Home > Info utili > Thailand Travel Guide

Thailand Travel Guide



INTRODUZIONE
 
LA TERRA DEL SORRISO
 
Il Regno di Thailandia è un Paese prevalentemente Buddista, ed è uno dei luoghi più belli al mondo dove trascorrere le vacanze. Grazie al clima tropicale, che non è né troppo caldo, né troppo secco, né eccessivamente umido (durante la stagione dei monsoni), in Thailandia si può viaggiare piacevolmente durante tutti i periodi dell’anno.
 
Al suo arrivo in Thailandia il visitatore trova riparo dal ritmo frenetico della vita.  Perfino a Bangkok, dove il carattere tipicamente thailandese della cucina, dell’architettura, della lingua, delle tradizioni e della religione risvegliano ed appagano i sensi. Lontano da Bangkok, in riva alle incontaminate spiagge sabbiose ed al mare smeraldo del Sud, oppure tra le montagne del Nord, vi assopirete in un lungo e profondo sogno di pace. Il passato sarà presto dimenticato, il presente sarà un paradiso, e del futuro non dovrete preoccuparvi perché si prenderà cura di sé.
 
L’attuale popolazione della Thailandia è composta da una ricca varietà di etnie- principalmente Thai, Mon, Khmer, Laotiani, Cinesi, Malesi, Persiani ed Indiani. La cultura thailandese si manifesta in ogni luogo del Regno: nei riti Buddisti che si svolgono in molti templi Thailandesi, nel susseguirsi di varie festività che si celebrano durante tutto l’anno, e nei tipici mercati dove la popolazione locale mercanteggia educatamente sui prezzi di tutti gli articoli, dal cibo agli abiti.
 
La Thailandia è per i visitatori l’unico luogo in cui è possibile partecipare alla particolare vita del Sudest Asiatico. Grazie al fatto che il Paese non è stato mai conquistato, le caratteristiche peculiari della Thailandia si sono conservate e rimangono vive e vitali. Quando il vostro soggiorno sarà terminato, vi resterà il desiderio di ritornare ancora nel Regno, poiché gli odori, le immagini ed i ricordi di un popolo rimangono indelebili nei pensieri, e la Thailandia è come una gioia che porterete sempre dentro di voi.
 
TERRITORIO
 
La Thailandia è formata da quattro regioni principali descritte di seguito:
 
Pianure Centrali: laThailandia Centrale è formata da ventiquattro provincie, con Bangkok al centro. La rete di fiumi e canali di origine pluviale rende questa parte della Thailandia estremamente fertile. Vi crescono infatti immensi campi di riso, di canna da zucchero, di ananas ed altre varietà di frutta. Alcuni dei più antichi insediamenti sorgono qui, vicino ai più meravigliosi templi, ai mercati diurni e notturni, ed alle rovine storiche.
 
Nord: sulle colline del Nord vive la maggior parte delle antiche tribù thailandesi. Queste catene montuose, scarsamente popolate ed indisturbate dall’uomo moderno, sono caratterizzate da panorami sconfinati ed irregolari, cascate, e sentieri lungo i quali sarà possibile scoprire queste meravigliose caratteristiche. Non bisogna dimenticare che il primo vero Regno Thailandese sorse nel territorio occupato dall’attuale Nord della Thailandia. Per quest motivo, la regione è ricca di testimonianze della tradizione culturale ed architettonica, tra cui alcuni dei templi più maestosi del Regno.
 
Nordest: in questa regione, nota come “I-San”, le antiche tradizioni thailandesi continuano a fiorire. La regione si adagia sull’Altipiano Khorat. Rispetto alle altre regioni della Thailandia, qui il ritmo di vita è più lento e la gente mantiene la stessa cordialità che si trova in tutto il Regno. In mezzo alle rovine degli antichi templi, si possono riconoscere e percepire sia l’influenza Lao che quella Khmer, la caratteristica cucina I-San, l’architettura ed il dialetto regionale.
 
Sud: lambito dalle acque del Golfo della Thailandia e del Mare di Andaman, il Sud è il paradiso delle spiagge. Le isole sparpagliate al largo della costa esaltano questo paradiso tropicale. I pescherecci dipinti con colori brillanti catturano migliaia di pesci ed i lunghi tratti di bianche spiagge sabbiose costituiscono un notevole richiamo. Qui il mondo sembra più luminoso e sereno ed il paradiso tropicale sognato fin dall’infanzia è raggiungibile in poche ore.
 
CLIMA
 
Il Regno di Thailandia gode di uno dei migliori climi tropicali del mondo con tre diverse stagioni:
 
la Stagione Estiva, da marzo a maggio, è caratterizzata da un clima caldo e secco in tutta la Thailandia, con temperature medie dai 28 ai 33 gradi Celsius.
 
La Stagione delle Piogge, da giugno a settembre, è probabilmente il periodo monsonico più secco di tutti i Paesi del Sudest Asiatico, con molte giornate di sole e temperature medie dai 27 ai 30 gradi Celsius.
 
La Stagione Fresca, da ottobre a febbraio, è mite e molto assolata, con temperature medie dai 24 ai 27 gradi Celsius.
 
FUSO ORARIO
 
Il fuso orario nel Regno di Thailandia è sette ore avanti rispetto all’ora del meridiano di Greenwich (GMT + 7).
 
GOVERNO
 
La forma di governo della Thailandia è una Monarchia Costituzionale che si ispira al modello democratico Britannico. I cinquecento membri della Camera dei Rappresentanti ed il Primo Ministro vengono eletti ogni quattro anni tramite elezioni nazionali, mentre i duecento membri del Senato sono eletti ogni sei anni. L’età per avere diritto al voto è di 18 anni.
 
LA MONARCHIA
 
Sua Maestà il Re Bhumibol Adulyadej è il nono Sovrano della Dinastia Chakri, fondata nel 1782 dal Re Rama I°. Sua Maestà Re Bhumibol Adulyadej, Rama IX, è il sovrano che ha regnato più a lungo nella storia della Thailandia. Sebbene il sistema politico Thailandese sia ufficialmente considerato una monarchia costituzionale, la costituzione Thailandese sancisce che il Re viene “incoronato in una posizione di sacrale venerazione” e non può essere esposto a nessun tipo di accusa o azione legale. Pur non avendo alcun mandato esecutivo , tutti i cittadini tengono il Re nella massima considerazione, per la sua dedizione alla gente, dimostrata attraverso una impressionante lista di lavori pubblici, e per le sue azioni umanitarie e di beneficenza.
La monarchia è molto amata dalla società Thailandese. Eventuali commenti negativi sul Re possono causare una pubblica ammonizione ed in alcuni casi perfino l’arresto. Non sono ammesse immagini, come ritratti o fotografie, che dipingano il Re in qualsiasi atteggiamento irriverente.
 
AVVENIMENTI E RICORRENZE
 
La Thailandia celebra molti avvenimenti e ricorrenze. Le date delle festività possono cambiare di anno in anno, a causa del calendario lunare che non è sincronizzato con il calendario solare, o per via delle autorità locali che possono decidere di cambiare le date delle festività. L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese pubblica ogni anno un calendario aggiornato dei principali avvenimenti e ricorrenze.
 
Di seguito citiamo solo alcune delle principali festività e ricorrenze in Thailandia:
 
Capodanno (1° Gennaio)
 
Magha Puja (luna piena, terzo mese lunare) – una festività nazionale che celebra l’incontro dei discepoli di Buddha e culmina con una fiaccolata intorno alla cappella principale di ogni tempio in tutto il Paese.
 
