizio di prenotazione per le escursioni da effettuare sull’isola.

Per maggiori informazioni: www.phuketpanwabeachfrontresort.com  - Tel.+66 0 76 302 900

Images link;
- 360° Panorama Virtual Tour at http://www.eyenavthailand.com/phuket_panwa/
- High-Resolution resort image link :
   https://www.dropbox.com/sh/i1uf5vj5mv7defc/AAAzNIRVUdc94iGZRGJVKROLa 

Chantaramas Resort & Spa - Koh Pha-Ngan
22/11/2016 -

Il Chantaramas Resort & Spa si trova a Koh Pha-Ngan, nel Golfo di Thailandia, una destinazione da sogno per i turisti che giungono qui da tutto il mondo. A soli 20 minuti di motoscafo da Koh Samui, il resort mette a disposizione degli ospiti 46 camere tutte affacciate sulla spiaggia di "Baan Kai", facilmente raggiungibile dal porticciolo di Thong Sala Pier, il molo principale dell'isola.

Il resort presenta un ricercato stile progettuale che fonde sapientemente le tendenze di design contemporaneo con chiari richiami alla cultura locale. E’ uno dei più bei boutique resort del Golfo, un luogo ove gli ospiti potranno godere pienamente dell'unicità locale della decorazione e della totale privacy che la struttura è in grado di offrire. All’ambiente naturale è stato riservata più della metà della superficie occupata dal resort e questo regala all'ospite la sensazione di vivere in naturale simbiosi con l’ambiente circostante: un luogo ideale per una fuga dallo stress quotidiano.

La struttura è anche progettata per permettere una piena fruibilità alle persone portatrici di handicap: anche chi è costretto sulla sedia a rotelle potrà godere appieno di tutte le facilities, al pari degli altri ospiti.

L’offerta delle camere comprende:

Supreme De Luxe, tutte dotate di spaziosa terrazza con doccia esterna con dimensioni che vanno da 52 a 70 metri quadrati

Supreme De Luxe con Jacuzzi. 2 Family Room da 85 metri quadrati e 4 Pool Villas che occupano un’area privata di ben 146 metri quadrati: ideali per le coppie in viaggio di nozze.

Il Chantaramas Resort & Spa offre agli ospiti connessione Wi-Fi free in tutta la zona di villeggiatura. Due i ristoranti disponibili: il "Moon Deck Restaurant", situato di fronte alla spiaggia ed in grado di offrire memorabili esperienze culinarie sia di cibo tradizionale Thai che internazionale. Due le piscine, una per bambini e l’altra dotata di pool bar (The 22.56 hrs.)

Per i momenti di relax la Spa "Sparamas" mette a disposizione degli ospiti un nutrito numero di trattamenti: dai massaggi tradizionali thailandesi ai più moderni e ricercati mentre "The Boutique shop" propone all'ospite ricordi speciali creati dalla gente del posto: prodotti biologici e rispettosi dell'ambiente.

Per maggiori informazioni: Chantaramas Resort and Spa 123 Moo 4 Baan Tai, Koh Pha-Ngan, Suratthani 84280, Thailand

Sito web: www.chantaramas.com

Tel: ++ 66 (0) 77 377 663 Fax: ++ 66 (0) 77 377 410

e-mail: sales@chantaramas.com  or reservation@chantaramas.com

 


I pacchetti benefit “Sky at the Continent” del Continental Hotel di Bangkok
10/11/2016 - Il Continental Hotel di Bangkok, nel distretto di Asoke, offre un nuovo programma premium benefit denominato “Sky at the Continent” che include le migliori stanze premium dell’albergo, tutte collocate tra il 22mo e il 23mo piano da cui si godono i più spettacolari panorami di Bangkok.

Il pacchetto consente agli ospiti di accedere allo Axis & Spin Sky lounge and Bar del 38mo piano e di usufruire di un transfer in limousine dall’aeroporto.

Altri servizi complementari comprendono chiamate locali gratuite, lavanderia e Wi-Fi gratuiti, un cesto di frutta fresca ogni giorno e l’utilizzo della sala riunioni GMT per un’ora. Gli ospiti che sottoscriveranno il programma avranno anche la possibilità di utilizzare Theos, la linea esclusiva di prodotti di lusso dell’hotel. Per completare l’offerta, il pacchetto prevede drink gratuiti allo Sky lounge and Bar dalle 17.00 alle 20.00, sconti nei ristoranti dell’albergo e molti altri vantaggi.
 
Novotel Bangkok Sukhumvit 20 apre il suo skybar il 20 di novembre
07/11/2016 - Novotel Bangkok Sukhumvit 20 ha programmato di aprire Sky on 20, il nuovo rooftop bar, il prossimo 20 novembre. Al 26° piano dell'hotel, il bar offrirà una vista sulla città incantata di Bangkok e scene di tramonti indimenticabili.
 
Sky on 20 è stato disegnato per integrarsi perfettamente con li giardino e gli alberi, usando colori vivaci e luci per sottolineare l’allegria del luogo.
 
Benjamin Krieg, Direttore generale di Novotel Bangkok Sukhumvit 20 ha detto: “Siamo entusiasti di lanciare Sky on 20 e siamo il primo Novotel del sud-est asiatico a inaugurare un rooftop bar. La nostra squadra ha attentamente pianificato ogni dettaglio: il menu, le bevande, la musica e l'atmosfera, per farne un luogo amato dai cittadini di Bangkok e dai turisti.”

Sky on 20 servirà una grande varietà di bevande tra cui i cocktail Hennessy & Belvedere in esclusiva, insieme ad altri classici come il Ginger Mojito, il Coconut Daiquiri e il Bramble. Il suo menu di snack sarà ideato dallo chef esecutivo dell'hotel, Janne Olikainnen, utilizzando gli ingredienti più freschi e biologici come, ad esempio, chorizo ​​piccante e calamari, ali di pollo, senape barbecue, polpette di maiale in ragù di pomodoro, selezione di formaggi, salumi e pizze. 
Dal 1° novembre riaperto regolarmente ai turisti il Grand Palace di Bangkok
03/11/2016 - Il Grand Palace di Bangkok ha riaperto le sue porte ai turisti dal 1° novembre scorso dopo la breve chiusura seguita alla scomparsa di Sua Maestà il Re Bhumibol Adulyadej. In segno di rispetto per il periodo di lutto ancora in atto, si consiglia ai visitatori del Palazzo di indossare un abbigliamento adeguato all’occasione.

L'Ufficio della Casa Reale così come le autorità collegate, tra cui il Ministero del Turismo e dello Sport, il Ministero dei Trasporti, e l’amministrazione metropolitana di Bangkok, hanno diramato una serie di ulteriori consigli per i turisti che vogliano visitare il Grand Palace.
 
Ingresso e uscita
Per i turisti, il Grand Palace è aperto tutti i giorni dalle 08.30 alle 15.30. I turisti ed i visitatori sono invitati a entrare e uscire solo dall’ingresso denominato Wiset Chaisri.

Per i mezzi di trasporto
Sono state predisposte tre aree dedicate ai mezzi di trasporto degli operatori turistici che portano gruppi di turisti al Grand Palace.
1. Per le sole auto: Royal Rattanakosin Hotel.
2. Per le auto e le barche: arrivo in auto al Royal Rattanakosin Hotel; ritorno con traghetto dal molo Tha Chang.
3. Per le sole barche: a bordo del battello (capienza massima 400 passeggeri) in entrambe le direzioni all’Asiatique The Riverfront, e l'accesso tramite il molo Tha Maharaj. Costo aggiuntivo di 130 baht a persona (poco più di 3 euro).
 
Gli autobus turistici possono parcheggiare al ponte Rama VIII, all’Old Southern Bus Terminal (circa 1 km da Central Pinklao), a Wat Dusidaram (ai piedi del ponte Phra Pinklao sul lato Thon Buri). Per i veicoli turistici più piccoli o le auto private, l’arrivo  e la partenza è al ponte Chang Rongsi.
 
Per i viaggiatori individuali
1. BTS Sky Train: scendere alla stazione di Taksin Saphan e prendere un battello per il molo Tha Chang o il molo Tha Maharaj.
2. Metro MRT: scendere alla stazione Lamphong Hua (stazione ferroviaria di Bangkok) e prendere un autobus per il Grand Palace.
 
L'Assessorato al Turismo in collaborazione con la Polizia Turistica ha schierato volontari e agenti della polizia turistica con la capacità di comunicare in lingue straniere, per facilitare i turisti e fornire assistenza, nel punto informazioni di fronte a Wiset Chaisri Gate.
Aggiornamenti TAT sullo stato di attrazioni religiose e turistiche durante il periodo di lutto per la morte del Re
21/10/2016 - Giovedi 13 ottobre alle 15:52 ora locale (10:52 in Italia) il Re Bhumibol Adulyadej si è spento. Aveva 88 anni, 70 anni sul trono di Thailandia. Negli ultimi mesi era stato colpito da una grave infezione, problemi polmonari e cardiaci. La sua ultima apparizione in pubblico risale allo scorso gennaio.
 
Rama IX, il decano dei monarchi del mondo, sette decenni sul trono, è considerato dai Thailandesi come una divinità: l'unico sovrano che la maggior parte della popolazione ha incontrato, il simbolo dell'unità della nazione. Re Rama IX di Thailandia è stato amato e venerato come "il più grande dei re", un virtuoso "padre", monarca illuminato che ha dedicato la sua vita allo sviluppo del paese. L'ammirazione per lui è dovuta principalmente al suo lavoro contro la fame e in particolare sul territorio, suolo e l'acqua, supporti fondamentali per l’agricoltura. Aveva iniziato ad elaborare lo sviluppo di una teoria per l’economia autosufficiente aiutando le persone a gestire la propria vita e a vivere felici, non importa se ricchi o poveri. Ha ereditato un povero paese agricolo e ha lavorato verso la modernità, tenendo in grande considerazione i più deboli, ripristinando il prestigio della corona attraverso una gestione equilibrata del suo ruolo, preservando il suo paese dalle guerre che hanno devastato il resto del sud-est asiatico.
Parlava inglese, francese e tedesco. I suoi più grandi amori erano l'ingegneria civile e la musica; il jazz, in particolare, che ha ispirato molti dei suoi brani eseguiti con clarinetto e sassofono. Appassionato di pittura e fotografia, autore di diversi libri e traduzioni, Re Bhumibol "Il Grande", ha incarnato i dieci principi morali del buddista: carità, moralità, sacrificio degli interessi personali, onestà, cortesia, dominio di sé, temperamento calmo, non violenza, pazienza e imparzialità. Amato e considerato il padre della moderna Thailandia, Bhumibol era nel cuore di tutti i thailandesi e la sua scomparsa non solo provoca dolore e forte emozione in tutto il paese, ma sollecita anche la considerazione rispettosa di tutti i turisti, visitatori e stranieri attualmente in Thailandia o in partenza. Migliaia di persone in lutto si sono riunite spontaneamente attorno al Grand Palace a Bangkok per essere presenti durante i riti religiosi in corso e le cerimonie in suo onore.
Un periodo di lutto ufficiale è stata dichiarato per un anno con l'annullamento di alcune manifestazioni, eventi e cerimonie pubbliche per i prossimi 30 giorni. I trasporti pubblici, le scuole e le imprese opereranno come al solito. Tourism Authority of Thailand (TAT) consiglia di tenersi aggiornati sulla situazione attraverso i media, le comunicazioni dell'Ufficio della Casa Reale e del Governo thailandese. L’Ente del Turismo è in grado di fornire informazioni accurate. Chiediamo inoltre che, in virtù della speciale solennità dei riti funebri e commemorativi, i visitatori - locali e internazionali - indossino un abbigliamento adeguato. Nonostante l'atmosfera triste, visitare il paese in questo momento può essere un'occasione unica per la partecipazione e la condivisione della vera Thainess. A volte il turismo può andare oltre il viaggio ed essere un veicolo di conoscenza.

Vogliamo chiarire che il periodo di lutto durerà un anno solo per i membri della corte ed i funzionari governativi. Sarà di un mese, a partire dallo scorso 13 ottobre, per il popolo thai. Il governo ha chiesto la collaborazione della cittadinanza e dei visitatori affinché tutti mantengano un profilo basso in segno di rispetto. Ciò si traduce essenzialmente in uno svolgimento più pacato delle attività di svago, soprattutto nei locali notturni. Non sarà suonata musica ad alto volume. Feste e celebrazioni di qualsiasi tipo, che di norma si svolgevano in un clima vivace e particolarmente allegro, non sono vietate ma avranno un tono più adeguato agli eventi. Il Loy Krathong si svolgerà regolarmente mettendo in risalto gli aspetti più intimi e tradizionali della festa, accantonando per quest’anno i fuochi pirotecnici. Tutto tornerà alla normalità intorno alla metà del prossimo mese di novembre. 
 
 
È raccomandato:

- il massimo rispetto per i thailandesi;
- osservanza dei divieti di ordine pubblico che potrebbero essere decisi dalle autorità locali;
- abbigliamento adeguato;
- pazienza in caso di eventuale chiusura dei siti turistici;
- evitare fotografie e riprese video in occasione di eventi o cerimonie di lutto;


Link utili:
• Governo tailandese: http://www.thaigov.go.th/en/index.php 
• Dipartimento Relazioni Pubbliche del Governo http://thailand.prd.go.th/main.php?filename=index
• Contact Center TAT: http://www.tatcontactcenter.com/index.php
• TAT Roma Ufficio: http://www.turismothailandese.it tel. 06/42014422/26
• Autorità del Turismo della Thailandia NewsRoom: http://www.tatnews.org/
 
TASTE OF THAILAND, IL NUOVO NUMERO DEL MAGAZINE TAT A TTG INCONTRI 2016
10/10/2016 - L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese presenterà a TTG Incontri 2016 il nuovo  numero di Taste of Thailand, magazine di Tourism Authority of Thailand nato due anni fa come strumento di formazione rivolto agli operatori e agli agenti di viaggio.
 
Il quarto numero di Taste of Thailand vedrà il contributo fondamentale di Cathay Pacific Airways come partner principale e presenterà tante novità e notizie dedicate alla destinazione.

Come di consueto sarà un personaggio femminile noto al grande pubblico il protagonista della copertina. Questa volta toccherà a Camila Raznovich, conduttrice del Kilimangiaro – contenitore televisivo della domenica pomeriggio di Rai 3 dedicato a viaggi e destinazioni turistiche – insieme alle sue due bambine, a ricoprire il ruolo di “ambasciatrice di copertina” della rivista. E sarà ancora una volta Camila a condurre i lettori alla scoperta della nuova forma di turismo che rappresenta il focus di questo numero: il CBT, Community Based Tourism, una nuova esperienza introdotta da alcuni tour operator nelle proprie brochure in questo anno. Il turismo dei villaggi rurali sarà, infatti, una parte centrale della nuova strategia di promozione che Tourism Authority of Thailand metterà in campo nel corso del prossimo anno per aumentare le possibilità dei viaggiatori di visitare, mangiare, dormire con gli stessi abitanti dei villaggi rurali thailandesi, potendo eventualmente anche partecipare alle attività giornaliere della comunità locale.

Saranno 15.000 le copie totali di Taste of Thailand che verrannodistribuite cosi: 5.000 in edicola tra Lazio e Lombardia, 3.000 nelle agenzie di viaggio di Lazio e Lombardia. Il resto sarà distribuito nel corso del prossimo semestre, in occasione di eventi e di attività organizzate da TAT.Dal 20 ottobre sarà disponibile anche la versione sfogliabile con già 500.000 contatti unici.
Le storie di Tai Kheun La tribù dimenticata di Chiang Mai
03/10/2016 - Si parla molto di Thainess negli ultimi tempi dalle parti di Tourism Authority of Thailand. Una definizione usata spesso per promuovere il fascino del regno e della sua gente. Ma che cosa è esattamente la Thainess? Non è qualcosa che possa essere riassunto semplicemente parlando di templi e Songkran. Dopo tutto, Thainess significa cose diverse per persone diverse. La Thailandia è una nazione altamente diversificata, fino a 70 gruppi etnici vivono all'interno dei suoi confini, molti hanno le proprie lingue e storie diverse, ingredienti vitali nel ricco mix culturale del paese.
 
E’ il nord della Thailandia a vantare la diversità etnica più importante, con molti gruppi tribali che si sono stabiliti lì nel corso dei secoli, dalla Cina, dal Myanmar e dal Tibet. Forse i più noti sono i Karen, i Hmong, Lahu e gli Akha. Ma Chiang Mai è sede anche di un gruppo più piccolo noto come Tai Kheun, una ristretta comunità tribale originaria dello Shan, una regione del Myanmar

A differenza di altri gruppi tribali, i Tai Kheun non hanno migrato gradualmente; sono stati portati a Chiang Mai nel 1796 dal re Kawila, come parte dei suoi sforzi per ripopolare la città e le zone limitrofe, abbandonate dopo anni di guerra con i birmani. E, come molti esuli, i Tai Kheun si aggrappavano alle loro tradizioni per preservare la propria identità culturale. Ancora oggi, la gente orgogliosamente indossa il costume tradizionale e parla in dialetto.

Il popolo Tai Kheun di Chiang Mai ha aperto la comunità ai visitatori non solo per raccontare le proprie storie, ma anche per mantenere vive antiche tradizioni e costumi. Il posto migliore per iniziare la scoperta è il Museo Kheun Tai, che ha sede presso l'incantevole Wat San Kangpla.Il museo custodisce gli oggetti di uso quotidiano che danno un quadro realistico della vita delle persone. Vi si possono trovare articoli casalinghi, strumenti e abbigliamento. Se si desidera una corretta comprensione della storia, vale la pena contattare il museo in anticipo per organizzare una visita guidata condotta da uno degli abitanti del villaggio. Solo loro saranno in grado di rispondere alle domande sulla vita in comunità. Talvolta uno degli anziani del villaggio può concedere una benedizione ai visitatori legando una fascia sacra intorno ai loro polsi, un rito  per allontanare la sfortuna.Il museo è anche un centro di insegnamento per i giovani Ta Kheun locali, che vengono qui a studiare la meditazione, il buddismo, e per conoscere le loro origini. Il museo è gratuito per i visitatori, ma le donazioni sono ben accette, così come i contributi al Coffee Boon Shop dove i monaci preparano rinfreschi per gli ospiti.
Wat Po. Antico, decorato e meraviglioso: la superlativa attrazione di Bangkok
08/08/2016 - Praticamente tutti i turisti in visita a Bangkok concordano sul fatto che il Tempio del Buddha di Smeraldo (Wat Phra Kaeo) custodito nel Grand Palace sia il più bel tempio della città. Ma è il Wat Po a rimanere il favorito: un’attrazione che ha fatto breccia nei cuori di generazioni di viaggiatori.
Wat Po (wat significa tempio) è un luogo di superlativi. Non solo è il più grande sito religioso a Bangkok ma è anche il più antico. Non a caso è considerato come una sorta di vetrina dell’artigianato thailandese e uno dei gioielli dell’isola di  Rattanakosin. Il tempio ha attirato fedeli ben prima delle centinaia di migliaia di turisti che lo visitano ogni anno. Le strutture più antiche risalgono al regno di Rama I il Grande quando il tempio era chiamato Wat Phodharam. Il re, una volta rinnovato il tempio trasferì le statue e le immagini più importanti del Buddha da Ayutthaya; 1248 in tutto. Re Rama III ha poi ampliato ulteriormente il tempio elevandolo al rango di centro di apprendimento.
Per i visitatori della Capitale, sempre molto affollata, è la tranquilla vastità che il tempio offre a piacere. Sebbene siano centinaia le persone che ogni giorno attraversano il portone di ingresso per essere presto “ingoiate” dagli stupa, dalle guglie e dalle sale dell’area di culto può capitare, soprattutto al pomeriggio, di sentirsi l’unica persona in giro e condividere le bellezze qui raccolte con un gatto occasionalmente di passaggio o con uno studente della scuola del tempio. In effetti si rimane sempre sotto il vigile controllo delle gigantesche statue in granito (Lan Than) che rappresentano demoni, eremiti ed animali e che decorano quasi ogni angolo del complesso. Minacciosi nei loro cappelli a cilindro i giganti rappresentano i primi visitatori occidentali in visita commerciale in Oriente e sono lì ad indicare la via per l’esplorazione del tempio.
Il Wat Po ha tutti gli elementi di un tradizionale tempio thailandese. L’Ubosot, la Sala principale ed anche un campanile, ma sono i dettagli sontuosamente deliziosi ed i colori mozzafiato che impressionano. Ogni superficie è decorata con splendide piastrelle in ceramica, artisticamente disposte come fiori. I giganti, creature mitiche o semplicemente bei modelli astratti. Anche i lampioni sono decorati nello stesso modo. Il lavoro per completare e decorare una struttura del genere deve essere stato davvero certosino. Se siete fortunati potrete vedere artigiani di talento al lavoro nel tempio, per rinnovarne l'arte e mantenere scintillanti questi piccoli capolavori.
La maggior parte delle persone vengono a vedere qui la più nota immagine del Buddha reclinato. Situata all'interno di un proprio imponente Vihan, la colossale statua è alta 15 e lunga poco più di 43 metri, completamente ricoperta d’oro che brilla divinamente alla luce dalle finestre. La statua è così lunga che deve essere apprezzata sezione per sezione, seguendo magari i montanti del tetto. "Non si può vedere tutto di lui in una volta", diceva Fowler, il narratore principale di “The Quiet American” di Graham Greene, nel suo personale modo di spiegare come Dio appaia in modo diverso a tutti. Vale davvero la pena soffermarsi nel Vihan principale ed ammirare le piante dei piedi della statua tutte intarsiate in madreperla e che mostrano tutti i 108 segni di buon auspicio di un vero Buddha. Così accattivante si mostra il Buddha reclinato che è facile trascurare le altre espressioni artistiche presenti nella medesima sala. I murales della cosmologia buddhista che salgono in alto verso la sommità del palazzo sono l’esempio della meticolosa attenzione per i dettagli che incarna l'arte del Wat Po.
Altri murales mostrano i punti di energia del corpo e relativi percorsi terapeutici. Il tempio è stato e continua ad essere un centro di insegnamento dell’antica arte del massaggio thailandese. La scuola-tempio è stata fondata anche per preservare questa pratica secolare ed istruire nuovi terapeuti. Quindi assicuratevi di terminare il vostro tour al Wat con un massaggio tradizionale e vigoroso. Non ci può essere un migliore ricordo della visita che la sensazione di benessere e di energia che deriva dal ricevere un buon massaggio Thai.