Capodanno Cinese (fine Febbraio inizio Marzo) – una settimana di celebrazioni e spettacoli pirotecnici presso le comunità cinesi di tutta la Thailandia.
 
Chakri Day (6 Aprile) – una festività pubblica per celebrare il fondatore della Dinastia Chakri, Re Rama I.
 
Festival Songkran (13-15 Aprile) – Capodanno Thailandese. Tutti vengono cosparsi di acqua come gesto porta fortuna per il Nuovo Anno. Preparatevi ad essere bagnati.
 
Festa del Lavoro (1 Maggio)
 
Festa dell’Incoronazione (5 Maggio) – una festività pubblica per celebrare l’incoronazione di Sua Maestà Re Bhumibol Adulyadej (Re Rama IX).
 
Giorno della Cerimonia dell’Aratura Reale – inizio della stagione di coltivazione del riso.
 
Festa di Visakha Puja (luna piena, sesto mese lunare) – una festività pubblica per celebrare la nascita, la morte e l’illuminazione di Buddha.
 
Festa di Asalha Puja (luna piena, ottavo mese lunare) – una festività pubblica per ricordare il primo sermone di Buddha.
 
Khao Phansa (luglio) – una festività pubblica che celebra l’inizio della Ritirata delle Piogge Buddhista.
 
Compleanno di Sua Maestà la Regina/Festa della Mamma (12 agosto) – una festività pubblica per festeggiare la nascita della Regina Sirikit di Thailandia.
 
Festival Vegetariano (inizio ottobre) – una festività tipica del Sud caratterizzata dal cibo vegetariano, fuochi d’artificio e dalla penitenza.
 
Ok Phansa (ottobre) – fine della Ritirata delle Piogge Buddhista.
 
Festa di Chulalongkorn (23 ottobre) – una festività pubblica per commemorare Re Rama V.
 
Compleanno di Sua Maestà il Re (5 dicembre) – un’evento pubblico per festeggiare il compleanno di Sua Maestà il Re Bhumibol Adulyadej.
 
Festa della Costituzione (10 dicembre) – una festa nazionale per celebrare la Costituzione democratica della Thailandia.
 
Notte di Capodanno (31 dicembre) – festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno.
 
 

STORIA

 
 Le prime testimonianze archeologiche di siti abitati dall’uomo, in Thailandia si trovano nei villaggi a Nordest di Ban Chiang e Ban Prasat dove i primi ritrovamenti relativi alla coltivazione del riso risalgono a 4000 anni A.C. (A differenza della Cina che in quel periodo coltivava e consumava miglio). Si ritiene inoltre che la Thailandia abbia favorito lo sviluppo della prima Civiltà del Bronzo durante questo periodo.
 
Nei millenni successivi, tre popolazioni principali emigrarono verso Sud dalla Cina nell’attuale Thailandia – i Mon, gli Khmer ed i Thai. I Mon occupano attualmente Myanmar, mentre i Khmer si sono stabiliti in Cambogia, ed i Thai fin dal 1200 hanno affermato il loro dominio su tre stati della Thailandia del Nord, Lanna, Sukhothai e Phayao.
 
Sukhothai (Alba della Felicità) è considerata come il primo stato thailandese realmente indipendente, oltre che il luogo di nascita della cultura Thailandese. L’era di Sukhothai, che dichiarò l’indipendenza nel 1238, vide la graduale espansione dei Thai attraverso tutta la regione del bacino del Fiume Chao Phraya, l’affermazione del Buddismo Therevada come religione principale, la creazione dell’alfabeto thailandese e delle prime concrete espressioni artistiche thailandesi, tra cui la pittura, la musica, l’architettura e la letteratura.
 
Lo splendore di Sukhothai svanì nel 1.300 e diventò uno stato suddito di Ayutthaya, un regno moderno posto più a Sud. Fondata nel 1350, Ayutthaya, posta a circa 86 chilometri a Nord di Bangkok, era considerata sia dagli Asiatici che dagli Europei come uno dei regni più progrediti e più ricchi del pianeta in quell’epoca.
 
Durante i 417 anni di predominio di Ayutthaya, i Thailandesi misero a frutto la loro cultura superiore, liberando le loro terre dalla presenza degli Khmer e sviluppando le relazioni con potenze Arabe, Indiane, Cinesi, Giapponesi ed Europee, soprattutto con Portoghesi ed Olandesi.
La distruzione di Ayutthaya da parte dei Birmani nel 1767, fu per i thailandesi un duro colpo. Tuttavia, i Birmani non riuscirono a mantenere il controllo del Regno. Nel 1769, Re Taksin, governando dalla nuova capitale Thon Buri, posta sulle rive del fiume Chao Phraya, riconquistò il controllo del Regno. Nel 1782, Phra Bat Somdet Phra Phuttha Yotfa Chulalok Maharat, il primo  sovrano della Dinastia Chakri, noto come Re Rama I, trasferì la capitale del Regno sull’altra sponda del fiume a Bangkok.
 
Due monarchi Chakri, Re Mongkut (Rama IV), che regnò tra il 1851 ed il 1868 e suo figlio Re Chulalongkorn (Rama V), che regnò dal 1869 al 1910, salvarono la Thailandia dalla colonizzazione occidentale, attraverso una brillante diplomazia ed un’intelligente opera di modernizzazione. La Thailandia deve ringraziare soprattutto questi due monarchi se è riuscita a mantenere il controllo del proprio destino scongiurando l’ingerenza di potenze straniere.
 
Oggi, la Thailandia è governata da una monarchia costituzionale. Fin dal 1932, i re thailandesi, compreso l’attuale sovrano, Sua Maestà Re Bhumibol Adulyadej, hanno esercitato i loro poteri legislativi attraverso un consiglio dei ministri, capeggiato da un primo ministro, ed il potere giudiziario attraverso un tribunale.
 
RELIGIONE
 
Il Buddhismo Therevada, che deriva dal Buddhismo Dvaravati del 10° secolo, è la religione professata da oltre il 95% della popolazione thailandese, ed esercita una forte influenza sulla vita quotidiana. La Thailandia è l’unico paese al mondo ad integrare con successo questa forma di Buddhismo con la propria struttura giuridica e morale.
 
Oltre ad una pregnante moralità, che garantisce una forte coesione sociale ed offre un notevole supporto spirituale, il Buddhismo ha creato un impareggiabile patrimonio artistico. Come il Cristianesimo ha influenzato la costruzione delle cattedrali medievali in Europa, analogamente il Buddhismo Thailandese ha ispirato la creazione di innumerevoli templi artistici a copertura multipla per venerare Buddha.
 
Un altro punto di forza del Buddhismo è che le famiglie buddhiste thailandesi osservano scrupolosamente gli insegnamenti di Buddha. Per molto tempo i maschi buddhisti al di sopra dei 20 anni osservavano l’usanza di essere consacrati sacerdoti per un periodo che poteva durare da cinque giorni a tre mesi. Ciò accade normalmente durante l’annuale Ritirata delle Piogge, un periodo di tre mesi durante la stagione delle piogge in cui tutti i monaci rinunciano a viaggiare e rimangono nei propri templi.
 
I templi thailandesi, oltre a sostenere le comunità monastiche, hanno tradizionalmente servito altre cause, come quella di luogo d’accoglienza, di centro d’informazione, di ufficio informazioni per l’impiego, di scuola, di ospedale, di dispensario e di sede della comunità. Queste funzioni attribuiscono ai templi thailandesi un ruolo fondamentale all’interno della società.
 