Il Wat Po si trova a Sanam Chai Road vicino al Grand Palace.
Orari di apertura: tutti i giorni dalla 08.00 alle 18.00
Apre nella provincia di Trang un nuovo percorso eco-turistico
04/08/2016 - La splendida provincia di Trang, famosa per il mare cristallino, le isole idilliache che la circondano e per una linea costiera di oltre 190 Km che affaccia proprio sul Mar di Andaman nel Sud del paese, ha inaugurato un nuovo percorso verso l'interno per promuovere l'eco-turismo nella zona.

Situato a sud della città il centro Palian District, ha organizzato un percorso che comprende rafting, safari nella Jungla a dorso d’elefante e visita alla comunità montana tribale Sakai.

I turisti e visitatori effettueranno una sessione di kajaking per 5 Km lungo il fiume Palian con il supporto di esperte guide locali. Sarà poi la volta del giro nella Jungla sul dorso dei pachidermi asiatici fino a raggiungere il villaggio tribale dell’etnia Sakai sulle montagne Banthat.

Niente di particolarmente impegnativo! Queste iniziative rappresentano un modo originale di conoscere queste zone e di entrare in contatto con le popolazioni che le abitano.

Per maggiori info:
http://www.trangdestination.com/wow-trang-opens-new-eco-tourism-route-prepares-for-famous-underwater-weddings/
http://www.imtgt.org/thailand_trang.htm
KOH SI CHANG, UN’ISOLA REGALE NEL GOLFO DELLA THAILANDIA
01/08/2016 - Bangkok è ben posizionata per chi cerca una breve vacanza sulle isole; Koh Chang è raggiungibile in auto con poche ore di viaggio mentre per arrivare a Koh Samet non si impiegano in genere più di un paio d’ore. Anche le isole più conosciute del Paese, Phuket e Koh Samui sono solo ad un'ora di volo dalla Capitale. Si tratta comunque di destinazioni forse un po’ troppo lontane per gite di un giorno o anche solo per rigenerarsi durante il week-end, soprattutto se si desidera esplorare le attrazioni locali. Ecco perché l’isola di Si Chang, appena al largo della costa di Chon Buri, può essere perfetta per chi ha bisogno di una pausa e non vuole affrontare un viaggio più impegnativo: è facile da raggiungere, si possono visitare tutti i luoghi più interessanti in un giorno e avere ancora tempo per la spiaggia. Senza dimenticare che l’isola offre simpatiche soluzioni per pernottare, soprattutto nei pressi del molo del porticciolo con il suo caratteristico faro. Raggiungere Koh Si Chang è facile grazie al servizio regolare di bus e mini-van verso il porto di Sri Racha. I traghetti per Si Chang partono ogni ora. Una volta giunti vi verrà proposto in maniera gentile un tuk-tuk. Le versioni presenti qui nulla hanno a che vedere con quelle che avete già sperimentato a Bangkok: più economici e molto più comodi sono decisamente il mezzo di trasporto più adatto per visitare l’isola. Se siete a Si Chang solo per una vacanza in spiaggia, il posto migliore è la baia di Tham Phang, sulla costa occidentale. C'è un bel tratto di sabbia e una baia adatta per nuotare. Si può tranquillamente rimanere lì tutto il giorno, sdraiati sotto l’ombrellone a mangiare gamberi alla brace o granchi freschissimi, ma ci sono altre attrazioni. Il Buddha giallo è un famoso punto di riferimento e si può vedere da qualsiasi punto di Koh Si Chang. Nonostante sia piccola, l'isola ha giocato un ruolo importante nella storia. La Thailandia è giustamente orgogliosa per non essere mai stata colonizzata dalle potenze europee, ma Si Chang è stata brevemente nelle mani dei francesi nel 1893 nel corso di una lotta per il controllo del Laos. Fino ad allora, l'isola era stata un “buen retiro” per il re Rama V il Grande, che fece costruire proprio qui la sua casa in legno di teak: il Manthatratanarote Royal Mansion. Dopo l'incursione gallica, il palazzo è stato smontato e ricostruito a Bangkok dove è ora meglio conosciuto come Palazzo Vimanmek. I bei giardini sono ancora intatti e dimostrano che questo deve essere stato un luogo glorioso nel suo periodo di massimo splendore con invitanti piscine adagiate sotto gli alberi, simili a grotte naturali. Particolarmente piacevole è la passeggiata sul bel molo in legno ove si possono vedere decine di imbarcazioni internazionali alla fonda: poco sembra essere cambiato da quando, nel XVII secolo l’isola era chiamata anche Amsterdam a causa dell’ingente numero di navi ormeggiate e appartenenti alla Dutch East India Company. Altro luogo da non perdere è il vasto tempio cinese sulla collina noto come San Chao Pho Khao Yai. Con i suoi draghi colorati, murales mistici e le statue antiche si raggiunge con una teleferica oppure tramite un’estenuante scalinata: la vista dalla cima vi toglierà il fiato. Il tramonto si gode dal punto panoramico di Tham Phang mentre per la cena si può approfittare di piccole cucine o ristorantini posti sul ciglio della strada, ideali far farsi cuocere prodotti ittici appena pescati. Non c'è vita notturna sull'isola, si passeggia o ci si siede ad ammirare il mare ed osservare i locali al passeggio.
Ko Si Chang Info:                                                                                                                                                                                 
I bus per Sri Racha partono regolarmente dall’Eastern Bus Terminal di Bangkok. I mini-bus dal Victory Monument. Le barche dal porto di Ko Loi (Sri Racha) partono ogni ora, la prima alle 07:00 e l’ultima alle 20:00
Una esperienza romantica al Phi Phi Island Village Beach Resort
25/07/2016 - Phi Phi Island Village Beach Resort invita le coppie di tutto il mondo a vivere l’esperienza del romanticismo sull’isola, tra spiagge isolate e la seduttiva brezza del Mare delle Andamane.
Phi Phi Island Village Beach Resort si trova in una delle destinazioni più paradisiache del mondo. Accessibile con barca privata, il resort sorge a Loh Ba Gao Bay su Koh Phi Phi Don, parzialmente immerso nel Nopparattra National Park. Le coppie possono perdersi e mantenere la propria privacy tra palme di cocco e giardini tropicali.
Il resort è immerso in una baia spettacolare in perfetta armonia con la fauna tropicale che lo circonda. Calde acque azzurro cristallino lambiscono la sabbia bianca, l’offerta è composta da una serie di attrazioni naturali magiche all'interno di un arcipelago dall’immagine quasi onirica.
Una ampia scelta di spaziose ville e suite offre agli ospiti un panorama del design contemporaneo thailandese e una serie di comfort che garantiscono alle coppie totale privacy e relax personalizzato.
 
La Hillside Pool Villa offre 110 metri quadrati di isolamento arroccati sul dolce pendio di una foresta pluviale tropicale con piscina privata 6×4 metri e vasca idromassaggio. La vista sul mare dalla terrazza è ipnotizzante e il privilegio di un servizio di prima colazione in camera fornisce un tocco di lusso.
 
Ideale anche per le coppie è il Beachfront Junior Suite. Uno spazio di 79 mq proprio di fronte al resort. La vista panoramica sul mare, gli interni caldi ed eleganti lo rendono un rifugio romantico che non è secondo a nessuno.
 
Wana Spa è un altro luogo da fuga romantica che coccola le coppie in una fusione potente di trattamenti all'avanguardia e tecniche di massaggio thai tradizionale, mani esperte e musica serena che ringiovanisce corpo, mente e spirito.
 
Phi Phi Island Village Beach Resort dispone di sei eccellenti ristoranti, ognuno progettato per massimizzare l'atmosfera rilassante del luogo. Le altre opzioni di ristorazione includono il Marlin Restaurant, che offre tutto il giorno sala da pranzo all'aperto sulla spiaggia, pesce fresco, piatti occidentali e cucina tradizionale preparata da un team eccezionale.
 
Altre possibilità sono il Ruan Thai Restaurant, una casa tradizionale thailandese, famoso per la sua autentica cucina Thai e l’ambiente collinare lussureggiante. Il Coconut Grill & Bar si trova proprio sulla spiaggia nella splendida cornice di una foresta di mangrovie con le barche ormeggiate nelle acque calme delle Andamane. Questo informale ristorante all'aperto serve pesce alla griglia e tagli di carne importata.
 
Per aiutare le coppie a ottenere il massimo dalla loro esperienza, Phi Phi Island Village Beach Resort ha introdotto un pacchetto Romance esclusivo che include prima colazione tutti i giorni, drink di benvenuto, cesto di frutta di benvenuto, connessione internet Wi-Fi, trasferimento da/per l'aeroporto internazionale di Phuket, cena a lume di candela in barca, una bottiglia di vino della casa, e ampia scelta di massaggi.
 
La Thailandia per le donne che viaggiano. I segreti della bellezza thai
21/07/2016 - Con i loro capelli di seta nera, gli occhi a mandorla, la raffinatezza naturale, le donne thailandesi sono famose in tutto il mondo per la bellezza e l’eleganza. E forse questo spiega il motivo per cui così tante turiste affollano il regno, non solo per l'avventura, il riposo e il relax, ma anche per imparare alcuni dei segreti di bellezza thai o per godere di trattamenti termali, in saloni e centri estetici in ogni parte del paese.
La bellezza delle donne thailandesi non è semplicemente una questione di genetica. Si tratta di secoli di saggezza e conoscenza di erbe locali, piante e frutti che, se preparate nel modo giusto, possono aiutare a combattere l'invecchiamento, migliorare il colorito della pelle e persino aumentare la salute. I segreti di bellezza thai si trovano in mercati, boschi e campi, e i thailandesi hanno sempre fatto affidamento sulla abbondanza naturale di frutta ed erbe aromatiche per trattamenti sorprendenti.
Quasi tutti i turisti in Thailandia hanno sperimentato il famoso massaggio tradizionale. Ma una vasta gamma di trattamenti termali ed estetici, scrub e trattamenti per il viso rendono il regno una destinazione di salute e bellezza.
Per chi si reca in Thailandia per godere dei benefici della saggezza, una visita a un centro termale dovrebbe essere la prima fermata. Quasi tutti i grandi alberghi e resort hanno saloni e centri benessere, e alcuni sono da vedere solo per l'architettura, le splendide camere e l'atmosfera. Ma per conoscere i veri segreti della bellezza thai è necessario dare uno sguardo più da vicino agli ingredienti di impacchi, trattamenti per il viso e creme.
 
Latte di cocco.Le noci di cocco crescono in tutta la Thailandia e vengono usate in molti piatti della tradizione. Il cocco è anche un trattamento di bellezza, agisce come una crema idratante per lucidare le unghie e ridurre al minimo le smagliature. Quando il cocco è usato come shampoo, porta lucentezza e brillantezza ai capelli. È comunemente usato negli scrub, nei trattamenti per il viso e i massaggi completi del corpo.
 
Sale thai. Per secoli, le pianure a sud di Bangkok hanno prodotto sale marino di alta qualità, e questi sali ricchi di minerali sono vitali per la bellezza. Più comunemente il sale è mescolato con altri ingredienti e utilizzato come scrub per il viso che contribuisce a levigare la pelle ruvida. Il sale svolge la sua parte anche nel trattamento della forfora, nello sbiancamento dei denti e per migliorare l'aspetto delle unghie. Viene utilizzato nel corso del bagno per alleggerire i dolori muscolari e lenire l'irritazione della pelle.
 
Curcuma.La curcuma è nota da tempo per avere benefici sulla salute, e in Thailandia viene usata in cucina e in medicina. Ma grazie alle sue proprietà antisettiche e curative, è anche un elemento vitale in molti dei più efficaci trattamenti per la pelle e la bellezza. Un impacco di curcuma o uno scrub può idratare la pelle mentre tratta le irritazioni della pelle e le punture di insetti.

Tamarindo. Il tamarindo è utilizzato in molti alimenti tailandesi. Contiene vitamine B e C, così come potassio e magnesio, che possono contribuire a dare alla pelle un colorito sano. In Thailandia, il tamarindo è spesso usato sul viso e sul corpo e si dice possa aiutare a combattere le linee sottili e le rughe.
 
Mango.Il mango fresco è onnipresente in Thailandia. Gioca un ruolo importante nel settore termale. Il mango può ridurre le macchie scure sulla pelle e combattere l'acne e brufoli. Utilizzato nei trattamenti per capelli può agire come balsamo naturale e trattare la forfora.

Papaya. Questo frutto esotico ha alcune qualità sorprendenti quando si tratta di salute e bellezza. È spesso usato per fare una semplice maschera viso con un po' di limone fresco aggiunto. Agisce come anti-ossidante.
 
Citronella.La citronella è un ingrediente tipicamente thailandese. Svolge un ruolo enorme nella bellezza thai e vanta qualità antibatteriche e antisettiche. È usata come schiarente della pelle e fondotinta. Il suo odore caratteristico la rende un buon ingrediente per deodoranti fatti in casa.
 
Per maggiori informazioni: www.turismothailandese.it
                                             www.tatnews.org
 
UNA VISITA ALL’ASIATIQUE SUL FIUME CHAO PRAYA A BANGKOK
14/07/2016 - La Thailandia è sempre stata una calamita per commercianti e viaggiatori alla ricerca dei sapori d’Oriente, che per secoli hanno usato il fiume Chao Phraya come ingresso nel cuore del Siam. Questo corso d'acqua vivace, con le sue attrazioni, i suoi profumi e il mistero che evoca è un luogo sulle cui rive prosperano attrazioni per i turisti. Il fiume è l'essenza dell’antica Bangkok, molto più evocativo dei moderni centri commerciali. Tutto ciò spiega la crescita dell’Asiatique-The Riverfront, un posto dedicato allo shopping e all’intrattenimento sul fiume.
L’Asiatique è costruito intorno ad un vecchio molo in cui gli europei andavano a comprare e vendere beni, a differenza dei turisti moderni che invece cercano spiagge e tour turistiche.
I 1.500 tra negozi, boutique e ristoranti dell’Asiatique occupano i vecchi magazzini e le proprietà che appartenevano alla East Asiatic Company nei primi anni del 1900. Una attività commerciale, fondata dal danese Hans Nille Anderson, specializzata nell'esportazione di legname proveniente dalle lussureggianti foreste della regione.
Ora l’area pullula di “clienti”, ma i vecchi “colonizzatori” sono ancora qui sotto forma di statue di bronzo per accogliere sul molo i visitatori. Un vero e proprio reperto storico è il bunker sopravvissuto dalla seconda guerra mondiale. L'unico altro in Thailandia si trova allo Dusit Zoo, sempre a Bangkok.
Non tutto ha sapore di antico. Nuove aggiunte al sito includono un tram in stile tradizionale utilizzato per brevi gite lungo il fiume. Ma l’attrazione più amata è l’enorme ruota panoramica da cui si gode una bellissima vista della città.
Gli amanti del buon cibo hanno di che divertirsi all’Asiatique. La cucina è internazionale, come ci si aspetterebbe in un "hub del commercio" in modo da poter godere di qualsiasi cosa, dagli spiedini di kimchi, agli hamburger, fino al ragù alla bolognese. I ristoranti corrono lungo il fiume, e ci sono bancarelle e ristoranti per ogni portafoglio.
Naturalmente, il “commercio” è il tema principale dell’Asiatique. Le sue bancarelle vendono di tutto, dagli apribottiglie a splendidi dipinti. L’area evoca l’atmosfera di un bazar notturno, ma non è un posto adatto solo per i cacciatori di souvenir. È un luogo dove godersi i lavori e gli spettacoli degli artisti di strada. Qui si trova il rinomato Calypso Cabaret, dove due volte a notte vengono messi in scena scintillanti spettacoli di artisti transgender.
Altra rappresentazione di successo è il "Muay Thai Live – Vite da leggenda", che con una costruzione di stampo teatrale racconta la lunga storia della famosa arte di combattimento thailandese in circa un'ora e un quarto.
 
Asiatique - The Riverfront è aperto tutti i giorni dalle sette del mattino a mezzanotte. È raggiungibile in barca agilmente dal molo Taksin, collegato con il centro di Bangkok tramite BTS Skytrain.
 
L’ISOLA DI KOH TACHAI INTERDETTA AL TURISMO A TEMPO INDETERMINATO
28/06/2016 - Le autorità thailandesi hanno confermato la chiusura per un periodo indefinito dell’isola di Koh Tachai nel Mare delle Andamane. Il turismo minaccia l’ecosistema dell’isola che si trova nel cuore del Parco Nazionale delle Similan, al largo della costa della provincia di Phang Nga. Il dipartimento thailandese che si occupa della tutela dei parchi nazionali ha deciso infatti di non riaprire ai turisti l’isola di Koh Tachai dopo la chiusura dovuta alla stagione dei monsoni e cioè il 15 ottobre. “Dobbiamo chiudere l’isola per consentire all ‘ambiente terrestre e marino di rigenerarsi senza essere disturbati dall’attività turistica e prima che il danno sia irreversibile”, ha detto Tanya Netithammakul, direttore del Dipartimento Nazionale Parchi e di protezione della fauna e della flora. Secondo le autorità thailandesi, le spiagge di Koh Tachai accolgono a volte fino a 1 000 persone in arrivo su imbarcazioni turistiche, mentre si ritiene che la superficie di quest’ area non possa ospitare più 70 persone contemporaneamente.  Questo accade in molte delle splendide isole che puntellano il Mar di Andaman come anche il Golfo della Thailandia. E’ una conseguenza della sempre maggiore popolarità del Paese, ma anche una minaccia per l’ambiente che va gestita in maniera appropriata. Se non si fosse proceduto ora alla chiusura c’era il rischio effettivo di perdere l’integrità del sito in maniera permanente e quindi a Tachai solo alcuni punti di immersione, in acque profonde, sono ancora praticabili. Tutte le altre perle delle Similan riapriranno al pubblico regolarmente dal 15 ottobre p.v. La maggior parte dei parchi nazionali marini thailandesi (in particolare quelli che affacciano sul Mar di Andaman) sono normalmente chiusi dal 16 maggio al 15 ottobre durante la stagione delle piogge. L’interdizione di Koh Tachai fa parte di un vasto piano di recupero e di migliore gestione delle risorse del mare thailandese e delle sue bellissime isole.
La provincia orientale di Chanthaburi
22/06/2016 - Questa provincia, con la sua vita lungo il fiume e i suoi tesori culturali è una culla della civiltà thailandese, una zona che vale sicuramente la pena esplorare. Con un’avvertenza, più si resta fuori dai circuiti turistici tradizionali e più si avrà la possibilità di trovare tesori nascosti unici. Il Wat Mangkon Buppharam, ad esempio, noto anche come Wat Lung Hua Yi. Questo tempio sino-buddista è molto venerato dai locali di discendenza cinese. Ci sono tre di questi templi in Thailandia e quello di Chanthaburi, (costruito nel 1977), è forse il più sorprendente. C'è una interessante annotazione sul simbolismo sulla struttura del Wat Leng Hua Yi che, in realtà, simboleggia la coda di un drago. La testa del drago è, invece, rappresentata dal Wat Leng Noei Yi di Bangkok mentre il Wat Mangkon Watsana nella provincia di Chachoengsao ne rappresenta il corpo. L'arte al Wat Lung Hua Yi racconta la storia del Buddismo Mahayana, i cui insegnamenti risalgono a secoli fa, quando gli immigrati cinesi cominciarono a stabilirsi qui. A Chanthaburi, il Buddismo Mahayana è influente tanto quanto il Buddismo Theravada, che domina nel resto della Thailandia. Il tempio è un luogo di culto per i cinesi che vengono qui per rendere omaggio ai propri antenati. I visitatori sono invitati a partecipare e chiedere benedizioni di prosperità, fortuna e buona salute facendo offerte. Se il tempio di Wat Lung Hua Yi è una tappa necessaria per conoscere il Buddismo Theravada, il distretto di Laem Sing con il suo parco meraviglioso e poco conosciuto, è il posto adatto per approfondire la conoscenza della vita di Buddha e la religiosità thailandese attraverso le molte sculture sparse tra gli alberi.