I Thailandesi rispettano tutte le religioni. Così, piccole minoranze di Musulmani, Cristiani, Induisti e Sikh praticano tranquillamente le loro rispettive fedi in Thailandia, sotto la protezione del Re.
 
 
LINGUA
Il Thailandese parlato e scritto rimane per lo più incomprensibile per il visitatore occasionale, poiché è diverso da tutte le altre forme di dialetto.
Comunque, l’Inglese è ben compreso nella maggior parte delle zone turistiche, in particolare a Bangkok, a  Chiang Mai, a Pattaya ed a Phuket dove è un’importante lingua commerciale. Si parla l’Inglese nella maggior parte di alberghi, negozi, ristoranti, banche, uffici internazionali ed autonoleggi delle principali località turistiche. I segnali stradali in tutto il paese sono sia in Thailandese che in Inglese.
 
 
Documenti e
Formalita’Varie
 
PASSAPORTI
 
Tutti i turisti che arrivano in Thailandia devono avere un passaporto in corso di validità.
 
VISTI ED INFORMAZIONI PER L’IMMIGRAZIONE
 
I. - Secondo il Ministero degli Interni quella che riportiamo di seguito è una lista dei Paesi che        hanno siglato con il Governo Thailandese un accordo per l’esenzione del visto, a favore dei possessori di un passaporto diplomatico o ufficiale o di uno speciale passaporto di servizio. A queste persone è consentito soggiornare rispettivamente per 30 e 90 giorni.
 
Lista dei Paesi interessati:
 

90 GIORNI

Argentina
Austria
Belgio
Brasile
Cile
Repubblica Ceca
Germania
Ungheria
Israele
Italia
Lussemburgo
Malesia
Messico
Paesi Bassi
Nepal
Filippine
Polonia
Romania
Singapore
Repubblica Slovacca
Sud Africa
Svizzera
Tunisia
Turchia
 

30 GIORNI

Mogolia
Cina
Vietnam
Laos
Myanmar
 
II. I seguenti Paesi hanno siglato con il Governo Thailandese un accordo per l’esenzione del visto a favore dei possessori di passaporti diplomatici, ufficiali ed ordinari e possono soggiornare per 90 giorni: Repubblica del Perù.
 
III. Ai seguenti Paesi è stata concessa un’esenzione del visto per i possessori di passaporto diplomatico ed ufficiale e possono soggiornare per 90 giorni: Finlandia, Danimarca, Svezia.
 
IV. Ai seguenti Paesi che hanno siglato con il Governo Thailandese un accordo per l’esenzione del visto ai possessori di un passaporto nazionale e possono soggiornare per 30 o 90 giorni.
 

90 GIORNI

Brasile
Nuova Zelanda
Repubblica di Corea
 

30 GIORNI

Hong Kong
Repubblica Socialista del Vietnam
 
 

ESENZIONE DEL VISTO TURISTICO

 
Secondo il Ministero degli Interni, i turisti provenienti da 57 paesi non hanno bisogno del visto per visitare la Thailandia, se il loro soggiorno nel Regno non dura più di 30 giorni. I turisti devono portare con se una quantità di denaro per le spese personali non inferiore a 10.000 Baht per persona oppure 20.000 Baht per famiglia.
 
Lista dei 57 Paesi:
Algeria
Argentina
Australia
Austria
Bahrain
Belgio
Brasile
Brunei
Canada
Danimarca
Gibuti
Egitto
Fiji
Finlandia
Francia
Germania
Grecia
Hong Kong
Islanda
Messico
Marocco
Myanmar
Olanda
Nuova Zelanda
Norvegia
Oman
Papua Nuova Guinea
Filippine
Portogallo
Qatar
Arabia Saudita
Senegal
Singapore
Slovenia
Sud Africa
Spagna
Svezia
Svizzera
Indonesia
Irlanda
Israele
Italia
Kenya
Corea
Kuwait
Malesia
Mauritania
Tunisia
Turchia
Emirati Arabi Uniti
Gran Bretagna e Irlanda del Nord
Stati Uniti d’America
Vanuatu
Samoa Occidentale
Yemen
 

VISTO TURISTICO TEMPORANEO: VISTO IN ENTRATA

 
Secondo il Ministero degli Interni, i turisti provenienti da 96 Paesi non hanno bisogno di un visto se il loro soggiorno non dura più di 15 giorni. Il turista dovrà possedere una somma minima per le spese personali di 10.000 Baht a persona o 20.000 Baht per famiglia.
 
Inoltre, il richiedente dovrà essere in grado di mostrare un biglietto interamente pagato e valido entro 15 giorni dalla data di ingresso. Il visto di ingresso viene rilasciato presso 12 uffici internazionali preposti, ed i richiedenti dovranno presentare la richiesta con una fotografia recente formato tessera. La presentazione della domanda costa 300 Baht. I turisti che entrano nel Regno con un visto di entrata, di solito non possono presentare domanda per prolungare il soggiorno, tranne in casi particolari di malattia che gli impedisca di viaggiare. In ogni caso, potranno presentare una domanda presso l’Ufficio Immigrazione,  Sezione Immigrazione 1, Soi Phlu, Sathon, Tai Road, Bangkok 10120. Tel.66-2287-1740.
 
Sito internet: www.imm.police.go.th
 
Lista dei 96 Paesi:
Albania
Andorra
Antigua e Barbuda
Armenia
Azerbaijan
Bahamas
Barbados
Bielorussia
Belize
Bhutan
Bolivia
Botswana
Bulgaria
Burkina Faso
Burundi
Camerun
Capo Verde
Repubblica Centro Africana
Ciad
Cina
Colombia
Comorre
Costa Rica
Costa d’Avorio
Croazia
Repubblica Ceca
Dominica
Repubblica Dominicana
Ecuador
Guinea Equatoriale
Estonia
Etiopia
Gabon
Gambia
Georgia
Grenada
Guinea Bissau
Guatemala
Guinea
Haiti
Honduras
Ungheria
India
Giamaica
Kazakhstan
Kiribati
Kyrgyzstan
Lettonia
Lesotho
Liberia
Liechtenstein
Lituania
Malawi
Maldive
Mali
Malta
Mauritius
Moldavia
Principato di Monaco
Nauru
Nigeria
Panama
Paraguay
Polonia
Romania
Russia
Ruanda
Saint Cristopher e Nevis
Saint Lucia
Saint Vincent e Grenadine
San Marino
Sao Tome e Principe
Seychelles
Sierra Leone
Repubblica Slovacca
Isola Salomone
Somalia
Suriname
Sawaziland
Taiwan
Tajikistan
Tanzania
Togo
Tonga
Trinidad e Tobago
Turkmenistan
Tuvalu
Uganda
Ucraina
Uruguay
Uzbekistan
Città del Vaticano
Venezuela
Zaire
Zambia
Zimbabwe
 
I cittadini degli Stati sopra indicati devono entrare nel Regno di Thailandia attraverso il trasporto passeggeri, tramite i canali di immigrazione al confine tra la Thailandia e la Malesia, o in aereo, oppure in navi di almeno 500 tonnellate, in treno, in pullman, in taxi o in motociclette a noleggio e devono possedere i seguenti requisiti:
 
  1. un biglietto interamente pagato o un documento che appartiene al proprietario o all’operatore del veicolo, che dovrà essere utilizzato per lasciare il Regno di Thailandia entro il periodo indicato, oppure:
  2. un documento del proprietario o del noleggiatore del veicolo che dimostri una prenotazione interamente pagata per la partenza dal Regno di Thailandia entro il periodo indicato.
 
Queste regole non si applicano ai cittadini Malesi che entrano nel Regno di Thailandia in pullman di linea, con auto a noleggio, in pullman turistici o con motocicletta a noleggio, attraverso le frontiere per l’immigrazione oppure attraverso i posti di controllo sul territorio malese. Non hanno bisogno di documenti di viaggio per proseguire né di nessuno dei documenti indicati nei punti 1 e 2.
 
Le persone che si trovino nelle condizioni sopra indicate non hanno bisogno di un visto di ingresso e possono rimanere nel Regno di Thailandia da 30 a 90 giorni (a seconda della loro nazionalità) a partire dal giorno di arrivo. A questi visitatori non è permesso prolungare il soggiorno, tranne che in circostanze particolari come la malattia o un ritardo nella partenza del volo. Ai turisti che volessero restare più di 30 o 90 giorni nel Regno di Thailandia si consiglia di rivolgersi alle Ambasciate Thailandesi presenti nei loro rispettivi Paesi di provenienza. Nel caso in cui non vi fosse l’Ambasciata Thailandese, potranno rivolgersi a quelle dei Paesi confinanti, oppure inviare la loro domanda, con la relativa documentazione all’Ufficio per l’Immigrazione in Thailandia, Soi Suan Phlu, Sathon Tai Road, Bangkok 10120, Thailandia. Tel. 66-2287-3101-10.
 
Coloro che visitano il Regno di Thailandia possono ottenere un visto di entrata presso i seguenti posti di frontiera:
  1. Aeroporto Internazionale Suvarnabhumi, Bangkok
  2. Aeroporto Internazionale di Chiang Mai, Chiang Mai
  3. Aeroporto Internazionale di Phuket, Phuket
  4. Aeroporto Internazionale Hat Yai, Songkhla
  5. Aeroporto U-Taphao, Rayong
  6. Frontiera di Mae Sai, Chiang Rai
  7. Frontiera di Chiang Saen, Chiang Rai
  8. Frontiera di Chiang Khong, Chiang Rai
  9. Frontiera di Betong, Yala
  10. Frontiera di Sadao, Songkhla
  11. Frontiera di Samui, Surat Thani
  12. Aeroporto Internazionale di Sukhothai, Sukhothai
 
I visitatori dovranno inoltre possedere un biglietto aereo interamente pagato, che gli permetta di lasciare il Regno di Thailandia entro il periodo prestabilito.
 
N.B. la domanda per ottenere il visto deve essere accompagnata da una fotografia formato tessera e dal pagamento dell’importo previsto.
 
VALIDITA’ DEL VISTO
 
Tutti i visti dovranno essere utilizzati entro 90 giorni dalla data di rilascio.
 
DURATA DEL SOGGIORNO
 
Visto di Transito 30 giorni.
Visto Turistico 90 giorni.
Visto per Non Immigranti 90 giorni.
N.B. fate attenzione a prendere nota del periodo di soggiorno stampigliato sul vostro passaporto dall’Ufficiale Thailandese per l’Immigrazione. I turisti che dovessero superare il periodo di soggiorno previsto, alla partenza pagheranno una multa di 200 Baht per ogni giorno in più.
 
VISTO PER SOGGIORNI PROLUNGATI: Richiesta di Visto per Residenti Temporanei con il codice “O-A”
 
  1. Requisiti per il Richiedente:
  2. Essere straniero di almeno 50 anni di età (alla data di presentazione della domanda)
  3. Essere una persona a cui non sia stato proibito l’ingresso nel Regno.
  4. Non avere carichi pendenti relativi alla sicurezza della Thailandia e del Paese di provenienza o del Paese di residenza.
  5. Avere la nazionalità o la residenza nel Paese dove si presenta la domanda.
  6. Non essere affetto da malattie contagiose indicate nel Decreto Ministeriale N.14 (B.E.2535)
  7. Non avere un permesso di lavoro in Thailandia
 
  1. Documenti per la presentazione della domanada:
  2. Essere in possesso di un passaporto con validità non inferiore ad un anno e mezzo.
  3. Avere tre copie del modulo di richiesta del visto (corredate di foto tessera).
  4. Avere un modulo con l’indicazione dei dati personali.
  5. Presentare un estratto conto che mostri un deposito di  importo non inferiore ad 800.000 Baht, oppure una dichiarazione dei redditi (copia originale) con uno stipendio mensile non inferiore a 65.000 Baht, oppure un deposito in conto corrente ed uno stipendio mensile la cui somma non risulti inferiore ad 800.000 l’anno.
  6. Nel caso in cui si presentasse l’estratto conto, sarà necessario allegare anche una lettera di garanzia della banca (in originale).
  7. Fornire un certificato che attesti che il richiedente non abbia carichi penali pendenti nel paese a cui appartiene o nel quale risiede (il certificato non dovrà essere valido per più di tre mesi).
  8. Presentare un certificato medico rilasciato nel Paese in cui si presenta la domanda, che attesti l’assenza di malattie contagiose, così come indicato nel Decreto Ministeriale N° 14 (B. E. 2535) (il certificato non dovrà essere valido per più di tre mesi).
  9. Nel caso in cui il richiedente desiderasse portare con sé nel Regno il/la proprio/a coniuge e che questi non avesse i requisiti per ottenere il visto di lunga durata, dovrà essere prodotto il certificato di matrimonio come prova. (Al coniuge sarà concesso il visto per Residenti Temporanei con il codice “O”).
 
  1. Raccomandazioni per gli Stranieri durante il Soggiorno nel Regno.
  2. Dopo 90 giorni di soggiorno nel Regno, lo straniero dovrà presentarsi alle Autorità competenti e dovrà rifarlo ogni 90 giorni presso il responabile per l’immigrazione della propria zona di residenza, altrimenti dovrà presentarsi al comando di polizia della propria zona di residenza qualora non vi fossero uffici per l’immigrazione.
(Se volesse rivolgersi alle autorità competenti per posta, lo straniero dovrà comportarsi nel modo seguente:
il Rapporto (Modulo To Mo 47), insieme ad una copia delle pagine del passaporto che mostrano la propria foto , i dati personali, e l’ultimo timbro di visto in entrata, insieme ad una busta indirizzata a se stesso e già affrancata, dovranno essere spediti sette giorni prima della scadenza, per raccomandata con ricevuta di ritorno, all’Ufficio per l’Immigrazione, Sathon Tai Road, Sathon District, Bangkok 10120.
Nel caso in cui vengano inviati successivi rapporti, anche il Modulo di Risposta del rapporto precedente dovrà essere allegato.)
 
  • Dopo un anno di soggiorno, lo straniero che desiderasse prolungare la propria permanenza
dovrà presentare una domanada per estendere il periodo presso l’Ufficio per l’Immigrazione,  con evidenza di un versamento di denaro, o di un deposito in conto corrente presso una banca del  Regno, o una dichiarazione dei redditi, per un importo non inferiore a 800.000 Baht, oppure una dichiarazione dei redditi ed un deposito in conto corrente la cui somma non risulti inferiore ad 800.000 l’anno.
 
  • Se anche il/la coniuge dello straniero desiderasse prolungare il proprio soggiorno, si  dovrà presentare il certificato di matrimonio.
 
 
PROROGA DEL VISTO
E’ possibile richiedere una proroga del permesso di soggiorno di 15 giorni, per qualsiasi tipo di visto, presso l’Ufficio Immigrazione a Soi Suan Phlu, Saton Tai Road, Bangkok.
Tel. 66-2287 – 3101, 66 – 2287 - 3110. La richiesta costa 500 Baht.
 