Chantaburi è giustamente nota anche per la Gem Street :la più grande via per la vendita delle pietre preziose di taglio fine in Thailandia. Si Chan Road è l'area commerciale e il centro principale per fare affari. Chanthaburi è infatti un crocevia importante non solo per la produzione delle gemme ma anche per la contrattazione e la lavorazione delle pietre preziose provenienti anche dall'estero. Il mercato è attivo nei giorni di Venerdì, Sabato e Domenica ed attira una grande folla di commercianti di gemme e visitatori. A Chanthaburi si può vivere un incontro unico con la storia e lo stile di vita del passato. Una visita che ci sentiamo di consigliare è presso la Chantaboon Waterfront Community. Lungo le sponde del fiume Mae Nam Chanthaburi si susseguono per circa un paio di chilometri antiche shop-house di legno, tutte diverse ed in cui si fondono stile thailandese, cinese ed occidentale. L’area è conservata e tutelata come un museo vivente di storia locale: è un luogo tipicamente thailandese e permette una suggestiva passeggiata nel passato. Sempre nei pressi della città vecchia consigliamo una sosta presso la Cattedrale Cattolica di Chanthaburi, sulla Chanthanimit Road vicino alla sponda del fiume. E’ il monumento più importante della provincia ed il più grande edificio cattolico di tutta la Thailandia: in stile gotico risale al 1909. Se vi trovate da queste parti nella prima settimana di giugno, a Chanthaburi si svolge la Festa della Frutta. Una ottima opportunità per gustare i deliziosi prodotti locali tra cui spiccano il Mangostano, il Durian ed il Rambutan.
La provincia è sede di splendidi parchi nazionali e spiagge incontaminate. Le spiagge più note sono quelle di  Laem Sing, Chao Lao, Kung Wimanand  e Kung Krabenare, probabilmente la più bella. Se si preferisce invece bagnarsi e rinfrescarsi nell’acqua dolce non mancate una visita al Parco Nazionale Namtok Phlio, a 14 chilometri dalla città di Chantaburi. Il parco è noto per la sua cascata a tre livelli che si tuffa in un piccolo bacino naturale di acqua meravigliosamente tonificante: non c'è modo migliore per sentirsi tutt'uno con la natura!
 
 Naturalmente Chanthaburi non è solamente templi o parchi. La provincia è piena di splendide spiagge incontaminate. Quelle di Laem Sing, Chao Lao, Kung Wimanand Kung Krabenare sono le più belle. Non essendo molto conosciute, a metà settimana garantiscono la privacy assoluta per godere del panorama in totale solitudine.
 
Il Grand Palace di Bangkok nella lista delle 50 attrazioni più visitate al mondo.
21/06/2016 - Il Grand Palace di Bangkok è con la Torre Eiffel, le grandi piramidi d’Egitto e il Colosseo tra le 50 attrazioni più visitate al mondo secondo il magazine di viaggi Travel+Leisure.
Il Grand Palace di Bangkok ospita 8 milioni di visitatori l’anno posizionandosi all’ottavo posto fra le attrazioni più visitate in Asia e al quarantesimo nel mondo.
“Essere nell’elenco dei luoghi più visitati al mond...o è il segnale che il Grand Palace di Bangkok rappresenta una fonte di ispirazione e fascino per il turismo internazionale”, ha commentato il Signor Yuthasak Supasorn, Governatore di Tourism Authority of Thailand.
I risultati tengono conto della quantità di biglietti venduti, delle stime delle società di gestione dei luoghi, delle agenzie governative, dei rapporti industriali e media.
Nel preambolo della lista, T+L specifica che tra le attrazioni incluse nella lista “sono siti storici e culturali, punti di riferimento nazionali, e spazi ufficialmente designati. Non sono stati compresi nello studio spiagge e siti che attirano quasi esclusivamente pellegrini religiosi. Il Grand Palace di Bangkok è stato costruito nel 1782 ed è uno dei luoghi più venerati di Thailandia. È stata residenza ufficiale e sede del governo per i monarchi della dinastia Chakri per oltre 150 anni

Scoprire la fantastica storia del sale e la sua importanza nella cultura gastronomica thailandese
08/06/2016 - Chiunque impieghi il suo tempo per approfondire la conoscenza della cucina thailandese comprende immediatamente quale sia l'interazione di sapori forti e acidi, dolci, amari, piccanti e salati, per creare l’insieme armonioso che rende memorabile il pasto.
Il salato è particolarmente popolare: uova salate e pesci sono utilizzati in molti piatti. La salsa di pesce salato si trova sul tavolo di ogni ristorante.
 
Il sale è sempre stato utilizzato in Thailandia come conservante nei giorni precedenti alla refrigerazione dei cibi. Nel tempo è diventato una parte essenziale del modo di mangiare thai.

Naturalmente, ridurre il sale dalla nostra alimentazione è importante, ma resta comunque un elemento vitale della valorizzazione della cultura tailandese come, ad esempio, nel settore termale.
Una visita a un centro termale è sulla lista dei desideri di chi visita la Thailandia. I sali thailandesi sono utilizzati nei famosi massaggi scrub esfolianti, per rimuovere le cellule morte della pelle e vantano eccellenti proprietà anti-batteriche. Uno scrub al sale infuso con il limone aiuta ad alleviare i sintomi del jet lag e lo stress, un inizio perfetto per una vacanza in Thailandia.

Il sale è una fondamentale fonte di reddito per alcune comunità thailandesi che includono Phetchaburi, Samut Sakhon e Samut Songkhram nel Golfo di Thailandia, e Pattani nel profondo sud. I turisti diretti verso le famose spiagge di Cha-am e Hua-Hin, o verso la splendida residenza estiva di Maruekhathaiyawan, e l'imponente palazzo in collina di Phra Nakhon Khiri, costruito re Rama IV, passeranno vicino alle saline abbaglianti a forma di stagno che si estendono a perdita d'occhio. 
L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese si aggiudica l’Italia Travel Awards come miglior ufficio del turismo in Italia
01/06/2016 - L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese si è aggiudicato il premio quale miglior ufficio del turismo estero in Italia nella prima edizione degli Italia Travel Awards.

La premiazione è avvenuta lo scorso 26 maggio nella cornice dell’Acquario Romano, nel cuore della Capitale, con una scintillante serata di gala a cui hanno partecipato le personalità più rilevanti del mondo del turismo italiano insieme agli operatori del settore.

Per l’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese hanno ritirato il premio la Direttrice Rung Kanjanaviroj e il Direttore Marketing Sandro Botticelli. La Signora Kanjanaviroj ha espresso la sua grande soddisfazione per la vittoria, che rappresenta un riconoscimento all’impegno costante che lo staff dell’Ente produce nella promozione della destinazione Thailandia in Italia.

Italia Travel Awards è il premio nato per celebrare l’impegno e la competenza nel settore turistico italiano, con l'obiettivo di incoraggiare e stimolare la professionalità nel settore dei viaggi, del turismo nazionale ed internazionale creando un evento annuale unico in Italia.

Protagonisti assoluti sono stati gli agenti di viaggio e i viaggiatori che, attraverso un sistema di voto libero e trasparente, hanno espresso le loro preferenze per ognuna delle categorie in esame per decretare le eccellenze del mondo del turismo in Italia.

La prima fase di votazione si è svolta tra l’8 ottobre e il 6 dicembre 2015, cui è seguita una seconda di voto online conclusasi lo scorso 11 marzo 2016 a cui hanno avuto accesso le aziende e le organizzazioni di ogni categoria che hanno ricevuto il maggior numero di voti nel 2015.
Manathai Samui lancia l’esperienza maternity moon per le mamme
09/05/2016 - Sempre più donne utilizzano il proprio periodo di maternità dal lavoro per scoprire il mondo insieme al proprio bambino. Un tempo prezioso che mamme e bambini possono sfruttare per stare insieme. Il Manathai Koh Samui ha ideato proprio per questo motivo una serie di offerte denominate Maternity Moon per aiutare le mamme nel corso dei propri viaggi.

La struttura del Manathai Koh Samui, con le sue grandi stanze e tanto spazio da dedicare al gioco e al risposo dei bimbi, è ideale per diventare il “rifugio” sul mare di molte famiglie grazie anche alla spiaggia ben riparata da grandi alberi di palma che offrono una protezione naturale alle pelli più sensibili.
 
Il Manathai è un luogo dove vivere reali esperienze thai nel segno della sofisticata eleganza coloniale. L’hotel si trova sulla tranquilla spiaggia di Lamai Beach, di fronte a un villaggio di pescatori e al Golfo di Thailandia con il panorama delle montagne a fare da sfondo. La missione del Manathai è garantire ai propri ospiti esperienze sensoriali in un’atmosfera lussuosa a prezzi accessibili.  
 
Il Manathai Koh Samui è a 50 minuti di volo da Bangkok e a 20 minuti dal Samui International Airport. La sua offerta è composta da 46 suites, che includono 6 family suites, e una varietà di altre tipologie di camere fino a 200 metri quadrati di grandezza, 102 Deluxe Balcony Rooms, un centro fitness, un kids club, due piscine.
DUSIT D2 KHAO YAI
26/04/2016 - Khao Yai, o "grande montagna", è meglio conosciuta per l’omonimo parco nazionale nominato patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 2005. Il parco vanta un ambiente naturale mozzafiato: cascate naturali, sentieri panoramici e zone di osservazione della fauna selvatica.
Prendendo spunto dal paesaggio naturale circostante, il DusitD2 Khao Yai offre un elegante interpretazione
del tema moderno-rustico sia negli arredi interni che nella struttura. Situato a pochi minuti dai vigneti, dal parco avventura e dal Parco Nazionale di Khao Yai, offre tra l’altro la possibilità di provare un pranzo davvero speciale sulla cima degli alberi. Concedetevi un tuffo nella natura thailandese a sole 2 ore di auto da Bangkok al DusitD2 Khao Yai. L’apertura è prevista nel giugno 2016.

Indirizzo: 678 Moo 18, Tambol Moosi, Pakchong District,
Nakorn Ratchasima 30130 Thailand

Contatti:
e d2ky@dusit.com
t +66 (0) 4 400 3000   t +66 (0) 2 200 9999 ext 3760-3761 (Sales Ofice)
w www.dusit.com/d2ky
L’affascinante cultura del riso thai
07/04/2016 - La Thailanda è un paese in cui il riso salta fuori in qualsiasi conversazione, “hai già mangiato riso oggi?” è quasi un saluto utilizzato tanto spesso quanto da noi il ciao.  La coltivazione di questo prodotto condiziona il calendario nazionale e rappresenta l’elemento principale di qualsiasi cerimonia o celebrazione del Regno.  
In Thailandia, il riso è vita ed al contempo "thainess" ovvero rappresenta la “thailandesità” più profonda.
Il Governo ospita, ogni aprile, una fiera del riso con lo scopo di fornire ai coltivatori del Paese la possibilità di promuovere i loro prodotti nel cuore della Bangkok urbana, e consentendo ai turisti di godere dei sapori della vita rurale thai. 
La prima cosa che risalta nel contesto della fiera è l’atmosfera rilassata e il lavoro senza sosta degli espositori che, pur avendo affrontato un lungo viaggio, vivono questa esperienza con allegria invitando gli ospiti a gustare le proprie specialità.
La fiera non è solo un mercato ma anche una esperienza educativa. Ci sono ovunque display, video e testi che raccontano i fatti più importanti legati a questa industria, gli strumenti, i macchinari utilizzati. E’ una finestra aperta sulle varietà del riso e sulle differenti modalità di coltivazione in tutto il Paese. Molti di noi conoscono e amano il famoso riso jasmine ma, forse dimentichiamo che esistono molte altre qualità con proprietà salutari riconosciute in tutto il mondo. 
Una piacevole giornata sull’isola di Ta Chai, Phang-nga
04/04/2016 - Il molo è piuttosto affollato. Sono tante, infatti, le persone in coda all’imbarco del porticciolo di Tap Lamu a Khao Lak pronte a prendere il largo su di un veloce motoscafo. Questo testimonia la popolarità dell 'isola, fino a pochissimi anni fa davvero poco nota, di Ta Chai. In effetti le meraviglie off-shore della provincia di Phang-nga sono tra i 'luoghi da vedere' della Thailandia e Ta Chai assolutamente da porre in cima alla lista.
L’isola si trova nel cuore del Parco Nazionale Marino delle Similan e promette una bella avventura nel Mar delle Andamane. Siamo in Aprile e la giornata è particolarmente limpida e soleggiata: mi ritengo piuttosto fortunato, le piogge monsoniche faranno capolino dal prossimo mese e l’isola rimarrà chiusa al pubblico pressappoco fino al prossimo ottobre. Sono tra gli ultimi visitatori della stagione!
I turisti che volano da Bangkok con l’intenzione di raggiungere Ta Chai tendono a trascorrere almeno una notte a Phuket oppure a Phang nga. Escursioni di un giorno sono facilmente organizzabili localmente in entrambe le destinazioni, ma la distanza da coprire è molto minore se si parte da Khao Lak piuttosto che da Krabi o dalla Perla delle Andamane.
Il breve viaggio, un’ora e trenta circa, è una piccola avventura in sé vista la bellezza del paesaggio ma viene occupato prevalentemente dal briefing della guida. Il luogo va lasciato integro, ovvero, e se possibile, in condizioni migliori di quelle in cui lo troveremo. Le scarpe, ad esempio, vanno lasciate in barca: sull’isola si cammina solo a piedi nudi. Non si deve dar da mangiare ai pesci, abbandonare rifiuti o fare nulla che possa influenzare negativamente l’ecosistema. E’ questo l’unico modo per continuare a garantire il fascino del luogo in modo che possa essere goduto dalle generazioni a venire.
Una volta arrivati la prima cosa che colpisce è la brillantezza della luce. Non dimenticate gli occhiali da sole se non volete affaticare troppo i vostri occhi. La sabbia è polvere soffice bianchissima, lambita da acque cristalline: sembra quasi di essere dentro un opuscolo tanta è la bellezza del posto. Molti si crogiolano nella bellezza tropicale dell’isola, ma la maggior parte dei visitatori non vede l’ora di calarsi nello spettacolare mondo sottomarino del Mar di Andaman per lo snorkeling. Nei giorni di sole, la visibilità è incredibile e può arrivare a 25/30 metri di distanza. Si ammirano banchi di pesci colorati, tartarughe marine, mante, pesci pappagallo, pesci leone e poi ancora anemoni, coralli e nudibranchi dai mille colori. E ' una visione quasi “psichedelica”, un'esperienza certamente indimenticabile.
Il pranzo a base di piccoli snack salati, frutta e dolci si consuma in spiaggia, all’ombra delle palme ed intrattenuti dalle guide. Dopo esserci rifocillati si parte per una piccola esplorazione dell’isola. Fra gli animali, oltre ai piccoli varani ed alle svariate specie di uccelli, si osservano i pipistrelli “Mae Kai” appesi agli alberi mentre le vere star dello spettacolo sono i “Poo Kai”, i granchi pollo. Sono una specie autoctona delle Similan ed il loro nome deriva dal curioso suono che emettono, proprio come quello di un pulcino.
Il trekking verso il view point dell’isola dura 20 minuti. Si fa a piedi nudi ma si viene poi ricompensati dalla splendida vista panoramica sul blu del Mare delle Andamane: una scena memorabile prime di tornare alla barca e poi alla terraferma.
Ta Chai è un’isola splendida ed è la testimonianza che non necessariamente il turismo debba deturpare la bellezza naturale e che anzi possa essere un modo per preservarla. Il turismo eco-sostenibile è diventato una delle parole d’ordine del settore per far si che paradisi ritrovati non diventino presto dei paradisi perduti.
A proposito di Ta Chai
Koh Ta Chai si trova nel Mar delle Andamane tra le Similan e le Surin Islands, situata all’interno del Parco Nazionale Marino delle Similan. I visitatori non sono autorizzati a pernottare.
Gite di un giorno costano tra i 3.000 – ed i 4.000 baht e possono essere prenotate presso le agenzie di viaggio a Phuket e Khao Lak.
Periodo migliore: Novembre - Aprile.
Per informazioni e visite:
www.loveandaman.com                                                                                                                         
www.barracudadive.com                                                                                                               
www.seastarandaman.com                                                                                             
www.andamanSeaSun.com
Perché i fiumi e l’acqua sono il cuore della cultura thai?
21/03/2016 -  
La Thailandia è cresciuta lungo le rive dei suoi grandi fiumi. Per secoli, i corsi d'acqua del regno hanno fornito al popolo thai alimenti di base come riso e pesce, alimentati dalle piogge monsoniche abbondanti che hanno reso la terra fertile. Non c'è da meravigliarsi quindi che così tante cerimonie e tradizioni locali abbiano nell’acqua l’elemento predominante, siano essi riti familiari intimi o feste nazionali. Le feste più importanti del calendario thailandese sono celebrate nel segno dell’acqua. La più nota, naturalmente, è la celebrazione thai del Capodanno, il Songkran. Per tre giorni, durante il mese più caldo dell'anno, il regno ospita il più grande festival d'acqua del mondo. Ogni città e villaggio mette in scena una battaglia a base di acqua di tre giorni con giovani e vecchi a prenderne parte. I turisti amano l'atmosfera divertente della festa, ma per la popolazione locale questo è un evento famigliare. Nelle case e nei templi, la gente si riunisce per spruzzare acqua sacra sulle immagini del Buddha come forma di bagno rituale. Nella cultura prevalentemente rurale della Thailandia, questo è un modo di pregare per chiedere abbondanza di piogge per favorire i raccolti. E’ anche il momento per dimostrare rispetto agli anziani della famiglia. In quello che è considerato il più antico rituale del Songkran, gli anziani cospargono il viso e il collo dei partecipanti più giovani con una polvere bianca profumata chiamata dinso pong, un rituale per allontanare il male nel modo più arcaico, ma anche una cura popolareper proteggere la pelle dalle macchie solari tramandata di generazione in generazione.
Più avantinel corso dell'anno, si celebra il Loi Krathong. Sotto la luna piena del 12° mese lunare, i festeggiamenti hanno lo scopo di restituire l’acqua+ agli dei per ringraziarli della loro generosità nel corso dell'anno. Piccole “imbarcazioni” galleggianti riempite di incenso e orchidee vengono adagiate sui corsi d'acqua del regno. E nel momento in sui si abbandonano alla corrente, rendono vivi idesideri di amore, successo e fortuna dei proprietari.
L'affascinante festa di Loi Krathong viene celebrata in vari modi. Nella provincia occidentale di Tak, il festival si chiama Krathong Sai, e le Krathong locali sono fatte di gusci di cocco, abbondanti nella zona così come in tutta la Thailandia comprese le popolari destinazioni di Koh Samui, Koh Phangan, Phuket e Ko Chang. Questi gusci di cocco pieni di cera vengono messi a galleggiare nel maestoso fiume Ping. Nella zona settentrionale di Chiang Mai, il Loi Krathong si chiama Yi Peng e lanterne di fuoco vengono fatte volare al di sopra dei canali in modo che l’effetto risplenda sulla superficie dello specchio d’acqua.
H2O gioca un ruolo importante fra le cerimonie thailandesi più private. Ai matrimoni, l'acqua viene spruzzata su polsi della sposa e dello sposo per benedire l'unione. Naturalmente, ora che le coppie arrivano da tutto il mondo per sposarsi in Thailandia spesso fanno propria anche questa tradizione. Ma la Thailandia ha tanti matrimoni per quanti sono i gusti da soddisfare. Gli amanti dell'acqua possono legarsi con un nodo sotto le onde della costa di Trang. Altri sposalizi “acquatici” si possono celebrare fluttuando nel Red Lotus Sea nella provincia di Udon Thani, dove è consigliabile fissare la data delle proprie nozze tra novembre a fine febbraio per godere la massima esplosione di colori della flora locale. Per le nozze più memorabili, che ne dite di un matrimonio sulla montagna più alta della Thailandia, o sul dorso di un elefante thailandese simbolo della nazione? In questa terra di amore si può fare tutto.
 
Nel 2017, il capodanno thailandese o Songkran si terrà tra il 13 e il 16 aprile, con celebrazioni in tutto il paese. Il Loi Krathong si terrà il 3 novembre a livello nazionale, con le celebrazioni speciali nella antica capitale Sukhothai.
 
Scoprire la Thailandia attraverso le comunità artistiche vicino a Bangkok
11/03/2016 - Tre delle province più vicine a Bangkok, Nakhon Pathom, Samut Sakhon e Ratchaburi rappresentano il meglio del bagaglio di tradizione, arte e cultura della Thailandia. Realtà in cui si possono vivere esperienze nuove e interessanti, dalla musica all’apprendimento delle tecniche di decorazione della porcellana. Fortunatamente, i “cacciatori di cultura” che scelgono la Thailandia come destinazione del proprio viaggio possono godere della migliore programmazione culturale d’Asia. Con i suoi 2.000 posti, la Prince Mahidol Hall, nel campus della Mahidol University di Nakhon Pathom, è la casa della Thailand Philharmonic Orchestra e la sua acustica è una delle migliori possibili. La musica si libra in questo spazio in modo unico regalando al pubblico momenti sublimi, tanto che orchestre e compositori da tutto il mondo si mettono in lista d’attesa per potersi esibire qui. Per sfidare il luogo comune che la musica classica è per pochi, i prezzi dei biglietti sono tenuti volutamente bassi per ribadire il concetto che la musica è per tutti. La sorprendente architettura della sala evoca la tradizione thailandese e prende la forma del Kan Phai Mahidol, emblema dell'università.
Per l'artigianato, la provincia di Samut Sakhon e il villaggio Don Kai Di Bencharong sono la scelta migliore. Questo collettivo è stato avviato trentaanni fa per garantire la sopravvivenza dell’arte della decorazione della porcellana Bencharong. Le tecniche per la produzione di ceramiche Bencharong risalgono alla dinastiaMing in Cina e sono giunte in Thailandia circa 600 anni fa. Bencharongvuol dire “cinque colori”, quelli principali utilizzati per la decorazione: nero, bianco, giallo, rosso e verde, a cui si aggiungono alcunitoni secondari. I disegni tradizionali risalgono alregno di Rama II, ma nel tempo sono stati introdotti altri temi legati a celebrazioni come, ad esempio, il Songkran.
Nel villaggio di Don Kai di Bencharong, la ceramica Bencharong è ovunque; nelle piastrelle decorate così come sulle statue dipinte. Ma la vera scoperta è osservare gli artigiani a lavoro. Seduti sulle panchine usano pennelli sottilissimi per creare piccole macchie di colore su vasi e ciotole. Si tratta di un processo scrupoloso che richiede mano ferma, ma tutti riescono comunque a lavorare dialogando e scherzando con i turisti. I visitatori possono addirittura provare a dipingere la propria tazza o qualsiasi altro manufatto che poi verrà recapitato direttamente al proprio indirizzo dopo essere stato “cotto” in forno a oltre 800 gradi.
Una realtà più moderna legata al mondo della ceramicaè la Tao Hong Tai Ceramic Factory di Ratchaburi. L'impresa a conduzione familiare, ha iniziato sessanta anni fa la produzione di grandi giare per l'acqua, ma ora è specializzata in scultura in ceramica, mobili e oggetti d'arte di ogni dimensione e colore tenuti in esposizione nel parco. Maiali sorridenti, elefanti e demoni cinesi sbirciano i turisti. E’ un po’ come entrare nel mondo di Alice nel paese delle meraviglie
Il reportage del programma Alle falde del Kilimangiaro sulla provincia di Nakhon si Thammarat
08/03/2016 - E’ andato in onda lo scorso 21 febbraio il reportage supportato dal TAT Rome Office ed effettuato lo scorso ottobre nella provincia di Nakhon si Thammarat. Per chi non avesse potuto seguire la puntata del programma Alle Falde del Kilimangiaro ecco di seguito il link diretto al documentario: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-da4e9552-9577-4cc6-9fc2-054e3eed4c85.html

Nakhon Si Thammarat ha una notevole importanza storico-culturale ed è una delle città più antiche in Thailandia. Ex capitale del Regno Indipendente di Ligor, la città ha svolto un ruolo importante sia in senso religioso che politico. E’ stata un importante centro buddhista ed una potente città-stato già a partire dal III secolo d.C., sempre aperta agli scambi commerciali non solo con le popolazioni asiatiche ma anche e soprattutto con gli inglesi, olandesi e portoghesi. Qui il Thainess assume un valore spirituale, basato sul principio della accoglienza delle diversità. Dalla fine del 1200, si consolidarono i rapporti commerciali con l'India e lo Sri Lanka. I matrimoni misti tra donne del posto ed i mercanti stranieri ebbero come effetto l'importazione di alcune credenze ed usanze indiane come il Bramanesimo ed il Teatro delle Ombre.  Il territorio è in gran parte rugoso con foreste collinari e contiene la più alta cima del sud della Thailandia, il Khao Luang (1.835 mt. slm.), ora protetto nel Parco Nazionale Khao Luang. La provincia di Nakhon Si Thammarat vanta la presenza di molte, belle spiagge poco sfruttate oltre a due parchi nazionali con una giungla ricca di verde, lussureggiante vegetazione, fauna esotica, cascate e grotte.
Vi auguriamo una buona visione.
La Thailandia entra tra i quindici 15 finalisti dei National Geographic World Legacy Awards
07/03/2016 - National Geographic Society e ITB Berlino sono i promotori del prestigioso concorso World Legacy Awards dedicato alle agenzie di agenzie di viaggio e turismo, alle organizzazioni, alle destinazioni, alle strutture alberghiere (dai grandi resort agli eco-lodge) e ai parchi tutelati che si impegnano quotidianamente nel contesto della sostenibilità del turismo.Fra gli oltre 150 iscritti al premio in rappresentanza di 51 paesi e 6 continenti, i finalisti sono stati divisi in cinque categorie dopo una selezione che ha coinvolto un team di esperti e un processo di valutazione con ispezioni in loco.
Nella categoria “Preservare il mondo naturale – Riconoscimento all’eccezionale supporto nel processo di conservazione della natura, attraverso la preservazione dell’habitat naturale e la protezione delle specie rare e minacciate, sia a terra che negli oceani”, Elephant Hills in Thailandia è entrato nella terna delle strutture finaliste. Elephant Hills, con i suoi due campi tendati ai margini del Parco Nazionale di Khao Sok, si concentra sulla protezione dell’elefante asiatico, creatura in via estinzione. Grazie al contributo degli ospiti e al processo di educazione della comunità, impegnati nella cura degli elefanti salvati, Elephant Hills sta dimostrando che i mezzi di sussistenza locali possono essere migliorati con politiche mirate basate sul concetto di conservazione, supportando al tempo stesso un modo alternativo di utilizzare questi grandi animali per le escursioni con i turisti. Elephant Hills è il prima campo tendato di lusso nella giungla che unisce l’idea di un campo immerso in un parco nazionale (come quelli africani) con l’ambiente della foresta tropicale thailandese. I due campi, L’Elephant Camp e il Rainforest Camp (sull’acqua), sono situati a Khao Sok, nella parte più estesa della foresta pluviale del sud della Paese. Immersi nel verde, sono facilmente raggiungibili da destinazioni balneari popolari come Phuket, Khao Lak, Khanom, Krabi e Koh Samui.
La Thailandia rafforza la sua offerta di turismo agroalimentare con un progetto pilota vicino Bangkok
23/02/2016 - Tourism Authority of Thailand (TAT) e governo thailandese insieme per rafforzare i progetti legati al turismo agroalimentare, e favorire la crescita delle comunità locali attraverso una nuova offerta di attività legate al mondo della natura, a quello rurale e all’artigianato.
L’area su cui verranno concentrati i maggiori investimenti sarà quella della comunità del canale di  Mahasawat, localmente conosciuta come "Klong Mahasawat", circa 30 km a ovest di Bangkok. I visitatori della zona potranno visitare frutteti, risaie e le aziende agricole di orchidee per accedere a una visione unica della vita thai.
La zona intorno a Klong Mahasawat è nota per i suoi frutteti, le risaie, le piantagioni di orchidee e gli stagni di loto. L’area è esplorabile da parte dei turisti con una barca a sei posti da Wat Suwannaram. Per osservare i raccoglitori di fiori da vicino sarà necessaria una imbarcazione più piccola. Per visitare i frutteti biologici sono, invece, disponibili i trattori. Il centro di apprendimento di Ban Saladin aiuta i visitatori a comprendere la realizzazione dei piatti di cucina locale. Altra tappa interessante è la fattoria di orchidee dove questi affascinanti fiori sono coltivati per l'esportazione.
Khlong Mahasawat è una delle quattro destinazioni pilota incluse nel piano dedicato all’agroturismo lanciato lo scorso agosto nell'ambito del Master Plan 2015-2017 ideato da  Ministero del Turismo e dello Sport e da Ministero dell'Agricoltura e delle Cooperative. Il progetto è rivolto alle attrazioni agroturistiche che si trovano nelle 12 gemme nascoste, località designate da TAT per la loro unicità, la particolare predisposizione all’accoglienza dei turisti e la capacità di attrarre flussi turistici dalle più importanti mete thailandesi. Le altre destinazioni inserite nel progetto pilota sono sono: Pak Phanang a Nakhon Si Thammarat, Ban Khok Muang a Buri Ram, e Khao Kho a Phetchabun.
TAT lancia il suo video virale per descrivere la Thailandia attraverso il Pad Thai, piatto tipico della cultura thai
19/02/2016 - Tourism Authority of Thailand (TAT) lancia una nuova campagna di marketing creativo e virale che illustra le bellezze naturali e culturali della Thailandia attraverso un semplice video sul Pad Thai, il piatto tipico della tradizione.
 
Il video "Pad Thai” ha una durata di due minuti è spiega la preparazione, molto semplice, di questa famosa ricettautilizzando bellissime immagini della Thailandia e una narrazione raffinata per condurre lo spettatore internazionale alla scoperta del Paese.
 
Il video iniziacon la storia del Pad Thai,diventato il piatto per eccellenza della tradizione thailandese a partire dalla seconda guerra mondiale, per proseguire con i vari ingredienti. Si parte dai noodle di riso, l’elemento fondamentale, con riferimento ai famosi Sen Chan per arrivare a Chanthaburi, località famosa per i gioielli tradizionali e la sua frutta; poi i germogli di soia, che la maggior parte dei thailandesi impara coltivare alla scuola elementare; il tamarindo, che viene utilizzato come ingrediente che conferisce acidità (ma ha anche un significato nascosto legato ad antiche credenze thailandesi); i gamberetti essiccati dal sud della Thailandia nota per il turismo di mare, e si conclude con il tofu, facile da trovare nella Chinatown di Bangkok.
 
Per vedere il video: Pad Thai
 
Il video ha generato oltre 1.5 milioni di visualizzazioni in pochi giorni dopo essere stato postato sui canali social media TAT. 
Tourism Authority of Thailand lancia il nuovo sito internazionale
15/02/2016 - Tourism Authority of Thailand (TAT) ha lanciato la nuova versione del suo sito internazionale www.tourismthailand.org, che è stato riprogettato e sviluppato per fornire una esperienza di visualizzazione intuitiva per tutti i dispositivi, dai computer desktop ai telefoni cellulari.
Lo stesso per il sito dedicato alle notizie  www.tatnews.org che può vantare da ormai qualche giorno un look rinnovato e più fresco.
 
www.tourismthailand.org presenta ora il concept design denominato il "AIR", acronimo che riunisce i concetti di:
-  Applicazione, per fornire tutte le funzionalità in una unica esperienza di visualizzazione di facile utilizzo
-  Infografica, per fornire informazioni turistiche attraverso immagini mozzafiato;  
-  Responsive design, che consente una facile lettura e navigazione da tutti i dispositivi.

Con un design semplice integrato da grandi immagini, il nuovo sito permette agli utenti di vedere immagini da tutto il paese, consultare un calendario annuale che evidenzia i migliori eventi e festival ogni mese, una sezione di destinazione che fornisce informazioni sulle attrazioni turistiche in ognuna delle 77 province, e un elenco di eventi e progetti speciali promossi da TAT. Inoltre, gli appassionati di social-media possono seguire o condividere le informazioni e le attività attraverso la sezione “Yours & My Thailand” direttamente sui canali social dedicati: Facebook, Instagram e Google.
 
 
Per maggiori informazioni: www.tatnews.org
“Taste of Thailand” debutta nelle edicole lombarde da marzo
18/01/2016 -  “Taste of Thailand”, la rivista ufficiale dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese (TAT) in Italia espande la sua area di distribuzione.
A partire da marzo 2016, il magazine lanciato nel 2015 come strumento di informazione sulla destinazione, farà il suo debutto nelle edicole della Lombardia.
Sarà dedicata a Giulia Michelini la copertina del primo numero del 2016. L’attrice romana ha visitato lo scorso anno insieme a TAT l’arcipelago di Koh Lanta, una delle isole più affascinanti delle Andamane vicino a Phuket e a Phi Phi Island.
Lo splendido Pimalai Resort, boutique hotel 5 stelle nel Lanta Marine National Park, è stato lo scenario degli scatti del servizio fotografico che accompagnerà una lunga intervista in cui Giulia racconta il suo impatto con il Paese e l’amore per il mare.
“Taste of Thailand”, lanciata nel 2015 in occasione della passata edizione della BIT, è nata con il doppio scopo di formare gli agenti di viaggio e di informare l’utente finale su nuove destinazioni e nuovi prodotti. Dopo il Lazio il progetto, che si avvale della consulenza dello scrittore e giornalista Corrado Ruggeri, scrittore, giornalista, appassionato d'Asia e profondo conoscitore della Thailandia, approda al nord in allegato alla rivista Islands Viaggi. Il numero totale delle copie distribuite nel Lazio e in Lombardia sarà di 5.000 unità.
I primi due numeri della rivista usciti nel 2015 hanno avuto una distribuzione di 20.000 copie ciascuno, 12.000 per il trade e le restanti 8.000 destinate agli eventi del semestre organizzati dall’Ente. Main partner del primo numero del 2016 sarà Etihad Airways. 
TRANG PROTAGONISTA IN TV NEL PROGRAMMA “ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO”
15/01/2016 - Domenica 17 gennaio p.v. nel corso del programma TV Alle Falde del Kilimangiaro la provincia di TRANG sarà una delle protagoniste della puntata. Abbondante di attrattive, Trangè davvero una destinazione turistica affascinante con tanto di jungla, montagne, cascate, grotte, spiagge e magnifiche isole oceaniche. Si tratta di una provincia costiera con un lungo, bellissimo litorale che si estende per 195 chilometri lungo il Mar delle Andamane, tra Krabi a nord e Satun a sud. Le pianure sono poche ed il territorio e le vette di questa incredibile provincia sono ricchi di meravigliose cascate e di affascinanti grotte di montagna, mentre, lungo le coste, spiagge di sabbia fine e bianca sono irradiate dal calore di un sole che sembra splendere ininterrottamente. La bellezza sottomarina del Mare di Andaman, al largo delle coste di Trang, è nota agli amanti dell’oceano e della barriera corallina di tutto il mondo. Da non perdere assolutamente l’isola di Koh Mook e la meravigliosa Emerald Cove una grotta nascosta e separata dal mare aperto da una galleria di 80 metri. Era l’antico forziere dei pirati che imperversavano in queste acque fino al secolo scorso. Altre meraviglie sono, Koh Kradan, Koh Chueak, Koh MengKoh Libong, tutte isole facenti parte del Parco Nazionale di Hat Chao Mai. La tranquillità delle acque e del territorio di questa pittoresca provincia è sorprendente. E’ percepibile ovunque uno vada, dai santuari della natura dell’interno, ai villaggi dei pescatori lungo la costa e perfino nel bellissimo mare blu. Non perdete l’occasione di conoscere un angolo di Thailandia tra i più belli e meno noti. Tutti sintonizzati, allora, domenica prossima a partire dalle 15,00 su RAI3. Buona visione!!

18/01/2016  Per coloro che non avessero potuto seguire la puntata ecco il link per vedere il documentario (ore 18,42): http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-0b63764d-5d16-4cb1-bada-178f27bcf980.html
LE DELIZIE GASTRONOMICHE DI PHUKET RICONOSCIUTE NELLA LISTA DELLE CITTÀ CREATIVE DELL’UNESCO
30/12/2015 - Isola più grande della Thailandia, Phuket è famosa nel mondo per le sue spiagge, le immersioni, gli sport acquatici e altre attività legate al mare. Negli ultimi anni, l'isola ha visto la nascita e lo sviluppo di una varietà di prodotti spettacolare, soprattutto Spa, terme, cliniche, ristoranti, boutique hotel e attrazioni adatte a soddisfare le esigenze di diversi target di viaggiatori. Ebbene, Phuket, conosciuta in tutto il mondo per le sue località balneari, ha guadagnato ancora un importante riconoscimento: stavolta per la sua cucina. Seconda destinazione più importante della Thailandia dopo Bangkok, la Perla delle Andamane è una delle 47 località scelte fra 33 paesi inclusi come nuovi membri dell’UNESCO Creative Cities Network. Le località sono state suddivise in sette campi creativi (artigianato e arte popolare, design, cinema, gastronomia, letteratura, media, arte e musica).

Forti collegamenti con compagnie aeree ora offrono l'accesso diretto non solo da molte parti dell'Asia, ma anche dagli altri continenti. Nel 2014, gli arrivi dei visitatori a Phuket sono stati pari a 11.958.603, (Thai 3.499.187; gli stranieri 8,459,416).
Mr. Yuthasak Supasorn, governatore della Tourism Authority of Thailand ha dichiarato, "Phuket non è più solo resorts sulla spiaggia.  E 'diventata una meta turistica completa con una vastissima gamma di attrazioni culturali oltre ad essere uno dei più importanti centri congressuali della Thailandia. Essere riconosciuta dalla più importante organizzazione culturale delle Nazioni Unite per la sua creatività culinaria è un ulteriore valore aggiunto”. Ed ancora: “La promozione della cucina thailandese è una delle più alte priorità del TAT in quanto è una parte fondamentale dell’esperienza di viaggio”.

Ed infatti, l’isola non ospita soltanto le destinazioni balneari più famose del Paese ma anche altri tesori, nascosti nella sua tradizione culinaria. Gli ingredienti locali giocano un ruolo importante negli aromi fragranti distintivi e nei sapori propri della cucina meridionale. Data l’abbondanza di pesce, frutti di mare e crostacei forniti dallo splendido mare circostante essi sono comunemente usati nei piatti principali. Aggiungendo il sapore amaro delle fave “Sator”, gli anacardi saltati con il pollo e i peperoncini secchi, si ottiene quel gusto esotico tipico di tanti piatti del Sud. Anche il cocco gioca un ruolo preminente in numerosi piatti che si possono gustare a Phuket. Gli influssi della cucina malese, indonesiana e cinese possono essere ritrovati in piatti come Kaeng Massaman (pollo leggero al curry insaporito con cardamomo), Khao Yam Nam Badu (insalata di riso con pesce), Kaeng Lueang (zuppa al curry giallo), Kaeng Tai Pla e Sa Te (spiedini di pollo o maiale con salsa piccante di arachidi).