PERMESSI PER UN NUOVO INGRESSO
La domanda per un singolo permesso di nuovo ingresso costa 500 Baht. Un permesso di rientro multiplo (per visto) costa 1.000 Baht.
 
VISTO DI USCITA
Non è previsto.
 
ESENZIONE DALLA TASSA PASSEGGERI
Gli stranieri che desiderassero effettuare un rapido giro di Bangkok o allontanarsi dall’Aeroporto Internazionale di Bangkok e ritornarvi per prendere il loro volo in prosecuzione entro 12 ore dall’arrivo, potranno richiedere un’esenzione dal pagamento di 500 Baht di tasse aeroportuali, attraverso le seguenti procedure:
  1. Compilare il Modulo per l’Esenzione dalla Tassa Passeggeri presso l’unità di servizio al Terminal 1 (prima di passare attraverso il controllo passaporti).
  2. Presentare la seguente documentazione:
  3. il Modulo per l’Esenzione dalla Tassa Passeggeri
  4. il Passaporto
  5. un Biglietto Aereo valido (il volo di partenza deve essere previsto entro 12 ore)
  6. la Carta Completa di Arrivo e Partenza (modulo To Mo 6)
  7. Ottenere una firma ufficiale ed un timbro presso i banchi informazioni, prima di oltrepassare il controllo passaporti agli arrivi.
  8. Conservare la documentazione sopra descritta durante il tempo di transito e presentarla alle partenze, prima di oltrepassare il controllo passaporti.
 
N. B.: applicabile solo a cittadini esenti dal visto e con visto d’ingresso.
 
NORME SANITARIE
Non sono richieste profilassi né vaccinazioni, a meno che il viaggiatore non provenga da o non abbia attraversato zone contaminate. Un certificato per la febbre gialla è richiesto ai turisti provenienti dai seguenti Paesi: Bolivia, Brasile, Colombia, Perù, Angola, Burkina Faso, Gambia, Ghana, Guinea, Mauritania, Mali, Nigeria, Sudan e Repubblica Democratica del Congo.
 
N. B.: si prega di verificare le norme in vigore presso le Autorità Sanitarie del proprio Paese.
 
REGOLAMENTI DOGANALI
 
  • ARTICOLI VIETATI
Sono vietati tutti gli stupefacenti ed i testi osceni, che includano immagini ed articoli scritti.
Chi introducesse stupefacenti subirà pene severe che prevedono anche la pena di morte per il possesso, il consumo e/o la produzione di droga.
 
  • ARMI DA FUOCO
L’importazione di armi da fuoco e munizioni è ammessa solo previo ottenimento di un permesso rilasciato dal Dipartimento di Polizia o dall’Ufficio del Registro.
Sito internet: www.tourist.police.go.th
 
  • EFFETTI PERSONALI
Nel Regno di Thailandia è possibile portare, senza pagare dazi, una ragionevole quantità di abiti per uso personale, articoli da bagno ed attrezzature professionali.
 
  • TABACCHI E BEVANDE ALCOLICHE
Sigarette, sigari, o tabacchi, singolarmente o in totale non  devono superare i 250 grammi di peso. Le sigarette, comunque, non possono essere più di 200 di numero. Si può portare un litro di vino o di bevande alcoliche senza pagare dazi. Il valore degli articoli per uso personale non deve superare i 10.000 Baht.
 
  • PIANTE ED ANIMALI
Alcuni tipi di frutta, di verdura e di piante sono proibiti. Si prega di contattare il Dipartimento per la Regolamentazione dell’Agricoltura, presso il Ministero dell’Agricoltura, Bang Khen, Bangkok. Tel. 66-2579-76  oppure il Sito internet: www.doa.go.th
 
Il permesso di ingresso per animali che arrivano in aereo può essere rilasciato in aeroporto. Se arrivano via mare è necessario presentare una domanda presso il Ministero per lo Sviluppo degli Animali Vivi a Bangkok. Tel. 66-2251-5136 oppure 66-2252-6944. Sono richiesti i certificati di vaccinazione.
 
  • ESPORTAZIONE DI OGGETTI D’ANTIQUARIATO ED OPERE D’ARTE DAL REGNO DI THAILANDIA
  • E’vietato portar via dalla Thailandia statue di Buddha, statue di Bodhisattva, o frammenti di esse (fatta eccezione per gli oggetti usati per il culto dai Buddhisti, per scambi culturali o per motivi di studio).
    1. E’ necessario ottenere un permesso da parte del Dipartimento di Belle Arti per portar via oggetti d’antiquariato ed opere d’arte, sia che si tratti di originali o di riproduzioni.
    2. Procedura per richiedere il permesso:
  • fotografare frontalmente tutti gli oggetti e stampare 2 foto formato cartolina (con non più di cinque oggetti in ogni fotografia).
  • Presentare una fotocopia del passaporto del richiedente
  • Gli oggetti, insieme alle fotografie, al passaporto ed alla sua fotocopia, dovranno essere portati presso:
 
la Direzione  del Museo Nazionale a Bangkok, oppure al Museo Nazionale di Chiang Mai a Chiang Mai, o al Museo Nazionale di Songkhla a Songkhla.
 
Questa procedura dovrà essere attuata almeno da quattro a sette giorni prima della data di spedizione o di partenza del richiedente, al fine di espletare le pratiche e di effettuare eventuali controlli. Per ulteriori informazioni contattare il Museo Nazionale di Bangkok al Tel. 66-2226-1661.
 
MONETA E SERVIZI DI CAMBIO
La moneta thailandese, il Baht, non ha un cambio fisso con nessun’altra valuta ed è piuttosto fluttuante in base all’andamento dei mercati mondiali.
Il Baht è formato da 100 Satang. Monete argentate vengono coniate in pezzi da 1 e da 5 Baht. Monete color argento e rame hanno un valore di 10 Baht. Le banconote possono avere un valore di 10 Baht, 20 Baht, 100 Baht, 500 Baht e 1.000 Baht.
 
TRAVELLER CHEQUE/ASSEGNI CARTE DI CREDITO/BANCHE
I traveller cheque in dollari USA possono essere cambiati presso le banche provinciali e gli sportelli di cambio autorizzati. Il cambio più favorevole per i traveller cheque si ottiene a Bangkok, dove si trovano i migliori tassi. Di solito, i tassi degli alberghi  sono più bassi di quelli offerti dalle banche e dagli sportelli di cambio autorizzati.
Le principali carte di credito (American Express, Diners Club, JCB, Master Card e VISA) sono accettate presso tutte la banche più importanti, i ristoranti, gli alberghi ed i negozi.
Le banche thailandesi e straniere offrono gli stessi servizi in tutto il Paese. Le filiali sono aperte dalle 9.30 alle 15.30, dal lunedì al venerdì, esclusi i giorni festivi.
Le principali banche come la Banca di Bangkok, la Banca Thai Danu, la Banca Agricola Thailandese, la Banca Krung Thai, e la Banca Commerciale del Siam hanno sportelli di cambio presso le principali località turistiche, aperti dalle 7 del mattino alle 9 di sera, tutti i giorni, compresi i festivi.
Molti alberghi di lusso offrono servizi di cambio aperti 24 ore, ma soltanto per le principali valute come quella americana, britannica, tedesca e svizzera. Gli alberghi, di solito, accettano i traveller cheque.
 