Per maggiori informazioni sulla Creative City Listing: http://en.unesco.org/creative-cities/events/47-cities-join-unesco-creative-cities-network

Contact Information
International Public Relations Division
Tourism Authority of Thailand
Tel: +66 (0) 2250 5500 ext. 4545-48
Fax: +66 (0) 2253 7419
E-mail: prdiv3@tat.or.th
Website: www.tatnews.org
Facebook: TAT Newsroom
Twitter: TAT Newsroom
Central Bangkok: il distretto del lusso nella Capitale
29/12/2015 - Gli imprenditori di Bangkok , il TAT a la Metropolitan Administration sono lieti di presentare  " Central Bangkok", il nuovo punto di riferimento situato nel cuore della Capitale.

• Il "Central  Bangkok", rappresenta la massima espressione del lusso in città ed ha lo scopo di promuovere il turismo e stimolare l'economia locale.
• Concentrati in questa area troviamo oltre 2.000 negozi, lussuosi centri commerciali, ristoranti, alberghi a 5 stelle, celeberrimi luoghi di culto, le più belle aree di intrattenimento, centri benessere di lusso,  prodotti e servizi a marchio Thai, parchi pubblici , modernissimi edifici ed istituti finanziari.
• Un bilancio di circa 1 miliardo di baht sarà impiegato per le campagne di marketing, sostenute da Tourism Authority of Thailand (TAT) e Bangkok Metropolitan Administration (BMA), oltre all’importante contributo dei commercianti della zona.

L’obiettivo è quello di far considerare a turisti e visitatori il centro di Bangkok come un luogo assolutamente da non mancare. Si stima che tutto questo contribuirà ad aumentare il numero di turisti in viaggio verso la Thailandia fino a 30 milioni entro la fine di quest'anno. In effetti tutte le più importanti città del mondo hanno una zona nel cuore della città che gioca un ruolo importante per l'economia, il commercio, la moda, gli stili di vita e la cultura: nel Regno Unito il centro di Londra; negli Stati Uniti, Central Park e la Fifth Avenue di New York; Milano, Parigi, Roma altrettanto.

L’area centrale di Bangkok diverrà una sorta di Città della Luce, con milioni di lampadine a renderla splendente. Un distretto del lusso che abbraccerà ben 4 tra le principali strade della città: Ploenchit, Ratchadamri, Wireless Rd.e Rama IV Rd.
Geograficamente, l'area sorge in una posizione privilegiata di Bangkok: situata nel centro della Capitale, gli edifici residenziali, commerciali e le proprietà di più alto valore sono situate proprio qui, ove i prezzi dei terreni sono al livello più alto. Altissimo il valore delle attività economiche generate nella zona dalle imprese. Inoltre, è lo snodo principale dei trasporti in città e nel paese. Per tutte queste ragioni, Bangkok Central diventa quindi una parte significativa dell'economia thailandese, soprattutto per l'industria del turismo. L'area è circondata da edifici residenziali di lusso, alberghi, appartamenti, centri commerciali, ristoranti, complessi di intrattenimento di alta qualità (spa, teatri, centri estetici, fitness e parchi pubblici). E’ il luogo in cui i visitatori possono vagare per tutta la giornata senza mai annoiarsi: sono presenti più di 30 lussuosi alberghi come The Plaza Athenee Bangkok, Swissotel Parco Nai Lert, Sivatel e Novotel, tra cui l’hotel Park Hyatt che aprirà alla fine del 2016. E poi edifici residenziali e condomini, ben sei luoghi di culto rinomati a livello mondiale, quattro parchi pubblici e sette fra centri commerciali e grandi magazzini, ovvero Central World, Zen, Central Chitlom, Central Embassy, Gaysorn Plaza, Isetan e Amarin Plaza. Il numero di turisti che normalmente visita la zona è circa 1 milione al giorno, l’obiettivo è di farli aumentare fino a 1,2 milioni, con un incremento del 20%.

Per attirare e coinvolgere il più alto numero possibile di visitatori gli operatori del settore commerciale del distretto stanno lanciando congiuntamente una serie di colorati, divertenti eventi per presentare ufficialmente questa zona speciale. Ed infatti proprio in occasione dei festeggiamenti di Natale e Capodanno le 4 strade che delimitano l’area saranno riccamente decorate a tema. Il secondo evento sarà  l’accensione delle luci del gigantesco albero di Natale nella piazza di fronte a CentralWorld. Display illuminati e giochi di luce saranno nella zona di Ratchaprasong; sia la facciata esterna del Central Embassy che del Central Chidlom saranno illuminate così come il lungo il marciapiede di 500 metri che va dall’intersezione della Wireless Rd. (Wittayu) verso Chit Lom. Gli eventi per il conto alla rovescia di Capodanno si terranno in punti diversi ma quello più atteso avviene in uno tra i luoghi più popolari al mondo per festeggiare il Capodanno. Sempre qui, nella piazza prospicente il CentralWorld si terrà il Bangkok Countdown 2016 Central World.

Bangkok è la mèta turistica più popolare in Asia e seconda città-destinazione più importante del mondo dopo Londra per numero di visitatori, secondo il 2015 MasterCard Global Destinazion Cities Index. Questo grazie a una incredibile gamma di strutture ricettive, attività ricreative e luoghi religiosi unici che possono soddisfare pienamente diversi target di visitatori internazionali. Il settore privato sarà anche a collaborare con l'Autorità del Turismo della Thailandia (TAT) e la Metropolitan Administration (BMA) nell'organizzazione di sette/otto grandi eventi durante tutto il 2016. La cooperazione contribuirà a rafforzare sia la Thailandia come destinazione turistica che l’immagine della Capitale come luogo sicuro ed affascinante.

Mr. Yuthasak Supasorn, governatore della Tourism Authority of Thailand (TAT) ha dichiarato che il Ministero del Turismo e dello Sport e il TAT condividono l'obiettivo di rendere la Thailandia una destinazione Quality Leisure e poiché la concorrenza nel settore del turismo globale diventa sempre più intensa la Thailandia ha bisogno di rafforzare la propria rete di alleanze e di prepararsi ad accogliere i turisti con alto potere di spesa oltre a mantenere la sua solida base di visitatori.

Il lancio di “Central Bangkok” sottolinea l'avanzamento qualitativo della Thailandia e della sua Capitale nel settore dei servizi. Oltre a stimolare il settore turistico del Paese e l'economia, la zona centrale di Bangkok mira a diventare una destinazione immancabile per i viaggiatori globali.

Contact Information
International Public Relations Division
Tourism Authority of Thailand
Tel: +66 (0) 2250 5500 ext. 4545-48
Fax: +66 (0) 2253 7419
E-mail: prdiv3@tat.or.th
Website: www.tatnews.org
Facebook: TAT Newsroom
Twitter: TAT Newsroom
Phuket Old Town
04/12/2015 - Phuket viene spesso definita il “melting pot" di Thailandia”. Ma forse sarebbe meglio utilizzare l’espressione “zuppa thai”, in cui ogni ingrediente è ben distinguibile dall’altro ma contribuisce, allo stesso tempo, ad arricchire la miscela culturale.
Le persone che vivono in questa isola delle Andamane tengono particolarmente a tramandare i propri sapori tradizionali che arrivano dalla tradizione indiana e malese, insieme a quella cinese ed europea arrivate qui anche per effetto del turismo, e diventate parte del mix.
Il risultato è un ricchissimo patrimonio globale che prende vita nel contesto dell’architettura eclettica della vecchia città di Phuket.

Nel XIX secolo e agli inizi del XX, i ricchi depositi di stagno di Phuket hanno agito come calamita per i commerci delle più importanti nazioni del mondo. Arrivarono per primi i cinesi con le loro tradizioni, seguiti dalle compagnie minerarie europee di Portogallo, Olanda e Francia che Re Rama V il Grande invitò per aiutare lo sviluppo dell’industria. Questi visitatori fecero profitto e trasformarono Phuket in una piccola casa lontano da casa, influenzando anche lo stile architettonico delle costruzioni.
 
La città vecchia di Phuket può essere esplorata facilmente. Molti dei vecchi negozi sono stati convertiti in gallerie e café dove fermarsi per un spuntino o per bere qualcosa. Ma è importante, soprattutto, iniziare il proprio tour dal Thai Hua Museum di Krabi Road.
Il Museo, uno splendido edificio con facciata in stile portoghese, è stato utilizzato in passato come scuola di cinese e ora ospita mostre sulla storia di Phuket e la vita della comunità cinese dell’isola.

Nella vecchia Phuket si trovano tre diversi tipi di edifici: i grandi palazzi in stile sino-coloniale di proprietà degli “oligarchi dello stagno”, le case-negozio sino portoghesi lungo le strade del centro storico e i bellissimi palazzi pubblici che ospitano gli uffici del governo e le scuole.
 
Nuovo visto d’entrata multiplo - METV
01/12/2015 - Dal 13 novembre scorso, la Thailandia ha introdotto il Multiple Entry Tourist Visa (METV) per i turisti stranieri.

Il nuovo visto, che può essere ottenuto attraverso la Reale Ambasciata Thailandese e i Consolati di tutto il mondo, ha validità di sei mesi, un costo di 5.000 Baht, e garantirà ai titolari la possibilità di entrare in Thailandia senza limiti per soggiorni fino a 60 giorni nell’arco di validità del documento. Il nuovo METV permettera’ ai titolari di avere un numero illimitato di entrate nel paese durante i 6 mesi della sua validita’. I 6 mesi vengono conteggiati dal primo ingresso nel paese occasione in cui viene “attivato” questo visto. Durante i 6 mesi potete uscire e rientrare in Thailandia senza problemi per visitare i paesi limitrofi o proseguire nel vostro viaggio itinerante in sud est asia o dove sia. Ogni ingresso vi fornisce 60 giorni di diritto di permanenza sul suolo della Thailandia
I requisiti per poter ottenere il METV sono:
1.   Passaporto o documenti di viaggio con sei mesi di validità.
2.   Il form di applicazione debitamente e completamente compilato.
3.   Due foto formato passaporto.
4.   Copia di estratto conto bancario che testimoni la disponibilità di minimo 200.000 Baht (mensili) nei sei mesi precedenti alla richiesta.  
5.   Lettera di assunzione. Per i lavoratori autonomi, una licenza commerciale o partita IVA indicante il nome del ricorrente.
6.   Per gli studenti, evidenza dello status di studente a tempo pieno.
7.   Copia di un biglietto aereo, e-ticket o itinerario (per la prima visita in Thailandia).
8.   Per i minori di 20 anni di età, copia del certificato di nascita, copie dei passaporti dei genitori e del certificato di matrimonio (se presente). Lettera di consenso della madre o del padre del minore che viaggia a bordo nel caso questi viaggi da solo; in caso di affidamento esclusivo, una copia della sentenza.  
9.   5,000 Baht per il fee METV.
Per ulteriori informazioni sul Multiple Entry Tourist Visa, contattare la Reale Ambasciata Thailandese o il Consolato www.thaiembassy.org/main/
NATURA, MONTAGNE E ANTICHI VILLAGGI… TUTTO QUESTO E’ MAE HONG SON
19/10/2015 - Ancora poco conosciuta e sicuramente una delle zone meno esplorate del nord della Thailandia, Mae Hong Son è l’alternativa ideale per chi cerca una meta insolita, non turistica e lontana dai soliti percorsi battuti. Immersa in una natura in cui l’uomo non è ancora riuscito a mettere radici tra cascate, grotte e piccoli villaggi dove il tempo sembra essersi fermato, questa zona ben si presta a essere scoperta a piedi, con lunghe camminate, trekking e passeggiate. La provincia di Mae Hong Son, che si trova a Ovest di Chiang Mai e confina con il Myanmar, occupa una superficie di 12.681 chilometri quadrati, caratterizzata da alte montagne (che raggiungono anche i 2000 metri), attraversate da vallate con fitta vegetazione: un vero Paradiso Terrestre che, proprio a motivo della conformazione del territorio, è una delle provincie più isolate della Thailandia, avendo conservato così ancora la sua identità originale.
Nascosta in un’ampia vallata e circondata da colline spesso avvolte nella nebbia mattutina, questa piccola città è uno dei luoghi più affascinanti di tutto il Nord: i templi antichi, il lago, le colline e il vivace mercato, offrono ottimi spunti per piacevoli escursioni, mentre i diversi alloggi disponibili ne fanno un’ottima base per esplorare le montagne vicine.  Non lontano si trova anche il villaggio delle donne giraffa, appartenenti alla tribù Padaung, che per tradizione antichissima allungano il proprio collo in modo progressivo con anelli di ottone fino ad oltre 20 cm. 
TASTE OF THAILAND
12/10/2015 - L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese presenta il nuovo numero diTaste of Thailand. Per il magazine targato TAT, che passerà da 64 ad 80 pagine, questa fine 2015 sarà l’occasione del debutto in edicola per conquistare il mercato consumer.
La rivista sarà disponibile, a partire da questo numero, nelle edicole di tutto il Lazio in allegato al magazine Island.  L’Ente ha illustrato a Rimini il concorso Campionato Thai in partnership con Thai Airways che prosegue sino al 30 ottobre e, al termine del quale, 10 agenti vinceranno un viaggio di formazione in Thailandia. Le modalità per partecipare al concorso sono specificate nell'apposita App dedicata sulla pagina Facebook dell'Ente.
«Per il settimo anno consecutivo – spiega la direttrice dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese, Jittima Sukpalin – l’Italia conferma la sua passione per la Thailandia. Dal 2009 al 2015 abbiamo registrato incrementi costanti che hanno portato i visitatori italiani a crescere dai 146mila del 2008 ai 230mila del 2015». 

La rivista è disponibile e consultabile on line sul sito istituzionale dell’Ente: www.turismothailandese.it
Scoprire Nong Hin, la terra senza tempo
11/09/2015 - La Thailandia è una terra antica e ovunque si possono scoprire usi e costumi secolari come nella provincia di Loei e nel colorato Phi Tha Khon Festival, nel corso del quale i locali indossano maschere colorate e simboli di fertilità.
Anche i paesaggi naturali conservano intatte le proprie origini millenarie. Il Nong Hin è un’area ricca di formazioni calcaree, coperte nel Paleozoico dall'oceano. Nel corso dei millenni, i fondali sono stati “spinti” verso il cielo e il risultato al giorno d’oggi rimanda la sensazione di un mondo sottosopra. Ci sono enormi alberi, vegetazione fitta e viti che crescono sulla cima di enormi massi e pareti rocciose, come se fossero stati piantati da giganti amanti di giardinaggio. Un panorama primordiale da cui ci si aspetta che da un momento all’altro salti fuori il dente di un Tirannosauro Rex. Il posto migliore per iniziare ad esplorare l’area è il Nong Hin Village, che ha un centro visitatori a Suan Hin Ngam Pha, un giardino circondato da un anfiteatro di pietra. Si tratta di un luogo popolare per le foto ma se si vuole esplorare la zona più a fondo è necessario salire a bordo di un e-taen, un camion trattore che porta i visitatori direttamente tra le rocce calcaree. La giungla è piena di sentieri da seguire e il primo posto in cui andare è la piattaforma di metallo che rappresenta il migliore punto di osservazione del parco con la sua visuale a 360°. Da qui, i picchi calcarei assomigliano a strane creature animali; ce ne è una che ricorda una tartaruga ma anche elefanti e dinosauri. In fondo alla strada c'è il Pha Ngam Trail, attraverso cui esplorare le grotte scavate dalle piogge in milioni di anni; custodiscono nel loro ventre “statue” di roccia che alla luce delle torce assumono le sembianze di una sirena, uno squalo, due cani che si baciano e decine di altre figure da interpretare quasi al buio.
Nong Hin è a circa 50 km dalla città di Loei ed è raggiungibile grazie agli autobus locali. I sentieri sono aperti dalle 8.00 fino alle 18.00 e devono essere esplorati insieme ad una guida. Gli e-tean del centro visitatori possono essere affittati per 20 baht a persona.Se si preferisce affrontare i sentieri a piedi sono essenziali scarpe robuste e una torcia.
Samut Prakan, il giardino sul retro… di Bangkok.
07/09/2015 - E ' curioso che la provincia di Samut Prakan, uno dei luoghi turistici meno noti della Thailandia, sia anche quella che accoglie quasi ogni visitatore del Regno. E’ infatti qui che sorge il modernissimo aeroporto internazionale di Suvarnabhumi. Samut Prakan è comunque più di una porta di ingresso nel paese. A soli 40 minuti da Bangkok, la zona offre ai visitatori attrazioni affascinanti, alcune delizie molto thailandesi ed un vero spaccato del tradizionale stile di vita thai. Il tempio di Wat Bang Phli Yai Nai, in fondo alla Bangna-Trat Highway è un buon posto per iniziare la vostra visita. Vi accorgerete subito che è più opportuno utilizzare i canali piuttosto che le strade durante l’esplorazione del luogo. Il Wat (tempio) è sede di una famosa immagine del Buddha conosciuta come Luang Pho To: scolpita in puro stile di Sukhothai è molto venerata dalla gente del posto. Nel mese di ottobre, per celebrare la fine della Quaresima buddista, un pittoresco festival si svolge lungo i canali attorno al tempio che fu costruito per commemorare la vittoria di re Naresuan il Grande sui birmani durante l'era di Ayutthaya. Adiacente al tempio troverete l'affascinante mercato di Bang Phli: al servizio della comunità da oltre 150 anni ferve di clienti ogni giorno. Le casette di negozi in legno che sorgono lungo i canali vendono souvenir e prodotti di artigianato mentre molti mercanti vendono le loro merci direttamente dalle barche, come in un tradizionale mercato galleggiante. Dopo la visita al mercato, recatevi al tempio Wat Bang Phli Yai Klang per ammirare l’enorme statua del Buddha reclinato. Una volta all’interno si visitano le celle di meditazione dei monaci e si ammirano gli affreschi. Al   4° piano vi è una reliquia buddista molto venerata arrivata nel 1987 dallo Sri Lanka. Un enorme elefante a tre teste posto su di un piedistallo altrettanto gigantesco vi dice che siete di fronte ad uno dei più importanti musei del Paese: l’Erawan Museum di Samut Prakan. La scultura è in effetti la rappresentazione di un enorme pachiderma alto 29 metri, lungo 39 e dal peso di 250 tonnellate! Samut Prakan è anche sede di una delle più incantevoli attrazioni turistiche della Thailandia – il Siam antico in miniatura. Se vi attrae l'idea di vedere i maggiori siti culturali della nazione, ma non avete il tempo per viaggiarvi, questo è il posto giusto. Si tratta di una sorta di parco a tema culturale che replica i tesori del regno. Ci sono oltre 100 strutture e monumenti da vedere nel parco e le copie, accuratamente riprodotte, comprendono anche i siti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, case tradizionali provenienti da tutto il paese ed un mercato galleggiante. Il parco-museo è molto esteso, conviene noleggiare uno scooter oppure utilizzare i tram-navetta per visitarlo. Infine si può trascorrere qualche ora presso il Bangpu Recreation Centre. Sorto vicino al mare, rende possibile l’esplorazione delle foreste di mangrovie dell’estuario del fiume dei Re, il Chao Phraya. E 'un luogo incantevole per cenare e guardare il tramonto, un finale perfetto di giornata a Samut Prakan. 
Crociera Bangkok - Ayutthaya
03/09/2015 - Durante la permanenza a Bangkok c’è un tour molto interessante che consigliamo a tutti i nostri lettori: Il tour-crociera da Bangkok ad Ayutthaya.
Due giorni e una notte davvero speciali tra panorami mozzafiato lungo il fiume Chao Praya e diverse visite ai templi lungo il percorso, una cena a bordo dell’imbarcazione durante il tramonto e la visita di della vecchia capitale della Thailandia Ayutthaya.
La crociera Bangkok -Ayutthaya è una delle novità degli ultimi anni ed è indicata per coloro che amano scoprire le bellezze della Thailandia in maniera alternativa e sicuramente meno stressante.
La Mekhala (il nome della barca) è una chiatta utilizzata in passato per il trasporto del riso lungo il fiume. Elegantemente restaurata e configurata in modo da assicurare un buon livello di comfort, la Mekhala consente di effettuare delle vere e proprie crociere con cabine
per il pernottamento durante il viaggio notturno da Bangkok a Ayutthaya. L’imbarcazione offre solo sei camere doppie con aria condizionata e bagno privato, garantendo riservatezza e una totale assistenza dall’ottimo ed esperto personale a bordo.
Durante il viaggio, che inizia nel primo pomeriggio da Bangkok, si effettueranno alcune escursioni come la visita guidata al Bang Pa In Palace (Palazzo d’Estate) e presso i parchi storici dell’antica città di Ayutthaya,  in bicicletta o a piedi.
Per informazioni: www.mekhala.com
Discover Thainess e le magie del Teatro delle Ombre in Thailandia
03/08/2015 - Il teatro delle ombre ha una lunga tradizione in molti paesi ma è nel Sud-Est asiatico, in Thailandia in special modo, che è divenuto una vera arte. Nel Paese del Sorriso esistono molti generi legati a questa particolare tecnica di espressione artistica. Come ad esempio il Nang Talung, esibizioni molto amate dalla popolazione in cui le marionette raccontano barzellette. Il vero e proprio Nang Yai, ossia lo spettacolo delle ombre thai che precede probabilmente il periodo di Ayutthaya, era però riservato solamente alla famiglia reale. Raggiunse il suo momento d’oro nell’epoca Rattanakosin quando l’epica thailandese era l’attrazione principale delle corti.
Mentre in altri teatri delle ombre i burattini sono piccoli e composti totalmente da parti in movimento, i “pupazzi” Nang Yai sono immagini statiche su uno schermo illuminato. Il movimento è dato dai burattinai stessi. Fino a poco tempo fa, il Nang Yai era un'arte in via di estinzione, ma ora le sue tradizioni vengono conservate e promosso al Wat Khanon di Ratchaburi. Il tempio non solo preserva l’arte Nang Yai, ma alleva una nuova generazione di burattinai in grado di mettere in scena spettacoli elaborati.
Il tempio è stato associato al Nang Yai sin dal regno di Re Rama V il Grande (1868-1910), quando molti dei burattini originali furono commissionati da una venerabile figura conosciuta come Sattasunthorn o nonno Khom che voleva burattini più grandi per un maggiore impatto drammatico. A questo scopo unì le forze con due artigiani locali, Chang Ja e Chang Puan. I primi burattini raccontano la storia del Re Scimmia Hanuman, ma gli artisti hanno continuato a creare centinaia di altri esemplari in pelle di mucca e materiali esotici.
313 di quelle magnifiche creazioni sono oggi esposte nel Wat Khanon. Il museo è ospitato in un edificio tradizionale thailandese in cui le marionette sono esposte all’interno di scatole illuminate, in maniera che i visitatori non possano perdere alcun dettaglio. Alcune sono talmente grandi da dover essere osservate a distanza per apprezzarne  il totale. Ma è solo da vicino che ci si può rendere conto di quale sia l’arte sublime le ha portate alla vita.
Molto spettacoli si svolgono all’interno del teatro su entrambi i lati di uno schermo retroilluminato di 10 metri di larghezza. La musica è quella di una tradizionale orchestra piphat accompagnata da una voce narrante.
La Thailandia da gustare: i tour nei frutteti della città di Rayong
09/07/2015 - La Thailandia stupisce sempre i visitatori con la sua infinita varietà di culture, paesaggi e popoli, ma anche per la varietà di prodotti della terra come la frutta. Ciò è ancora più vero a Rayong nei mesi di giugno e luglio, quando le piogge monsoniche restituiscono colore lussureggiante all’ambiente. Il terreno diventa morbido e argilloso mentre la frutta di stagione giunge a maturazione sugli alberi. Di fronte ai frutteti di Rayong,i visitatori provenienti da climi temperati avvertono direttamente l’imbarazzo della scelta. Si possono gustare frutti sconosciuti al di fuori del Sud-Est asiatico, e acquistare grandi quantità di manghi, mangostani, rambutan e durian che pendono dagli alberi come palle di cannone fruttate.
Il vero piacere dei tour nei frutteti è il relax sulle colline e gli altipiani rispetto al rumore della città. Rayong in questo senso vanta splendide aree verdi rinfrescate dalle brezze del Golfo di Thailandia. La maggior parte dei tour conducono i turisti alla scoperta dei frutteti con l’ausilio di tram aperti sui lati che, se presi alla mattina presto, accompagnano i gruppi di turisti attraverso una sottile nebbia. I tram fanno soste regolari tra i boschi per consentire l’esplorazione di diverse aree e l’assaggio della frutta. E se alcuni frutti non sono ancora maturi, la gente del luogo ne conserva alcune quantità per gli ospiti. Una delle varietà interessanti da osservare è il durian che appare grande, pesante e ingombrante per gli alberi su cui cresce. Assomiglia più a un’arma medievale che a un frutto, ma la sua polpa dolce è talmente ricercata da averlo elevato a "Re della frutta" thailandese.

Per maggiori informazioni www.suphattraland.com
I tatuaggi sacri Thailandesi
16/06/2015 - A differenza dei paesi vicini, la Thailandia ha conservato la millenaria arte dei tatuaggi sacri: una tradizione che per alcuni stranieri, la più celebre dei quali è Angelina Jolie, è diventata una moda. In effetti per secoli gli uomini thailandesi hanno coperto i loro corpi con tatuaggi “protettivi”. Antichi affreschi nei templi mostrano scene epiche di spade che si frantumano quando colpiscono la pelle di un soldato tatuato. Preghiere e meditazione sono il rituale obbligatorio prima di una seduta di tatuaggio sacro, che, secondo la leggenda, dona forza, salute o ricchezza a chi si fa tatuare. La tradizione è stata tramandata da generazioni di monaci che prima creano i tatuaggi e poi gli danno potere con speciali preghiere.
Un tempo riservati ai guerrieri, questo genere di tatuaggi si è diffuso in tutti gli strati sociali della Thailandia ed è molto apprezzato anche dai turisti. E' soprattutto la bellezza unica dei disegni che attira gli stranieri che nel contempo, apprendono che lettere e figure incise sulla loro pelle possono aiutarli a essere più forti.
Questa antica tecnica di decorazione permanente del corpo richiama infatti preghiere, disegni geometrici o figure mitologiche e l’ ”Ajarn”, il maestro tatuatore, sceglie il disegno in base alla personalità della persona che si trova di fronte. Per potenziare il tatuaggio il maestro recita una preghiera mantra e poi trasferisce i suoi poteri all’immagine tatuata. Il potere non dura per sempre ed almeno una volta l’anno il tatuaggio deve essere nuovamente benedetto, ecco perché molti intraprendono il viaggio da tutta la Thailandia e dall’estero per rendere omaggio al maestro e per testarne il potere magico.
Un secolo di “Thainess” nel mercato Talat Khlong Suan Roi Pi
18/05/2015 - Ovunque si viaggi nel mondo, i ricordi più vivaci sono quelli legati ai luoghi unici che colpiscono lo spirito. Un profumo, un suono o frammento di colore locale possono evocare un intero popolo e la loro cultura. In Thailandia, quei luoghi sono i vivaci mercati in cui le persone si riuniscono per lavorare, giocare, fare shopping e socializzare. Rappresentano la "Thainess", ossia quello spirito e quell’atteggiamento tipico che ogni thailandese ha nei confronti della vita.
Nel percorso alla scoperta della"Thainess" il Chachoengsao Talat Khlong Suan Roi Pi, o "mercato dei 100 anni", non si può perdere. Si trova a breve distanza da Bangkok, ma garantisce un gigantesco balzo nel passato. Il mercato è cresciuto dove i locali usavano attendere le barche che li avrebbero portati a Bangkok e dove le antiche botteghe in legno di teak sulla riva risalgono al regno di Re Rama V il Grande. Nonostante si tratti di un canale, questo non è un mercato galleggiante ma più che altro una strada di botteghe con ponti occasionali per attraversare i corsi d'acqua. Sotto un unico tetto si trova l’intera comunità, tanto che Khlong Suan Roi Pi somiglia ad una eccentrica residenza di famiglia. Nel fine settimana l’atmosfera è così rilassata che molti commercianti servono, tra un riposino e l’altro, i clienti invitandoli ad un drink o a una chiacchierata.
Come ogni buon mercato, Talat Khlong Suan Roi Pi rinvigorisce i sensi. Spezie piccanti solleticano le narici, gustosi piatti fritti invitano a un assaggio e c'è sempre qualcosa da fare; dagli artigiani che lavorano il metallo e che cucinano per gli avventori, ai devoti che rendono omaggio a Buddha liberando le tartarughe nelle vie d'acqua adiacenti (già brulicanti di pesci e cicogne). E’ un ottimo posto per una gita fuori città dove i visitatori vengono accolti a braccia aperte. Khlong Suan Roi Pi rimane però, pur sempre, il posto in cui i locali fanno la propria spesa. Nell’area c’è addirittura un piccolo museo che racconta la sua storia con esposizioni di foto, vecchi prodotti e un modello curato nel minimo dettaglio che mostra il famoso ponte e i tempi adiacenti.
 
Il mercato è aperto ogni giorno dalle 9.00 alle 17.00 e per l’intera giornata nel fine settimana. 
Curarsi in Thailandia
27/04/2015 - La Thailandia fa sognare la gran parte dei viaggiatori per il suo collaudato mix di esperienze esotiche e moderne. Pensate a Bangkok e alla shopping-mania irrefrenabile, ma non solo. Adesso ad accogliere i turisti in Thailandia ci sono anche le cliniche e gli ospedali. Turismo di salute sì, ma a livelli internazionali considerevoli. Andare a Bangkok, insomma, per curarsi.La certificazione a livello internazionale da parte della Joint Commission International è arrivata in Thailandia sin dal 2002. Tra gli ospedali accreditati ci sono: il  Bangkok Hospital Medical Centre, il Bangkok Phuket Hospital, il  Bangkok Nursing Home (BNH), il Bumrungrad International, il Samitivej Srinakarin, il  Samitivej Sriracha, il Samitivej Sukhumvit e il Bangkok Hospital Pattaya. Il Bumrungrad International Hospital a Bangkok somiglia più ad un albergo a cinque stelle che ad un complesso ospedaliero. E’ inserito nella lista dei 10 migliori ospedali del mondo, grazie a criteri qualitativi elevatissimi e al suo interno lavorano più di seicento medici formati nelle migliori università: il personale parla più di 17 lingue. Il Bumrungrad ospita quasi quattrocentomila pazienti stranieri all'anno ed i pacchetti a disposizione comprendono uno screening completo ad un prezzo di circa 450€. Presso il Samitivej’s Wellness Centre è possibile prenotare un controllo sanitario completo con incluso un programma personalizzato. Ci si può appoggiare all’International Medical Gateways, un operatore specializzato in turismo sanitario, che assiste i visitatori durante il loro soggiorno, organizzando viaggio e alloggio, nonché gli appuntamenti in ospedale. I check up richiedono poche ore ed i prezzi partono da circa 150€, a seconda del pacchetto scelto. Con due settimane di vacanza in Thailandia, si può effettuare anche la chirurgia dell'occhio in caso di forti miopie: il LASIK. La procedura in sé dura solo dieci minuti per occhio e le bende possono essere tolte a poche ore dall’intervento. L’operazione si svolge in anestesia locale ed i pazienti sono solitamente dimessi lo stesso giorno. Il TRSC LASIK Centre a Bangkok è certificato dalla International Organization for Standardization (ISO) ed è uno dei migliori centri LASIK di tutta l’Asia.
Specializzato in cure sanitarie è il Medical Tourism Thailand, un operatore che offre cure dentali presso ospedali e centri specializzati a Bangkok, Phuket, Koh Samui o Hua Hin. Il pacchetto più completo include un controllo e un programma di trattamento, una radiografia dei denti e della mascella, igiene dentale e l’otturazione di un dente; il suo costo 120 euro circa.  Poco lontano da Bangkok, c’è il Central Pattaya Dental Center che offre servizi e cure di qualità a prezzi leggermente inferiori rispetto a Bangkok. La clinica è specializzata in odontoiatria estetica e generale. A Chiang Mai si trova lo Skin and Beauty Center presso l’ Aek Udon International Hospital, specializzato in dermatologia. Qui vengono utilizzate diverse tecniche all’avanguardia come gli acidi AHA per trattare la pelle infiammata e distruggere i microbi, il trattamento laser ad anidride carbonica per rimuovere verruche e voglie. Anche l’ospedale Phyathai di Bangkok è specializzato in dermatologia per la diagnosi e la cura delle malattie della pelle. L’International Medical Centre all’interno della struttura, assiste e segue ogni paziente per tutto l’iter prescelto all’interno dell’ospedale. L’accoglienza del paziente-turista in queste strutture, oltre alla convenienza evidente nei prezzi, fa la differenza: si è trattati come ospiti più che come pazienti.
 
Alla scoperta dei tesori nascosti della Thailandia: Nan
03/04/2015 - Nan è un piccolo paradiso per gli appassionati di storia e cultura pre-siamese. La sua posizione geografica, a metà strada tra Chiang Mai (Thailandia) e Luang Prabang (Laos), ha consentito alla città di assorbire le culture delle due regioni per diverse centinaia di anni. Motivo ispiratore di una visita può essere la lettura del romanzo “The Seductive Spell of Lanna” del banchiere prestato alla narrativa Banthoon Lamsam. Lo scrittore si innamorò del posto al punto di acquistare uno dei più vecchi alberghi in legno della città e di trasformarlo in un boutique hotel di tendenza il Pukha Nanfa (www.pukhananfahotel.co.th). Le scene che hanno ispirato la stesura del romanzo hanno attirato altri scrittori ed artisti a Nan. Molti vengono a visitare la città e ne scrivono con la conseguenza che sempre più viaggiatori in Thailandia hanno inserito la destinazione nelle loro liste “must see”. Molti visitatori arrivano a Nan in aereo ed iniziano poi il loro tour del centro città. Se volete, però, seguire l’itinerario che il Re e la Regina hanno percorso ai tempi della loro visita della provincia nel 1958, dovrete cominciare il percorso dalla città di Phrae ed attraversare in circa 2 ore una delle più belle zone rurali del nord del paese. I Reali furono ospitati nel Centro Direzionale di Wiang Sa, oggi trasformato in un museo che espone non solo foto del memorabile evento ma anche antichi utensili di uso quotidiano. Non lontano da Sa Wiang troviamo un altro museo privato Huern Chakkayan (Casa delle Biciclette) dove è esposta permanentemente una grande collezione di biciclette storiche e moto d’epoca. Il Museo è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 14: 00 (Tel: +66 (0) 5478 1359).  A circa 20 minuti di auto da Wiang Sa incontriamo Ho Silp Rim Nan (Nan Riverside Art Gallery). Qui si espongono dipinti e sculture dell’artista nativo di Nan,Wichai Prabliboo, e di altri artisti thailandesi. All'interno della galleria d'arte viene proposta una mostra fotografica di alcuni dei più celebri dipinti murali di Nan. La galleria è aperta tutti i giorni dalle 09: 00 alle 17: 00. Tel: +66 (0) 81 989 2912
Con una storia che risale al 14 ° secolo, quando il regno settentrionale di Lanna era all’apice della potenza, Nan possiede molte attrazioni storiche ben conservate o restaurate. Una passeggiata per la città sarà un po’ come viaggiare indietro nel tempo e uno dei modi migliori per visitarla è fare un giro sul tram. I biglietti possono essere acquistati presso il centro di informazione turistica, di fronte al famoso Wat Phumin. La visita guidata si sviluppa intorno alle zone più vecchie della città e comprende 15 tra templi e antiche case di legno. Si effettua una sosta di 15 minuti al Wat Suan Tan dove guide locali sono a disposizione per un piccolo tour del pittoresco tempio, anche in inglese. Un'altra fermata si effettua presso il museo Ban Phra Kert, che espone preziosi reperti antichi in stile Lanna. Oltre al Wat Phumin, tempio noto per i suoi antichi affreschi riconducibili al gruppo etnico Thai-Lube e per il quartetto di immagini d’oro del Buddha , vale sicuramente la pena visitare il  Wat Si Phan Ton con il suo spettacolare Naga dorato ed il complesso architettonico del  Wat Ming Mueang, ove gli edifici religiosi e i templi sono tutti completamente dipinti di bianco. Ed infine presso il Wat Phra That Khao Noi, rimarrete meravigliati dalla vista panoramica su tutta la città di Nan e delle colline in fondo alla vallata. Maestosa la statua del Buddha che da qui sembra fare la guardia su tutta la vasta valle.
Una visita affascinante: Vimanmek Mansion
09/03/2015 - I turisti amano i loro palazzi. Londra ha Buckingham, Parigi è conosciuta per Versailles, ma a Bangkok è il Grand Palace che brilla, letteralmente, di luce propria ed è il fiore all'occhiello delle attrazioni turistiche della Thailandia. Gli edifici maestosi e le scintillanti guglie incarnano tutto ciò che i visitatori si aspettano dal misterioso ed esuberante oriente. L'importanza del Grand Palace sulla scena turistica di Bangkok è tale che pochi visitatori si rendono conto che ci sono altre residenze reali aperte ai turisti. Il quartiere verdeggiante di Dusit, ad esempio, raccoglie altri magnifici edifici: uno dei più stupefacenti è Vimanmek Mansion, la più grande residenza in teak al mondo. Questo ragguardevole palazzo fu voluto da Re Chulalongkorn il Grande (Rama V). E’ stato costruito in stile classico europeo, ma vanta elementi distintamente thailandesi, non ultimo il meraviglioso legno teak del quale è composto. Costruito nel 1901, gran parte dell'edificio principale proviene da Chon Buri ed è stato poi assemblato ed ampliato nei lussureggianti Dusit Gardens. Re Rama V il Grande ha vissuto qui fino al 1906 ma nel corso degli anni il palazzo è stata la residenza di altri re thailandesi. Si può passeggiare a Vimanmek da soli, ma è meglio visitarlo con una delle regolari visite guidate - c'è molto da vedere e ogni prodotto ha una storia da raccontare. Oltre a dipinti, affascinanti fotografie e sculture, le camere sono dedicate alle armi, trofei di caccia, dipinti e doni ricevuti nel corso degli anni dalla Famiglia Reale. Per mantenere questi elementi in sicurezza, la maggior parte degli spazi sono transennati con la corda di velluto -onnipresente in tutti i musei del mondo, in modo da poter sbirciare…ma effettivamente ci si sente in un luogo familiare e sembra quasi che gli occupanti siano appena usciti! Ma è l'edificio stesso il vero tesoro.  Il particolare metodo di costruzione senza l’utilizzo di un solo chiodo e vite, le assi del pavimento in teak lucidissimo, gli alti soffitti e l’ingegnoso sistema di ventilazione per mantenere Vimanmek meravigliosamente fresco. Assolutamente da non perdere la Sala del Trono Ananta Samakhom. Costruita tra il 1906 e il 1915 in stile rinascimentale italiano, ha due piani di marmo bianco e una grande cupola. Fu commissionata dal re Chulalongkorn agli architetti italiani Annibale Rigotti e Mario Tamagno. Essa ospita anche la mostra permanente "L'arte del Regno" con pezzi di artigianato realizzati dai dipendenti della Fondazione per la promozione delle professioni integrative e tecniche correlate, guidati dalla regina Sirikit.
Informazioni
Aperto dalle 9:30 alle 16:30 dal Martedì alla Domenica.
Vimanmek è un palazzo reale, si consiglia un abbigliamento appropriato. L’ingresso è gratuito se si è in possesso di un biglietto valido per l’entrata al Grand Palace.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.vimanmek.com
Conoscere l’I-saan: Mueang Tam
03/03/2015 - La Thailandia è certamente un luogo molto popolare. Milioni di visitatori hanno visitato il Regno durante i secoli: una volta per ragioni commerciali e poi, via via per motivazioni legate sempre più al viaggio, all’esplorazione ed alla conoscenza. Oggi i turisti cercano principalmente le isole perfette e le spiagge del sud del paese spesso dimenticando che l’ I-saan, la più grande regione della Thailandia, rimane in gran parte intatta e inesplorata.
Circa 1000 anni fa, e fino al 13 ° secolo, la regione dell’ I-saan era parte dell'Impero Khmer ed oggigiorno è sede di alcuni dei templi Khmer tra i meglio conservati della Thailandia, tra cui Phimai, Khao Phra Viharn e, naturalmente,  Buriram con il famoso Prasat Hin Phanom Rung che sorge in cima un vulcano. Questi sono esempi splendidi di architettura Khmer che offrono una grande alternativa ad Angkor Wat in Cambogia. Se si vuol vivere la sensazione della visita ad un luogo fuori dal tempo consigliamo di recarvi a Muang Tam, un tempio antichissimo dedicato a Shiva, sorto all’ombra della possente montagna di Phanom Rung. Appena fuori le porte del tempio, risalente all’XI secolo, troviamo l’enorme invaso d’acqua simboleggiante il mare che circonda il monte Meru, la casa degli dei indù. Superato il cancello d’apertura esposto ad est  ci si ritrova affiancati da altre due grandi piscine a forma di “L”: onnipresenti sculture Naga confinano con queste mentre gradini in mattoni di laterite conducono verso l'acqua. Un tempo i devoti praticavano qui abluzioni purificatrici prima di accedere al santuario principale.
La parte centrale del Muang Tam è costituita da una galleria a quadrilatero che circonda i “prangs” centrali. Gli appassionati di architettura khmer troveranno soddisfazione nell’ammirare gli architravi in legno finemente intagliati sopra gli ingressi principali anche se non è necessario essere degli esperti per godere di Muang Tam. E’ la solitudine e la particolare atmosfera che rende il posto così speciale….i turisti sono davvero pochi!
Phanom Rung offre, invece, un’esperienza parecchio diversa. Innanzitutto spicca perché si trova sulla cima di un vulcano, poi perché ci sono diverse vette vicine da esplorare ed infine perché la località è molto popolare per i locali che tentano di sfuggire al caldo soffocante della pianura. Il picco più noto si trova presso il Kradong Volcano Forest Park. Alto circa 300 metri, è un luogo ideale per godere il panorama e passeggiare tra gli alberi: il cratere stesso del vulcano può essere attraversato tramite un imponente ponte sospeso. 
Anti-Aging in Thailandia
18/02/2015 - L’Industria medica e del benessere della Thailandia offre trattamenti in grado di soddisfare le esigenze di pazienti alla ricerca di cure tradizionali o di medicina alternativa. Tale alternativa è rappresentata dalla medicina olistica, composta da diversi tipi di terapie che mirano a trattare non solo le malattie dopo che sono sorte, ma anche la cura della persona e la promozione della salute in modo da prevenirle. I nostri attributi emozionali, spirituali, mentali e fisici sono tutti collegati fra loro e quindi una parte importante dell’essere sani è creare armonia tra questi quattro aspetti. Un approccio efficace è certamente usufruire di trattamenti mirati che permettono di invecchiare in modo sano garantendo una buona qualità della vita negli anni a venire. In Thailandia, molte strutture offrono efficaci trattamenti anti-età che prevedono l’integrazione dei due tipi di assistenza: tradizionale ed olistico, sviluppando programmi di trattamenti adatti alle singole esigenze. Oltre ai tradizionali check-up, bio-risonanze, analisi del sangue ed elettrocardiogrammi (ECG), i programmi includono detox per il fegato, somministrazione di vitamine per via endovenosa ed infusi antiossidanti, terapie chelanti (per rimuovere i metalli pesanti dal sangue), ossigeno terapia (che aiuta a mantenere il nostro sistema immunitario sano e attivo), e HRT (hormone replacement therapies). Per quanto riguarda i trattamenti estetici, sempre di alto livello qualitativo, sono diffuse le iniezioni di botox e filler dermici per ridurre le rughe e migliorare tono ed elasticità della pelle, procedure non-chirurgiche di lifting e skin resurfacing, eliminazione della cellulite e una pletora di regimi dietetici per la perdita di peso. In aggiunta ai trattamenti olistici, per rallentare il processo di invecchiamento è fondamentale avere uno stile di vita che preveda un sano esercizio fisico quotidiano ed una dieta appropriata che preveda il consumo di cibi freschi ed integratori ad-hoc. Yoga, meditazione, tecniche di gestione dello stress, idroterapia, riflessologia e vari trattamenti tradizionali come l’Ayurveda, il massaggio tradizionale thailandese e la medicina tradizionale cinese sono essenziali per rallentare il processo di invecchiamento. Uno dei più famosi centri olistico / anti-aging di Bangkok (città nota nel mondo per la presenza di strutture ospedaliere e cliniche di classe mondiale) è l’Add-life Anti-aging Center. Un altro è l’ AbsoluteHealth Integrative Medicine che progetta programmi speciali di trattamento per i pazienti di tutte le età, utilizzando una gamma impressionante di trattamenti. Il Dr.Orawan Holistic Institute, è anch’esso un  istituto di prima classe per trattamenti dermatologici, medicina anti-aging e anti-cancro. S-Medical Spa offre anche specifici trattamenti termali per ottimizzare la salute, l'aspetto e il benessere. VillaMedica è invece rinomata per il trattamento di terapia cellulare olistica.
Il mercato galleggiante di Bangkok
16/02/2015 - L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese invita tutti i visitatori internazionali a visitare la nuova attrazione del paese, il "Khlong Phadung Krung Kasem”. Il mercato galleggiante di Bangkok offre un assaggio di quella che una volta era la vita nell’odierna capitale thailandese, quando i canali erano ovunque. La comunità che viveva lungo il fiume Chao Praya e nei suoi innumerevoli canali è stata il simbolo di Bangkok che era conosciuta come la "Venezia d'Oriente" durante la maggior parte del 19 ° secolo.                 
Il mercato galleggiante mette in mostra gli antichi mestieri e le arti thailandesi, souvenir e specialità culinarie provenienti da sei mercati galleggianti e cinque mercati terrestri di Bangkok e delle province limitrofe. I visitatori potranno assistere a spettacoli tradizionali e partecipare alle attività culturali e di svago in programma durante l’evento. Potranno gustare piatti tradizionali ed acquistare articoli di artigianato fatti ancora in maniera tradizionale. L'evento si svolge tutti i giorni dal 12 febbraio al 1 Marzo 2015, a Khlong Phadung Krungkasem e nelle aree nei pressi della Government House:  da Orathai Phadung  Bridge a Makkhawan Bridge in alcuni dei più antichi quartieri di Bangkok nati sulla Rattanakosin Island. Il mercato galleggiante, con oltre 60 barche, rimarrà aperto dalle 15,00 alle 20,00. Mentre le 80 bancarelle a terra apriranno dalle 11,00 alle 20,00.
TASTE OF THAILAND
05/02/2015 - L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese (TAT Rome Office) conferma la sua tradizione innovatrice nel campo delle strategie di marketing con il lancio di un nuovo progetto editoriale. TAT sarà, infatti, il primo Ente in Italia a disporre di una rivista ufficiale rivolta al nostro mercato. La conferenza stampa di presentazione della campagna “Discover Thainess 2015”, che si terrà il prossimo 12 febbraio in BIT, sarà l’occasione per proporre in anteprima alla stampa e agli operatori il primo numero della rivista “Taste of Thailand”, nata con il doppio scopo di formare gli agenti di viaggio e di informare l’utente finale su nuove destinazioni e nuovi prodotti. Il progetto si avvarrà della consulenza di Corrado Ruggeri, scrittore, giornalista, appassionato d'Asia e profondo conoscitore della Thailandia, paese al quale ha dedicato “Farfalle sul Mekong”, un classico della letteratura di viaggio.
Due le uscite previste nel 2015. La prima, appunto in concomitanza con la BIT, la seconda vedrà la luce in occasione di TTG Incontri. Il progetto partirà con 64 pagine interamente dedicate alla destinazione Thailandia. Ciascun numero di “Taste of Thailand” sarà distribuito in 20.000 copie (40.000 nell’anno), 12.000 per il trade e le restanti 8.000 destinate agli eventi del semestre organizzati dall’Ente. Se la raccolta pubblicitaria raggiungerà gli obiettivi prefissati, l’obiettivo per il 2016 è di aumentare la tiratura da 40.000 a 60.000 copie con tre uscite annuali in febbraio, giugno ed ottobre. L'edizione sfogliabile è presente sul sito dell'Ente in Italia www.turismothailandese.it 
Sukhothai - il documentario sul sito del programma Alle Falde del Kilimangiaro
30/12/2014 - Per tutti coloro che non hanno potuto vedere la puntata di Domenica 28/12 del programma di viaggi Alle Falde del Kilimangiaro c'è la possibilità di seguire il documentario dedicato a Sukhothai ed al Loy Kratong
sul sito del programma: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-0256fc98-0a93-4dca-afd1-f49263f9bef3.html#p=0.
Buona visione e buon 2015 a tutti.