CONTROLLI SUL CAMBIO
  1. I turisti stranieri possono liberamente portare nel Regno di Thailandia banconote straniere o altri tipi di valuta straniera. Quando partono dalla Thailandia, i turisti stranieri possono liberamente riportare con sé la valuta straniera che hanno, a meno che le banconote o monete straniere non superino l’equivalente di 10.000 dollari USA, o la somma dichiarata alla dogana al  loro arrivo.
Portare valuta straniera per una somma superiore a 10.000 dollari USA in o fuori dalla Thailandia comporta l’obbligo di dichiarazione presso gli Uffici Doganali all’arrivo o prima della partenza. Il mancato rispetto di questa regola può portare all’arresto, alla confisca del denaro in eccesso e/o ad un processo.
  1. I turisti possono portare al massimo 50.000 Baht a persona fuori dal Paese senza autorizzazione. Valuta thailandese fino ad un massimo di 500.000 Baht può essere portata nei Paesi confinanti senza autorizzazioni. Questi Paesi sono: Myanmar, Laos, Cambogia, Malesia e Vietnam.
  2. I turisti stranieri possono portare con sé effetti personali ed altri beni che non siano vietati dalle vigenti norme doganali. Oltre agli effetti personali, i turisti posson portar via articoli acquistati presso negozi duty-free, compresi pietre preziose ed ornamenti in oro e platino.
  3. Ai non residenti è permesso aprire un conto in valuta estera presso qualsiasi banca thailandese. Come concessione speciale verso i non residenti, non sono imposte restrizioni per il mantenimento di un conto e per il prelevamento da esso, purchè i fondi depositati provengano dall’estero.
  4. I turisti stranieri possono convertire Baht thailandesi in moneta estera per viaggiare fuori dal Regno, purchè possano esibire, pressso qualsiasi banca principale, regolare ricevuta relativa al cambio, un biglietto aereo valido ed il proprio passaporto.
 
N. B.: dal 5 marzo 2002 il tasso di cambio è : 1dollaro USA =  43.62 Baht. Si prega di verificare il cambio aggiornato presso qualsiasi sportello di cambio o banca Thailandese.
 
 
 
Come Raggiungere
La Thailandia
 
TRASPORTI
 
  • IN AEREO
Bangkok è il più importante scalo della Thailandia. La maggior parte dei turisti arriva all’Aeroporto Internazionale Suvanrnabhumi (Bangkok) poiché è collegato da voli diretti con l’Europa, l’Asia, il Nord America e l’Australia, tramite voli giornalieri operati dalle principali compagnie aeree del mondo.
Altri voli internazionali, provenienti soprattutto da Singapore, dalla Malesia e da Hong Kong, atterrano presso gli Aeroporti Internazionali di Phuket e di Hat Yai a Sud, e di Chiang Mai a Nord.
 
  • IN TRENO
Un servizio ferroviario regolare collega Singapore con Bangkok, via Kuala Lumpur e Butterworth in Malesia. Questo servizio viene effettuato tutti i giorni e raggiunge anche le principali città del Sud della Thailandia.
 
  • IN AUTO
  • Si può entrare in Thailandia dalla Malesia, attraverso varie località di frontiera nelle province di Songkhla, Yala e Narathiwat.
  • Dal Laos si può entrare in Thailandia attraverso Nong Khai, Chiang Saen, Bueng Kan, Nakhon Phanom, Mukdahan e Chong Mek.
  • Dalla Cambogia si può entrare in Thailandia attraverso Aranyaprathet nella provincia di Sa Kaeo ed attraverso Ko Kong nella provincia di Trat.
  • Da Myanmar, si può entrare in Thailandia attraverso Mae Sai e Mae Sot.
 
  • VIA MARE
Non ci sono collegamenti marittimi regolari per la Thailandia. Alcune delle navi da carico che fanno scalo presso il Porto Khlong Toei di Bangkok sono dotate di cabine passeggeri.
Le navi da crociera provenienti dal Vietnam e da Singapore di solito fanno tappa presso il Porto di laem Chabang (cica due ore a Sud di Bangkok). Si consiglia di contattare un agente di viaggio per ulteriori informazioni.
 
VIAGGIARE ALL’INTERNO DELLA THAILANDIA
 
  • IN AEREO
Viaggiare in aereo in Thailandia costa poco e conviene. Molti vettori come la Thai Airways International, la Bangkok Airways, la Air Andaman e la Angel Air operano voli da tutta la Thailandia verso destinazioni internazionali e nazionali, collegando 26 aeroporti di tutto il Regno. Si possono effettuare prenotazioni attraverso gli uffici delle compagnie, gli alberghi o le agenzie di viaggio, dall’estero o all’arrivo in Thailandia.
La Thai Airways è la compagnia di bandiera. I passeggeri possono rivolgersi direttamente alla Thai. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet della Thai: www.thaiairways.com
 
  • IN TRENO
 I collegamenti ferroviari in Thailandia sono efficienti, economici e confortevoli, secondo gli standard asiatici. Una estesa rete ferroviaria che ha come fulcro Bangkok collega tutta la Thailandia. Tre linee collegano Chiang Mai (Linea Settentrionale) Nong Khai (Linea Nordorientale) e Singapore, via Butterworth e Kuala Lumpur in Malesia (Linea Meridionale). Recentemente è stata inaugurata la linea ferroviaria che collega Bangkok con Aranyaprathet al confine con la Cambogia. I treni espressi nazionali sono dotati di carrozze di prima, seconda e terza classe. I treni locali, che vengono utilizzati soltanto per tratte brevi, possono avere solo posti di terza classe.
 
Le Ferrovie dello Stato Thailandesi organizzano giri di uno e di due giorni in classe economica per visitare varie località nei fine settimana e durante i giorni festivi. L’orario dei treni è disponibile presso la principale stazione ferroviaria di Bangkok Hualamphong. Biglietti ferroviari di tutte le classi si possono acquistare con 90 giorni di anticipo presso le principali stazioni e l’Ufficio Prenotazioni Anticipate a Hualamphong, dalle 8.30 alle 24.00. Tel. 66 – 2225 – 0300 Fax. 66 – 2225 – 3801 Telex: 72242TH
 
Sito internet: www.srt.motc.go.th
 
  • IN AUTO
Una moderna rete autostradale raggiunge tutte le zone del Paese. Uno dei mezzi di trasporto più utilizzati sono i comodi pullman con aria condizionata. I pullman, economici ed affidabili, spesso partono dalle principali località o vi fanno tappa. Vi sono tre principali stazioni delle autolinee a Bangkok:
 
Stazione Autolinee Nord/Nordest a Kamphaeng Phet Road Tel. 66 – 2936 – 2841 – 66
 
Stazione Autolinee Sud a Pinklao Nakhon Chaisi Road Tel 66 – 2435 – 1199, 66 – 2435 – 1200
 
Stazione Autolinee Est a Sukhumvit Soi 62 Tel. 66 – 2391 – 8097, 66 – 2391 – 2504
 
VIAGGIARE ALL’INTERNO DI BANGKOK
 
  • TRASPORTI PUBBLICI
Gli autobus urbani sono numerosi ed economici, con una tariffa minima di 3,5 Baht e massima di 20 Baht, per tutte le destinazioni all’interno dell’area metropolitana di Bangkok. I pullman con aria condizionata a Bangkok costano minimo 6,8 Baht e massimo 18 Baht. I mini bus con aria condizionata rossi e grigi, per tragitti urbani più lunghi, costano 20 Baht.
 
Le cartine con indicate le linee di trasporto pubblico si trovano nella maggior parte degli alberghi e nelle librerie.
 
  • TAXI E TUK TUK
I taxi degli alberghi applicano tariffe fisse. I taxi pubblici sono confortevoli, dotati di aria condizionata, e le tariffe partono da 35 Baht per i primi 3 chilometri e 5 Baht circa per ogni chilometro in più. Assicuratevi che l’autista azzeri il tassametro quando entrate in macchina.
I Tuk Tuk, taxi a tre ruote, rappresentano uno dei simboli della Thailandia. Sono molto utilizzati per tragitti brevi ed il prezzo può variare da 20 a 150 Baht, a seconda della destinazione.
Attenzione: il prezzo va concordato prima di iniziare la corsa poiché non vi sono tassametri a bordo.
 
  • MOTOTAXI
Il modo più rapido per attraversare il traffico caotico delle principali città thailandesi è il mototaxi. Cercate un autista con il gilet variopinto. I prezzi vengono concordati prima di partire. Tenetevi forte.
 
  • TAXI  FLUVIALI
Molti tipi di  imbarcazioni navigano sul Fiume Chao Phraya a Bangkok. Le veloci “barche sigaretta” effettuano visite turistiche attraverso la vasta rete di canali della città. Un giro privato della durata di due ore costa circa 500 Baht. I vaporetti pubblici vanno da una parte all’altra, dal Canale Toei fino all’estremo Nord a Nonthaburi, per 15 Baht. Il tragitto dura più di un’ora. Corse più brevi che collegano altri punti possono costare appena 5 Baht.
 
  • SKYTRAIN
L’Azienda Pubblica per il Sistema di Trasporto di Massa di Bangkok (BTS) è rappresentata da un treno elettrico ad alta velocità che viaggia su due linee – le linee Silom e Sukhumvit, con una stazione di coincidenza a Siam Square.
Il BTS è un ottimo mezzo per evitare il traffico caotico di Bangkok. Il biglietto può costare da 10 a 45 Baht a seconda della lunghezza del tragitto.
I treni funzionano tutti i giorni dalle 6 del mattino a mezzanotte. Al BTS è collegato un servizio navetta gratuito che raggiunge 5 strade principali, con corse dalle 6.30 alle 22.30 tutti i giorni. Sito internet: www.bts.co.th
 
Informazioni Utili
 
 
 
  • SERVIZIO LIMOUSINE
Servizi navetta e limousine che collegano l’Aeroporto con la città di Bangkok si trovano presso gli Arrivi, al piano terra dell’Aerostazione Internazionale Passeggeri. Tutte le vetture sono dotate di aria condizionata.
  • Mini-bus per qualsiasi albergo di Bangkok, 100 Baht a persona
  • Navetta per l’Hotel Asia e l’Hotel Viengtai, 60 Baht a persona
  • Automobile berlina per Bangkok centro, 300 Bath a corsa
  • Pullman per Pattaya, 180 Baht a persona
  • Automobile berlina per Pattaya, 1.500 Baht a corsa
 
 
  • SERVIZIO TAXI
Si possono noleggiare taxi pubblici presso il parcheggio autorizzato dei taxi pubblici, che si trova vicino al Meeting Point a sud della sala Arrivi dell’Aerostazione Internazionale Passeggeri. I taxi possono far salire a bordo i passeggeri soltanto presso il parcheggio autorizzato, invece, non possono offrire i propri servizi all’interno delle aerostazioni. Le tariffe vanno da 50 a 300 Baht a corsa, a seconda della destinazione. Un supplemento di 50 Baht viene automaticamente aggiunto al tassametro di tutti i taxi che partono dall’Aeroporto. Per motivi di sicurezza, tutti i taxi che partono dal Meeting Point vengono registrati dalle Autorità Aeroportuali Thailandesi, al fine di assicurarsi che abbiano regolare licenza.
La mancia non è necessaria.
 
AUTOLINEE
Pullman normali e con aria condizionata collegano regolarmente l’Aeroporto Internazionale di Bangkok con il centro della città. I passeggeri che volessero utilizzare questo servizio potranno farlo recandosi presso la fermata che si trova sull’Autostrada Vibhavadi Rangsit. Nello stesso posto si trova anche una stazione ferroviaria. Gli autobus di linea 29, 59 e 95 effettuano collegamenti regolari tra l’aeroporto e la città. Le linee 504, 510, 513 e 29 sono invece effettuate da pullman con aria condizionata. I biglietti si acquistano a bordo. Gli autobus di linea, senza aria condizionata, potrebbero essere scomodi ed affollati, soprattutto durante le ore di punta, con poco o nessuno spazio per le valigie.
 
  • TASSA PASSEGGERI IN PARTENZA
Inclusa nel biglietto aereo
 
  • SERVIZIO BAGAGLI
(OGGETTI SMARRITI)
Un banco Oggetti Smarriti, presso la Sala Arrivi, è presidiato 24 ore su 24 . Se doveste lasciare qualsiasi oggetto a bordo del vostro aereo, vi preghiamo di contattare immediatamente la compagnia aerea.
 
  • SEDI DELLE COMPAGNIE AERE
Circa 50 compagnie aeree hanno i propri uffici a Bangkok. Una lista completa si trova nell’edizione Inglese delle Pagine Gialle di Bangkok.
 
Informazioni Turistiche
Generali
Si possono ricevere informazioni turistiche presso: la Sede di Bangkok dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese (TAT), gli uffici dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese nelle principali città di tutto il mondo, oppure al banco informazioni dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese presso l’Aeroporto Internazionale di Bangkok. Questi uffici vi forniranno cartine, depliant ed informazioni utili su itinerari, acquisti, ristoranti ed alloggi.
Gli uffici informazioni dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese sono aperti tutti i giorni dalle 9,00 alle 17,00.
Il numero verde dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese è: 1672
Questo numero è attivo dalle 8.00 a mezzanotte, sette giorni su sette. Da mezzanotte alle 8 è in funzione un servizio di risposta  automatica, che attiverà l’invio di un fax di risposta alle vostre domande presso il vostro albergo. Gli operatori che rispondono al telefono parlano Inglese e Thailandese.
Il Centro Servizi Turistici, attivo 24 ore su 24, è stato istituito dall’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese nell’ambito delle iniziative volte ad offrire ai turisti un’assistenza completa: dai consigli utili alla gestione dei reclami.
Insieme alla Polizia Turistica, l’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese ha costituito uno speciale gruppo di lavoro per presidiare il Centro.
La creazione di questo Centro è in sintonia con gli obiettivi dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese che si propone di elevare i livelli di servizio per chi viaggia nel Regno, garantendo contemporaneamente ai turisti la massima sicurezza. Il Centro fornisce, inoltre, informazioni turistiche generali sulle destinazioni, sugli alloggi, consigli per gli acquisti ed informazioni su manifestazioni, arte e cultura.
Il Centro rimane aperto dalle 8.30 alle 16.30, mentre il servizio di assistenza da parte della Polizia Turistica è attivo 24 ore su 24.
 
POLIZIA TURISTICA
La Polizia Turistica è stata istituita per collaborare con l’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese al fine di garantire la sicurezza dei turisti. Le sue responsabilità comprendono la ricezione ed il riconoscimento di lamentele e reclami, lo svolgimento di indagini ed il coordinamento delle attività per la sicurezza dei turisti. Vi sono centinaia di agenti di polizia turistica che stazionano presso le principali località di tutta la Thailandia, tra cui il Grand Palace, il Pat Pong ed il Lumphini Park di Bangkok.
Poliziotti turistici bilingue sono assegnati alle sedi dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese di Bangkok, Phra Nakhon Si Ayutthaya, Pattaya, Kanchanaburi, Nakhon Ratchasima, Udon Thani, Khon Kaen, Chiang Mai, Chiang Rai, Mae Hong Son, Phitsanulok, Nkhon Sawan, Surat Thani, Phuket e Songkhla, per dare assistenza ai turisti.
In caso di emergenza si prega di rivolgersi al 1155 o di contattare il Centro Polizia Turistica, 26/56 TPI Tower Bldg. 23f Chan Tadmai Rd. Tung Mahamek, Sathon, Bangkok Tel. 66-2678-6800-9 Fax. 66-2678-6869
 
Sito internet: www.tourist.police.go.th
 
  • ORARI DI APERTURA
Gli esercizi commerciali di Bangkok sono aperti per la maggior parte cinque giorni a settimana (dal lunedì al venerdì). Gli uffici pubblici sono aperti dalle 8.30 alle 16.30, con una pausa per il pranzo dalle 12.00 alle 13.00, dal lunedì al venerdì, tranne che durante le festività pubbliche. La maggior parte dei negozi sono aperti 12 ore al giorno, sette giorni su sette.
 