Ottimizzazione del servizio di taxi al Suvarnabhumi International Airport
04/12/2014 - L’ ingresso principale della Thailandia, il modernissimo Suvarnabhumi Airport, ha inaugurato dei chioschi che mirano a migliorare l'accesso dei viaggiatori ai servizi di taxi, una mossa che contribuisce a migliorare l'immagine del Regno come una destinazione turistica organizzata e moderna. Il fine è quello di ridurre i tempi di attesa e di garantire che tutti i taxi agiscano in maniera accogliente e professionale nei confronti di turisti e viaggiatori, ed anche che i loro veicoli siano ed uniformati agli standard internazionali. I 10 nuovi chioschi, che si trovano al di fuori dei Gates 4 e 7, al primo piano del terminal arrivi dell’aeroporto, sono progettati per ridurre i tempi di attesa a non più di cinque secondi attraverso una razionale gestione delle code e la prenotazione delle corse attraverso il semplice utilizzo di un pulsante. I passeggeri che si muovono in gruppo, con molti bagagli, saranno in grado di optare per taxi più grandi con spazio sufficiente per accoglierli. Con il nuovo sistema informatizzato, i tassisti dovranno prendere a bordo i passeggeri a prescindere dalla destinazione finale. Inoltre, la ricevuta che viene rilasciata automaticamente dal sistema registrerà tutti i dettagli dei tassisti e dei loro veicoli, consentendo ai funzionari di individuare istantaneamente il mezzo nel caso, ad esempio, di un oggetto smarrito.
Super Tower
21/11/2014 - Super Tower è il nome scelto per quello che sarà il 3 ° edificio più alto del mondo. La sua costruzione è prevista lungo la Rama 9 Road a Bangkok, capitale della Thailandia. Avrà l’incredibile altezza di 615 metri (125 piani) e una superficie totale di 320,000 mq. Oltre al suo design particolarmente elegante, questo grattacielo è destinato ad essere conosciuto soprattutto per le sue caratteristiche eco-sostenibili, tanto da mirare all’ottenimento della certificazione LEED Platinum. La torre sorgerà nel quartiere finanziario di Bangkok e quindi ben collegata tramite mezzi pubblici al resto della città. Il grattacielo potrà ospitare una vita lussuosa e moderna: per la presenza di uffici ed appartamenti con servizi d'albergo e per l'hotel a 6 stelle (260 stanze). Senza tralasciare il ristorante con vista panoramica a 360°. Questo grattacielo sarà il nuovo punto di riferimento della Thailandia ed un'attrazione di livello mondiale che tutti dovrebbero visitare almeno una volta nella  vita. Il progetto prevede l'utilizzo di energia da fonti rinnovabili in particolare attraverso l’impiego di pannelli solari. Sarà rivestito con vetro isolante e dotato di aria condizionata a basso consumo. La data di completamento prevista è 2019.
IL PRIMO PARCO ACQUATICO CARTOON NETWORK AMAZONE DEL MONDO
21/10/2014 - L'attesissimo parco acquatico Cartoon Network Amazone ha aperto le sue porte il 3 ottobre scorso. Si tratta del primo parco al mondo a vantare contemporaneamente trenta attrazioni di livello mondiale, spettacoli dal vivo targati Cartoon Network ed esperienze interattive che vedono l’acqua come elemento centrale del divertimento. Il primo parco acquatico a tema internazionale sarà la “nuova casa” degli eroi di Cartoon Network. La struttura è nata grazie all’accordo di licenza tra Amazon Falls, azienda sviluppatrice del parco acquatico, e Turner International Asia Pacific, proprietario e gestore di Cartoon Network.  Il parco è stato progettato per essere una destinazione come nessun altra in Thailandia o in Asia, un posto dove la musica e l’intrattenimento dal vivo con i personaggi di Cartoon Network rappresentano un elemento importante tanto quanto le attrazioni acquatiche. Il Cartoon Network Amazone Waterpark dispone di dieci aree tematiche fra cui la Omniverse Zone con le montagne russe d'acqua più veloci del mondo e una pendenza massima di 23,4 metri, l’Adventure Zone con continui colpi di scena, gallerie e curve. La Cartoonival Zone ha più di 150 giochi d'acqua da scoprire ed è qui che i fan possono passare il proprio tempo con Ben 10, Chowder, le Superchicche e tutti gli altri amici preferiti di Cartoon Network.  Lungo le Riptide Rapids gli ospiti di tutte le età possono prendere il gommone per affrontare un percorso di 335 metri e rilassarsi facendosi cullare dal rilassante fluire dell’acqua del fiume. Il Mega Wave Zone è il posto giusto per il bob. Cartoon Network Amazone si trova nella piccola località balneare di Bangsaray, a circa 20 minuti di auto da Pattaya City e a meno di due ore dall'aeroporto Suvarnabhumi di Bangkok. E’ aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito http://cartoonnetworkamazone.com

Trekking presso il Kaeng Krachan National Park
13/10/2014 - Siamo nella provincia di Hua Hin: ad appena due ore d'auto da Bangkok. Kaeng Krachan è uno dei parchi nazionali più importanti per estensione e biodiversità della Thailandia. La foresta del parco è costituita da foreste pluviali incontaminate, catene montuose di granito, cascate, grotte e un lago. L’area offre molteplici opportunità di trekking e bird-watching. Il parco dispone di molte specie di animali selvatici ed in via di estinzione: tra cui abbondano abbondano i broadbills (particolari passeri di colore verde), cervi, tapiri, elefanti asiatici, tigri, cani selvatici e leopardi asiatici. A causa delle piogge abbondanti per tutto l'anno, le foreste di Kaeng Krachan presentano un’incredibile ricchezza di cascate, fiumi e torrenti. Le  Pa La-U Waterfall, ad esempio, presentano cascate su 15 livelli originate da un torrente che si estende fino al confine birmano. La maggior parte dei visitatori si ferma al terzo livello, dove una grande e profonda piscina naturale invita a tuffarsi e nuotare nell’acqua limpida e fresca. Da questo livello in poi, il sentiero si fa particolarmente aspro e coloro che non sono fisicamente in forma non sono generalmente in grado di continuare. Le altre cascate richiedono ore di trekking nelle foreste per essere raggiunte: è quindi possibile fermarsi in campi tendati per trascorrere la notte. Oltre alle cascate ed al trekking, è possibile noleggiare una barca, canoa o kayak ed effettuare un giro turistico all'interno del parco Kaeng Krachan. Si consiglia inoltre di raggiungere Panoen Thung Mountain, la seconda vetta più alta del Kaeng Krachan a 1.207 metri sul livello del mare. Qui si trova un campeggio con una bellissima vista panoramica, ma  raggiungerlo richiede circa 5 ore di trekking lungo una pista lunga sei chilometri.
SUGGERIMENTI:
• È necessario ottenere un permesso e una guida dal quartier generale del parco, prima di   effettuare trekking nelle foreste.
• Il trekking durante la stagione delle piogge non è raccomandato.
• Alcune aree del parco (principalmente Ban Krang e Panoen Thung) sono chiuse tra agosto e ottobre di ogni anno per consentire la rigenerazione della foresta.
• Come tutti i parchi nazionali, una tassa di ammissione viene richiesta all'ingresso.
• Ci sono bungalow in affitto e anche diversi campeggi. Contattare la sede del parco.

Località: Circa 115 chilometri da Bangkok, lungo la Highway 4
Tel: +66 (0) 32 46 7 326, +66 (0) 32 459 293, +66 (0) 86 166 2991.
https://www.thainationalparks.com/kaeng-krachan-national-park
La Thailandia è la prima destinazione al mondo per numero di strutture ricettive sulla spiaggia
01/09/2014 - La Thailandia si colloca al primo posto di una nuova  particolare classifica: il  Beachfront Global Awards , premio riconosciuto alle destinazioni che vantano il più alto numero di alloggi situati direttamente sulla spiaggia.  Infatti dopo una approfondita ricerca su scala mondiale la Thailandia si è classificata davanti a molte delle destinazioni balneari più famose al mondo con l’incredibile numero di  1.270  alberghi, resort e bungalow in cui gli ospiti possono soggiornare praticamente sulla spiaggia. Questo pone il Regno davanti agli Stati Uniti, (1.016 alberghi), Messico (943), Spagna (736) e Filippine (591).  Il Global Beachfront Awards premia i paesi con il più alto numero di strutture ricettive che non presentano ostacoli o strade tra le aree dedicate agli ospiti e la spiaggia stessa ed è stato istituito per pubblicizzare hotel in cui viaggiatori ed amanti del mare possano godere di un ambiente reale senza essere sottoposti a pubblicità ingannevole su strutture di questo tipo. Senza considerare poi che soggiornare in una struttura che affaccia sul bagnasciuga è il modo perfetto per godersi il proprio angolo di paradiso tropicale, le coste e le isole della Thailandia. Inoltre una delle isole più famose della Thailandia, Koh Samui, ha vinto il Premio Global Beach Destination. Con 270 proprietà dislocate direttamente sulla sabbia, Samui ha battuto alcune delle destinazioni  più conosciute, tra cui il  Messico  della famosa Riviera Maya, Mallorca in Spagna e l'isola mediterranea di Creta.

L’ANTICA CAPITALE DEL SIAM: SUKHOTHAI
25/08/2014 - Sukhothai,ovvero “alba della felicità” in thailandese, si trova nella parte meridionale del Nord del Paese e il suo capoluogo omonimo è situato a circa 450 km a nord di Bangkok e a 350 km a sud di Chiang Mai. Questa provincia è stata il centro dell’antico regno thai. Per questo le città di Sukhothai e Si Satchanalai presentano un’alta concentrazione di siti archeologici.
Sukhotai diventò la capitale del Regno nel 1238, dopo che le forze militari thailandesi riuscirono a spodestare i khmer dalla città, fino a quel momento un’importante base proprio dell’omonimo Impero. Il figlio del primo re, Ramkhamhaeng il Grande, salì al trono nel 1278 e regnò per quarant’anni: questo sovrano fu un abile guerriero che riuscì a trasformare Sukhothai nella capitale di un regno vasto e potente che si estendeva su molti territori dell’Asia, instaurando inoltre relazioni politiche con la vicina Cina che visitò più volte; proprio da questo Paese arrivarono alcuni artigiani che insegnarono ai thailandesi tecniche raffinate per la produzione delle ceramiche, per le quali questa provincia è tutt’ora conosciuta. L’innovazione più grande apportata dal Re Ramkhamhaeng fu comunque la creazione di un sistema unificato di scrittura attraverso la fusione dei vari alfabeti khmer, dando vita nel 1283 al primo esempio di lingua Thai nella forma usata ancora oggi.
Il sovrano Ramkhamhaeng il Grande contribuì inoltre alla diffusione di cultura e religione tra il popolo thailandese: proprio grazie al suo impegno il Buddismo divenne la principale religione in tutto il Regno, base per lo sviluppo di alcune delle popolari forme artistiche thailandesi. Sukhothai rimase la capitale del Regno fino all’ascesa di Ayutthaya nel 1365.

Luoghi di interesse della città:
- Sito archeologico di Sukhothai. Il Parco si trova a 12 km dal centro della città: le rovine dei palazzi reali e dei templi buddisti, le porte della città, le mura, i fossati, le dighe, gli stagni, i laghetti, i canali e il sistema di controllo dell’acquedotto sono ben conservati grazie a un lavoro di restauro a cura del Dipartimento delle Belle Arti in cooperazione con l’UNESCO.
- Santuario Phra Mae Ya. Situato di fronte al palazzo comunale, il santuario conserva un monumento alla divinità Phra Mae Ya, raffigurata con un antico abito da regina. Si pensa che sia stato commissionato dal Re Ramkhamhaeng in memoria della defunta madre Nang Sueang.
- Museo Sangkhalok. Nel museo sono conservate le ceramiche prodotte nell’antico regno di Sukhothai e di Lanna.
- Palazzo Reale e Wat Mahathat. Il Palazzo Reale è circondato da un fossato ed è composto dalla residenza reale e dal santuario. Il Re Ramkhamhaeng posizionò un trono in mezzo a una piantagione di palme da zucchero dove, per sua richiesta durante le feste buddiste, un monaco vi officiava i riti religiosi mentre nei giorni normali era il luogo per svolgere gli affari di Stato. Questo trono fu trasferito in seguito al Tempio del Buddha di Smeraldo a Bangkok.
- A ovest del Palazzo Reale, si trova il Wat Mahathat, il santuario reale che è il tempio più grande della città di Sukhothai con un chedi (struttura per conservare le reliquie) a forma di fiore di loto chiuso e una sala che ospita la statua del Buddha
Le gemme nascoste del Nord
25/08/2014 - Un luogo fantastico per chi ama l’avventura. Si può trovare qualsiasi tipo di attività: che si tratti di rafting, mountain bike, speleologia, arrampicata, trekking, surf, immersioni – la Thailandia offre, effettivamente,  tutto questo .
Per alcuni recarsi in un paese lontano e fare un giro su un elefante è sinonimo di avventura. Altri potrebbero considerare un passaggio in moto taxi nel traffico di Bangkok, l’esperienza più emozionante mai provata. Alcuni invece, a meno che non si trovino nel bel mezzo della giungla o a fare rafting su una rapida, non sentono la scarica di adrenalina nel corpo. Fortunatamente la Thailandia offre esperienze per tutti i gusti.
Chi cerca un viaggio unico, a base di pura avventura, deve sapere anche allontanarsi dai sentieri tracciati.Vicino al confine con il Myanmar - ad esempio - ,  nella provincia di Tak, sorge Umphang, una città di confine relativamente sconosciuta, descritta nelle guide soprattutto per il suo ponte di corda in sospensione nel vuoto, punto di accesso al fiume Mae Klong e alle cascate Ti Lor Jor e Ti Lor Su. Immersa in un panorama di boschi e montagne che si fonde con il vicino Myanmar, quest’area protetta e in gran parte disabitata, ospita alcune delle più belle cascate thailandesi.
Esplorate durante il giorno la cascata di Ti Lor Su, la più grande della Thailandia, che si può raggiungere solo con un percorso a piedi attraverso la 'giungla giurassica' costellata da felci giganti e alberi secolari, per poi fare campeggio in questa riserva naturale durante la notte. Arrivare alle cascate tuonanti e poi immergersi nelle piscine naturali è un’esperienza unica nel suo genere. Questa zona può essere esplorata con un viaggio di tre giorni ma, i più avventurosi, potranno optare per un trekking fino a sette giorni, che comprende rafting di grado quattro su rapide di acqua cristallina.
L’avventura spesso non è solo fisica, ma anche psicologica. Spesso non è la preparazione fisica ma l'atteggiamento mentale a determinare fino a che punto si può arrivare. Nel distretto di Pang Mapha, a metà strada tra Chiang Mai e Chiang Rai ci sono centinaia di grotte, molte delle quali appena esplorate. Si parte dalla "Cave Lodge", un rifugio arroccato sotto gli alberi di un ripido pendio e si effettua un tour di speleologia per visitatori ed avventurieri che si recano in zona. Per i partecipanti a queste spedizioni guidate, le montagne calcaree che coprono il nord della Thailandia offrono migliaia di grotte e percorsi tra cui scegliere, molti dei quali ancora sconosciuti e inesplorati

Le case degli spiriti
21/07/2014 - La Thailandia è conosciuta come un paese buddhista. Tuttavia, i thailandesi hanno  praticato l'animismo per secoli, prima ancora che il buddismo fosse introdotto nel paese. Al giorno d'oggi, i rituali animistici, insieme a brahmanesimo e all’ induismo, svolgono ancora un ruolo importante in diversi aspetti della vita. La case degli spiriti sono sinonimo di fede animista e comunemente si vedono in Thailandia nei pressi di case ed edifici commerciali. Si ritiene che lo spirito che abita nella casa possa in qualche modo proteggerla oltre a garantire il benessere dei membri della famiglia o dei proprietari dell’immobile.  Tradizionalmente, il santuario, conosciuto come "San Phra Phum", è costruito su un unico pilastro ed ha la forma  di una casa in miniatura o di un tempio. Alcuni sono riccamente costruiti, altri sono fatti semplicemente in legno.
Vengono eretti in un luogo propizio per la casa.  Il proprietario  chiederà ad un sacerdote bramino di eseguire una particolare cerimonia per invitare uno spirito a guardia dell’abitazione. Sovente viene offerto del cibo o altre semplici offerte allo spirito che alberga nel piccolo santuario in segno di gratitudine per la protezione.
Il più famoso santuario – o casa degli spiriti -  in Thailandia si trova all'angolo con l’hotel  Grand Hyatt Erawan in uno degli incroci più trafficati di Bangkok. E’ molto rispettato sia dai fedeli locali che dai turisti provenienti da altri paesi asiatici. Altri santuari spirituali , come quello situato nella zona prospicente il centro commerciale Central World Plaza, attirano moltissime persone che vengono a pregare per la buona salute o per la fortuna nella vita , per l’amore o il successo nel lavoro. I fedeli offrono  fiori, cibo e piccole statue votive a questi santuari affinchè i loro desideri si avverino.

Artigianato locale
10/07/2014 - A Chiang Rai per visitare il Doi Tung Development Project e conoscere l'affascinante stile di vita delle persone che lavorano nel contesto del progetto promosso dalla famiglia reale.
Il Centro di Produzione e Distribuzione di Prodotti Artigianali 52-rai è infatti parte di un vasto piano di sviluppo, che coinvolge l'area di Doi Tung, avviato dalla Principessa Madre per migliorare le condizioni di vita delle tribù del nord della Thailandia. Una attività di carattere commerciale che mira a creare posti di lavoro e generare reddito sostenibile per la comunità.
Molti dei prodotti artigianali in vendita e in mostra sono oggetti tradizionali realizzati con abilità e tecniche tramandate di generazione in generazione. I visitatori del Centro potranno ammirare tessuti, capi di abbigliamento, tappeti fatti a mano e ceramiche apprendendo nei piccoli laboratori anche le tecniche di realizzazione degli artigiani locali, capaci di dare vita a oggetti di uso comune figli di una tradizione ancestrale ancora in sintonia con il modo di vivere del ventunesimo secolo.
Il Centro di Produzione e Distribuzione di Prodotti artigianali è anche sede di una fabbrica di tessitura in grado di realizzare una gamma di prodotti artigianali di ottima qualità.

Il Parco Nazionale di Khao Yai
21/05/2014 - Il Khao Yai National Park si estende su una superficie di 1850 Kmq ed è il secondo parco in Thailandia per dimensione: forse ancora poco conosciuto a livello internazionale, il Khao Yai si trova nella parte occidentale dei monti Sankamphaeng, nella provincia di Nakhon Ratchasima (Khorat), e si estende nelle zone di Saraburi, Prachinburi e Nakhon Nayok, nella Thailandia nord-orientale, a circa 200 km da Bangkok.  Il Khao Yai ospita al suo interno numerose specie animali, alcune delle quali purtroppo in pericolo di estinzione, tra cui più di 70 diversi tipi di mammiferi, altrettanti rettili e migliaia di invertebrati. Si accede al parco da un vecchio sentiero che si inerpica partendo dalla valle fino all’altopiano, per poi scendere di nuovo dall’altra parte del parco. E’ possibile percorrere la strada in automobile per scorgere i numerosi animali durante il percorso, specialmente verso l’imbrunire o di mattina presto.  L’attrazione del parco è rappresentata dalle imponenti cascate di Heu Narok, tra le più affascinanti del Paese, alte oltre 150 metri, e raggiungibili attraverso un facile e agevole percorso di soft trekking inferiore ai 2 km che, nel tratto conclusivo, permette di entrare nella parete rocciosa del primo livello della cascata. Nel parco si trovano numerose altre cascate come le Heu Suwat, di dimensioni particolarmente rilevanti, e le Kluey Mai, note agli occidentali con il nome di “Orchid Falls”. Procedendo verso est, ci si addentra in una zona decisamente meno esplorata, dove il sentiero di trekking è scarsamente marcato e in certi punti inesistente: quest’area coincide con la stretta valle che il torrente Tha Dan ha scavato tra le montagne fino ad arrivare in pianura. Khao Khiaw e Khao Rom sono le vette più alte del parco, da dove è possibile ammirare tutto il panorama e godere di una visuale molto particolare e affascinante.

La Thailandia per i giovani
28/04/2014 - Luogo di vacanza ideale  per i giovani,  grazie alle numerose scelte di viaggio ed alla straordinaria offerta di prodotti turistici, la Thailandia regala ancora la possibilità di sentirsi dei viaggiatori…ma in completa  sicurezza . Già, la sicurezza è l’elemento  in grado di influenzare sensibilmente la scelta di una  località di vacanza e svago per giovani e ragazzi , in viaggio magari per la prima volta così lontano da casa. Ebbene, la Thailandia è nota per la calorosa ed amichevole accoglienza tipica delle genti che la abitano. L’importanza che si dà alla famiglia ed ai giovani nella vita tradizionale thailandese vi farà sentire a casa fin dal primo momento del vostro arrivo. Sono parecchi i centri di istruzione che organizzano varie attività fra cui corsi di musica e arte oppure lezioni di meditazione tenute dai monaci buddisti nei templi.  La Thailandia è infatti un Paese molto legato alla tradizione e alle usanze buddiste, da cui deriva una cultura dell’ospitalità e del rispetto per tutti. Gli anziani sono tenuti in grande considerazione e anche se spesso i genitori sono occupati, nelle famiglie si resta molto uniti, lavorando insieme per mantenere la casa in ordine. Qualsiasi genere di svago cerchiate – mare o montagna, natura o cultura, relax o avventura – la Thailandia offrirà alla vostra scelta una infinita varietà di occasioni per realizzare la vostra vacanza da sogno. Spiagge ed isole sono centinaia e le attività sportive che si possono praticare in acqua sono infinite: si può semplicemente nuotare e praticare lo snorkeling oppure prendere lezioni di vela, ottenere un brevetto di immersione riconosciuto in tutto il mondo in soli 3 giorni o divertirsi con il parasailing. Sci d’acqua, surf, canoa, kite-boarding, arrampicata su roccia: c’è solamente l’imbarazzo della scelta! Le pitture murali nei templi narrano di eventi salienti della storia della Thailandia, della letteratura e delle tradizioni religiose buddiste. Quasi ogni tempio del paese offre ai visitatori l’opportunità di scoprire delle storie magnifiche rappresentate attraverso lavori artistici di notevole valore Gli amanti degli animali non rimarranno delusi in quanto in Thailandia troveranno zoo e parchi adatti ad ogni gusto e stile. I ragazzi potranno osservare da vicino specie animali e di pesci che solitamente non hanno la possibilità di vedere: serpenti, coccodrilli, tigri, uccelli, panda, farfalle, mante, squali. Gli appassionati di elefanti non potranno perdere l’occasione di stare vicino a questi giganti affettuosi che da sempre rivestono una parte importante nella vita e nel costume thailandese. Nei numerosi  Elephant Camp presenti sul territorio ci si prende cura di questi magnifici animali nutrendoli, lavandoli ed imparando a condurli utilizzando il linguaggio dei “mahout”, i loro istruttori.

Thailandia ed ecosostenibilità: dormire in fattoria
08/04/2014 - Ci sono tanti modi per scegliere un viaggio fuori dagli schemi. Quello che vi segnaliamo fa anche bene all'ambiente, dunque, doppiamente interessante. La meta non può che essere la Thailandia e la destinazione finale è Tacomepai, una fattoria tradizionale Thailandese che si trova a nord di Chiang Mai. E' gestita dalla famiglia Yon la quale ha come obiettivo quello di salvaguardare l’ambiente, coltivando prodotti ecosostenibili. Nella fattoria lavorano volontari, residenti, ospiti e viaggiatori che si impegnano giornalmente per preservare i costumi, le tradizioni e il territorio locale, avendo la possibilità di imparare molto lavorando a contatto con la natura.  Si pernotta in tradizionali bungalow di bambù per poco più 100 baht a notte (2 euro circa) a persona, per brevi e lunghi periodi. Tutti gli ospiti possono scegliere di prendere parte alla vita quotidiana della fattoria, optando per una delle numerose attività proposte:  raccogliere bambù o piantare papaya, mango e ananas nella foresta, setacciare il riso e selezionare i germogli di soia sono alcune delle proposte, inoltre si può scegliere di partecipare a veri e propri corsi su come intrecciare cestini, costruire tradizionali strumenti thai, creare il proprio shampoo e bagnoschiuma naturali…. E non mancano i luoghi dove rilassarsi come amache, piscine naturali e tanta natura per una meditazione rasserenante. Gli abitanti della fattoria non esiteranno poi a condividere con gli ospiti ogni segreto delle tecniche di agricoltura biologica, insegnando i principi della fitoterapia e raccontando di tradizioni, usi e costumi thailandesi. Tutti i pasti sono preparati in un bungalow adibito a cucina dove ogni ospite può aiutare e dare il proprio contributo, socializzando e imparando i segreti dei piatti thai.
Per maggiori informazioni: http://www.tacomepai.com

Muay Thai Camp
05/03/2014 - L’offerta di scuole per l’apprendimento o il perfezionamento del Muay Thai  in Thailandia è ormai vasta e variegata, con una forte concentrazione soprattutto nelle zone turistiche. La difficoltà consiste nell’individuare un “camp” in grado di dare la giusta formazione per accrescere il proprio livello tecnico e magari fare anche una ‘sana’ ma vera esperienza sui ring thailandesi. Possiamo dire che i camp thailandesi si distinguono in 2 grandi categorie:
- I camp “tradizionali”, che mantengono strutture talvolta obsolete e fatiscenti , dove il comfort ‘Thai style’ tempra benissimo i giovanissimi thailandesi ma dove raramente un ‘farang’ può stare a lungo, soprattutto se non ha anticorpi ‘corazzati’ da anni di esperienze thailandesi.
- I camp “commerciali” che assomigliano più a dei villaggi vacanze , situati prevalentemente nella zona di Phuket, molto puliti e organizzati per soddisfare l’esigenza di un cliente che ama sentirsi dire ‘good good’, stancarsi (ma non troppo) e fare serata in qualche locale alla moda raccontando le ardite imprese di combattente provetto. Sono nati a Phuket locali appositi (Boxing Bar) dove i farang con  protezioni e corpetti si sfidano tra una birra e l’altra, credendo di fare la Muay Thai.
A questi si aggiungono alcuni rari camp di nuova generazione , creati negli ultimi anni con strutture moderne, rispettose però della tradizione thailandese.  Il Sitsongpeenong (www.sitsongpeenong.com/) , a Bangkok, ed il Sor Wisarut (www.wisarutmuaythai.com/) a Pai, nell’estremo e stupendo nord della Thailandia. La novità di questi ultimi mesi è il  Red & Blue di Banglamung (www.muayfarang.com/red-blue-gym-pattaya) a  Pattaya. Questo camp ha una caratteristica che lo rende unico in Thailandia, in quanto nasce come palestra per il pugilato professionistico.  Il camp è studiato per dare soddisfazione ai “combattenti”,  tuttavia è aperto a tutti coloro che desiderano allenarsi con i ritmi e la costanza di un Nak Muay (professionista di Muay Thai). La palestra offre strutture moderne ed allenatori giovani e volenterosi, guidati da un management attento e scrupoloso. L’idea è quella di offrire un allenamento in perfetto stile Muay Thai dando agli stranieri le medesime attenzioni che trovano nei campi di Muay Thai ‘tradizionali’; nella sostanza spicca l’ambiente confortevole con una curata alimentazione, tale da fare invidia alle scuole cosiddette ‘commerciali’ . Ovviamente al camp si parla italiano oltre che inglese, francese, thai, spagnolo…, ed ognuno si trova a proprio agio in ogni occasione. Per gli aspiranti professionisti che hanno in progetto di fermarsi al camp per lungo tempo al fine di poter combattere costantemente, dopo i primi mesi il management valuta la possibilità di accordi particolari con la struttura esattamente come avviene per i pugili thailandesi. Ma prima di ogni cosa un mese di allenamento/vacanza consente di godere appieno la Muay Thai e capire quanto questa possa essere solo una bella esperienza piuttosto che un percorso di vita.

SICUREZZA ED ASSISTENZA OSPEDALIERA A KOH LIPE
27/02/2014 - Il Southern Andaman Medical Clinic ed il Bangkok Hat Yai Hospital hanno recentemente unito le forze per fornire servizi di trasporto e scorta medica di emergenza per tutti i turisti o pazienti che hanno bisogno di essere trasportati dall'isola in ospedale sulla terraferma per cure mediche professionali.  La disponibilità di cure mediche professionali e servizi di scorta medica aumenterà la fiducia dei turisti che viaggiano sulle isole e zone costiere del Mar di Andaman in quanto sanno di poter contare su servizi ed assistenza medica di alto livello. I viaggiatori saranno quindi più propensi ad esplorare questa splendida regione . Questo nuovo servizio contribuirà anche a migliorare l' immagine internazionale di un paese che è in grado di fornire professionalità ed assistenza sanitaria di prima classe per i turisti provenienti da tutto il mondo . Operativamente: il medico residente presso la Southern Andaman Medical Clinic sarà in grado di fornire una diagnosi  in casi di emergenza e garantire che il corretto trattamento primario sia somministrato ai pazienti. In situazioni di emergenza più complesse , il medico si consulterà con gli specialisti del Bangkok Hat Yai Hospital tramite un collegamento video per ottenere una consulenza iniziale. I risultati del primo  check-up medico saranno inviati on-line direttamente ad un centro di riferimento , in modo che lo specialista sulla terraferma abbia tutte le informazioni a portata di mano . Se il paziente ha bisogno di essere trasportato in un ospedale il trasporto da Koh Lipe sarà effettuato con un motoscafo . Durante il trasporto , i pazienti saranno accompagnati da un gruppo di medici mentre il personale medico del Bangkok Hat Yai Hospital sarà in stand-by presso l’attracco del Pakbara Pier pronto per proseguire l’assistenza. Il Bangkok Hat Yai Hospital è uno dei principali ospedali privati ​​nel sud della Thailandia e offre servizi medici completamente integrati che soddisfano e talvolta superano gli standard internazionali .Il Southern Andaman Medical Clinic è aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 20:00. In caso di emergenza , chiamare il numero  +66 ( 0 ) 87 9006889.

Conoscere ed approfondire lo Yoga in Thailandia
26/02/2014 - La Thailandia è una destinazione nota per la varietà di offerte all’insegna del relax e del benessere e, da qualche tempo, sta diventando sempre più popolare anche per gli amanti dello yoga, grazie al crescente numero di strutture e località che dedicano a questa disciplina indiana sempre più spazio, per un benessere fisico ma anche spirituale.Nonostante l’India rimanga la capitale dello yoga nel mondo, la Thailandia sta aumentando la sua popolarità come meta più accessibile e interessante per gli appassionati di questa filosofia. "La Thailandia è un paese naturalmente spirituale con una ricca tradizione buddista, con templi e centri di meditazione in tutto il paese", afferma Jutima Dallaghan, fondatore del Yoga Thailand Resort a Koh Samui  www.yoga-thailand.com
“Uno degli obiettivi dello yoga è quello di far ritrovare alla persona il benessere interiore, attraverso la meditazione. I thailandesi sono molto aperti alla spiritualità e per questo, yoga e Thailandia rappresentano il binomio perfetto."
Sono quindi molte le strutture in Thailandia che offrono diverse opportunità per imparare e migliorare le tecniche dello yoga. A Bangkok, Chiang Mai e Phuket si trovano molti centri per lo studio di questa disciplina,  ma sono le  isole di Koh Samui e Koh Phangan, nel Golfo di Thailandia, che offrono i corsi migliori. Koh Samui ospita due dei centri più importanti a livello internazionale, mentre sull’isola di Koh Phangan hanno sede diverse scuole professionali.
 "Su queste due isole fluisce un’energia unica e intensa", afferma il fondatore dell'Absolute Sanctuary, Benjaporn Karoonkornsakul www.absolutesanctuary.com. "Queste due isole sono conosciute come luoghi di guarigione: proprio grazie all’atmosfera che si respira in questi luoghi, diversi guaritori sono attirati qui da tutto il paese."I resort offrono una varietà di pacchetti che includono lezioni di yoga, pasti, sistemazione,  corsi professionali di formazione degli insegnanti e programmi speciali con esperti in visita, che consentono agli ospiti di studiare in modo intensivo. Oltre alle lezioni di yoga durante il giorno, gli ospiti possono scegliere di partecipare a corsi sulla filosofia yoga, sulla respirazione pranayama, sull’anatomia e sul canto. Si può decidere di personalizzare il soggiorno in base alle proprie esigenze, scegliendo di rilassarsi al mare e partecipare a qualche lezione di yoga, oppure fare una vera e propria full immersion nella disciplina per 4 settimane.
Agama Yoga, scuola internazionale fondata oltre dieci anni fa -www.agamayoga.com/centers/thailand/koh_phangan- propone corsi che includono  lezioni intensive di 150 ore per i principianti, strutturate nell'arco di quattro settimane. E’ possibile inoltre approfondire la disciplina con corsi para-universitari di più anni. Oltre alle lezioni di yoga, molte strutture offrono trattamenti disintossicanti per il corpo, corsi di cucina, massaggi e programmi benessere.
 

Condividi