  • CENTRI SERVIZI
La maggior parte dagli alberghi offrono centri servizi perfettamente attrezzati per esigenze di lavoro. I servizi includono principalmente lavori di segreteria, dattilografia, fotocopie e fax, sale conferenze, biblioteche e servizi internet.
 
  • AUTONOLEGGI
I turisti in possesso di una patente di guida valida possono noleggiare un’autovettura. I segnali stradali e le cartine sono in lingua Inglese. Le Pagine Gialle di Bangkok elencano le compagnie di autonoleggio locali ed internazionali. Ognuna offre condizioni diverse. Vi è ampia disponibilità di automobili da guidare da soli o con autista.
Le principali compagnie di autonoleggio come Avis, Hertz e Budget sono presenti a Bangkok, Pattaya, Hat Yai, Phuket, Chiang  Mai e Ko Samui.
 
  • SERVIZI RELIGIOSI
Chiese cristiane si trovano a Bangkok e nella maggior parte dei  capoluoghi di  provincia. Le funzioni si svolgono principalmente in lingua thailandese ed alcune in Inglese, in Francese ed in Tedesco. I quotidiani locali in lingua inglese pubblicano una lista completa delle messe a Bangkok.
 
  • ABBIGLIAMENTO
Abiti leggeri e non aderenti di cotone sono l’ideale per il clima tropicale thailandese. Si consiglia di portare una felpa quando si visitano le regioni montuose settentrionali ed i parchi nazionali durante la stagione invernale. In alcuni alberghi di lusso e circoli esclusivi bisogna indossare giacca e cravatta. Quando si visitano i templi buddhisti è necessario portare pantaloni lunghi. Ricordatevi sempre di togliere le scarpe prima di entrare in un tempio.
 
  • CORRENTE ELETTRICA
La corrente elettrica è di 220 volt (50 cicli) in tutto il Paese. Vi sono diversi tipi di prese e spine in uso. Ai turisti che portassero con sé rasoi elettrici, registratori ed altri apparecchi si consiglia di acquistare un trasformatore a 110 volt.
La maggior parte degli alberghi  lo forniscono su richiesta.
 
  • PELLICOLE E FOTOGRAFIE
I principali produttori di pellicole internazionali hanno aperto ottimi laboratori di sviluppo fotografico. Nella maggior parte di essi si può effettuare lo sviluppo istantaneo in un’ora. Pellicole delle migliori marche (Kodak, Konica, Fuji) sono disponibili in tutto il Paese a prezzi ragionevoli. Ai fotografi è consentito fotografare qualsisi cosa a meno che non vi sia espresso divieto. Cineprese e telecamere non sono ammesse, senza una speciale autorizzazione, all’interno del Grand Palace di Bangkok e del Tempio del Buddha Smeraldo. E’inoltre vietato scattare fotografie in alcune sezioni del Museo Nazionale
 
  • QUOTIDIANI  E RIVISTE
I due più importanti quotidiani in lingua inglese sono il Bangkok Post e The Nation che godono di un’ottima reputazione. I principali giornali e riviste inglesi come l’International Herald Tribune, l’Asian Wall Street Journal e la Far Eastern Economic Review sono disponibili presso le principali librerie, i grandi magazzini, i supermercati e gli alberghi di tutto il Paese.
 
  • AMBASCIATE
A Bangkok si trovano le ambasciate, i consolati e le delegazioni di circa 50 Paesi. La maggior parte si concentrano intorno alle zone di Sukhumvit, Phloen Chit, Wireless e Sathon Road. Una lista completa delle rappresentanze diplomatiche si trova sulle Pagine Gialle di Bangkok.
 
  • SERVIZI SANITARI
La Thailandia vanta uno dei migliori Servizi Sanitari di tutta l’Asia. Sia gli ospedali  privati che quelli pubblici forniscono ai turisti servizi rapidi ed efficienti. Medici ed infermieri qualificati compongono lo staff degli ospedali e delle cliniche. In caso di emergenza, si può richiedere un’ambulanza a qualsiasi ospedale privato.
 
  • MANCE
E’ consuetudine dare una mancia ai facchini ed al personale degli alberghi che rendano un buon servizio. Una mancia del 10-15% si lascia abitualmente nei ristoranti e negli alberghi di lusso, soprattutto dove i supplementi per il servizio sono assenti. Non si usa lasciare mance nei ristoranti economici nè agli autisti dei taxi.
 
  • RADIO E TELEVISIONE
Le due principali stazioni radiofoniche in lingua Inglese sono FM 95.5 ed FM 105.0. Altre stazioni in Modulazione di Frequenza trasmettono musica popolare, come FM 105.5 ed FM 88. Si può ascoltare musica classica sulla stazione Chulalongkorn FM 101.5. La radio AM è altamente commerciale; in tutto il Paese trasmettono circa 200 stazioni radiofoniche. Il Re di Thailandia è un appassionato di musica jazz e questo si riflette sulla grande quantità di stazioni che trasmettono questo genere di musica. Notiziari in Inglese (CNN e BBC) e le colonne sonore originali di alcuni film stranieri vengono trasmessi sulla TV digitale.
 
  • IMPORTAZIONE TEMPORANEA DI AUTOVEICOLI AD USO TURISTICO
Per importare un autoveicolo in Thailandia è necessario presentare la documentazione di seguito descritta:
  1. Patente di Guida Internazionale e Passaporto in corso di validità.
  2. Certificato di proprietà del veicolo o, nel caso in cui il veicolo sia preso a noleggio, un’autorizzazione scritta da parte del proprietario.
  3. Garanzia monetaria, bancaria o autocertificazione. Se il veicolo transita attraverso il Porto Khlong Toei, la garanzia monetaria o bancaria è indispensabile. Se si entra attraverso il confine meridionale, è sufficiente l’autocertificazione di garanzia compilando il modulo doganale, che fornisce all’ufficiale doganale le informazioni necessarie certificate da una firma.
Il permesso viene concesso per sei mesi dalla data d’ingresso. Se un turista avesse richiesto di portare con se un veicolo per un periodo di appena 5-10 giorni e desiderasse prolungare la durata del soggiorno, il rinnovo del  permesso viene rilasciato gratuitamente dal Dipartimento della Dogana attraverso la seguente procedura:
  1. Contattare l’ufficiale doganale presso il posto di confine interessato.
  2. L’ufficiale doganale riempirà un modulo d’ingresso supplementare e contemporaneamente controllerà i documenti come sopra al punto 2 e fisserà anche l’autocertificazione di garanzia.
  3. Nel caso in cui si fornisca una garanzia monetaria o bancaria, l’ufficiale doganale valuterà il prezzo del veicolo in base alle condizioni dello stesso, più il 20%.
 
Servizi di
Comunica